Adozione di soluzioni innovative di cybersecurity

30 Maggio 2023
Titolo DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-B-03-UPTAKE-CYBERSOLUTIONS – Uptake of Innovative Cybersecurity Solutions

Adozione di soluzioni innovative di cybersecurity

Ente finanziatore Commissione europea

 

Programma Digital Europe

Settore di riferimento Digitalizzazione

Sicurezza e difesa

Obiettivi ed impatto attesi I finanziamenti serviranno a:

 

–       sostenere l’adozione di soluzioni innovative di cybersecurity pronte per il mercato, comprese le soluzioni sviluppate nell’ambito di progetti di ricerca e innovazione sostenuti dall’UE.

–       Fornire e distribuire strumenti e servizi aggiornati alle organizzazioni (in particolare alle PMI) per prepararsi, proteggere e rispondere alle minacce alla sicurezza informatica.

–       Migliorare la sicurezza delle soluzioni open-source (ad esempio, istituendo programmi di bug bounty).

–       Obiettivo:

–       Sostenere l’adozione e la diffusione sul mercato di soluzioni innovative di cybersecurity (in particolare da parte delle PMI, nonché i risultati della ricerca finanziata con fondi pubblici nell’UE), migliorare la conoscenza e la verifica della preparazione in materia di cybersecurity.

 

Ambito:

L’attenzione si concentrerà sul miglioramento delle capacità di cybersecurity in tutta l’UE, in particolare per le PMI e le organizzazioni pubbliche, attraverso misure di sostegno sia all’offerta che alla domanda. Ciò può includere misure di sensibilizzazione (se pertinenti in linea con le attività promosse dall’ENISA), o piattaforme di mercato che supportano l’interazione tra fornitori e adottatori di soluzioni di cybersecurity e formazione.

 

I tipi di strumenti coperti devono includere almeno uno dei seguenti:

 

–       Servizi di protezione della cybersecurity;

–       Audit della resilienza della cybersecurity di apparecchiature e servizi;

–       Strumenti di verifica della sicurezza, compresi gli strumenti di scansione del codice con analisi statica;

–       Strumenti di indagine sulla cybersecurity, che permettono di risalire alle origini delle minacce alla cybersecurity;

–       strumenti di risposta agli incidenti che si inseriscono nelle strategie generali di cybersecurity operativa e gestionale;

–       Supporto alla divulgazione coordinata delle vulnerabilità, in linea con le politiche nazionali, se pertinenti;

–       Finanziamento e sostegno a progetti che migliorano e/o verificano il software open source, con riferimento alla cybersecurity;

–       Sostegno a hackathon, sfide e conferenze sulla cybersicurezza e al coinvolgimento delle parti interessate, comprese le comunità di sviluppo del software;

–       Sostegno alla sensibilizzazione, alla prevenzione, all’educazione, alla formazione e all’equilibrio di genere nella cybersecurity.

 

 

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

– essere persone giuridiche (enti pubblici o privati) – essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia:

– Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) per tutti i temi

– Paesi SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein) per tutti i temi.

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Si ricorda che tutti i temi di questo bando sono soggetti a restrizioni per motivi di sicurezza, pertanto i soggetti non devono essere controllati direttamente o indirettamente da un Paese che non sia un Paese ammissibile. Tutti i soggetti dovranno compilare e presentare una dichiarazione sulla proprietà e sul controllo. Inoltre: – la partecipazione a qualsiasi titolo (come beneficiario, entità affiliata, partner associato, subappaltatore o destinatario di sostegno finanziario a terzi) è limitata alle entità dei Paesi ammissibili – le attività del progetto (incluso il lavoro in subappalto) devono svolgersi nei Paesi ammissibili (si veda la sezione localizzazione geografica di seguito e la sezione 10) – la Convenzione di sovvenzione può prevedere restrizioni sui diritti di proprietà intellettuale

Solo per il tema DIGITAL-ECCC-2022-CYBER-B-03-UPTAKE CYBERSOLUTIONS: Paesi associati al Programma Europa Digitale  o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione. Tutti i candidati provenienti da un Paese associato devono presentare una garanzia approvata dal Paese, che confermi il rispetto delle condizioni stabilite nel programma di lavoro Allegato 3.

I progetti che coinvolgono informazioni classificate dall’UE devono essere sottoposti a un esame di sicurezza per autorizzare il finanziamento e possono essere soggetti a specifiche norme di sicurezza (dettagliate in una lettera sugli aspetti di sicurezza (SAL) allegata alla Convenzione di sovvenzione).

Target group

Questo tema è rivolto in particolare alle PMI, ma non sono esclusi altri candidati.

Contributo finanziario

 

IL budget totale della call è di EURO  6.759.458,84

 

Tipo di azione e tasso di finanziamento:

Azioni di sostegno alle PMI – tasso di finanziamento del 50% e del 75% (per le PMI)

Budget del progetto (importo massimo della sovvenzione): tra 1 e 3 milioni di euro per progetto

Scadenza

 

06 July 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni call-fiche_digital-eccc-2022-cyber-b-03_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles