Agevolazione Irap per le nuove imprese aperte nel 2023 da giovani under 35 in vari settori di attività

31 Maggio 2023
Titolo Agevolazione Irap per le nuove imprese aperte nel 2023 da giovani under 35 in vari settori di attività dal turismo alla ricerca scientifica, dal piccolo commercio all’artigianato fino all’alta tecnologia.
Ente finanziatore Liguria
Obiettivi ed impatto attesi Al fine di favorire l’ampliamento della base produttiva e occupazionale e lo sviluppo sostenibile, nonché la crescita d’imprenditorialità, le nuove iniziative produttive intraprese da imprese giovanili sul territorio della Regione, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2023 e il 31 dicembre 2023, sono esentate dal pagamento dell’imposta regionale sulle attività produttive per il periodo di imposta di inizio dell’attività e per i due anni successivi.
Criteri di eleggibilità Si considerano imprese giovanili le imprese in cui la partecipazione del controllo e della proprietà è detenuta in prevalenza da persone di età inferiore ai trentacinque anni e il cui grado di imprenditorialità giovanile risulti maggioritario.

Il grado di imprenditorialità giovanile viene definito in base alla maggiore o minore partecipazione di giovani di età inferiore ai trentacinque anni negli organi di controllo e nelle quote di proprietà dell’impresa e si considera maggioritario in relazione alla natura giuridica dell’impresa, qualora la percentuale di giovani di età inferiore ai trentacinque anni corrisponda alla seguente classificazione:

 

a) per le società di capitali percentuale di quota di capitale sociale sommata a percentuale di cariche quali amministratori o titolari o soci dell’impresa maggiore del 100 per cento;

b) per le società di persone e cooperative percentuale di soci dell’impresa superiore al 50 per cento;

c) per altre forme giuridiche percentuale di amministratori superiore al 50 per cento.

Contributo finanziario

 

L’esenzione si applica alle nuove iniziative produttive intraprese sul territorio, qualora il valore della produzione netta generato nel territorio della Regione non ecceda euro 200.000,00.

 

Fermo restando le vigenti disposizioni statali in materia di contrasto alla delocalizzazione, qualora l’attività di impresa venga trasferita fuori dal territorio regionale prima di tre anni dall’insediamento in Liguria, il beneficio fiscale cumulato costituisce debito tributario in capo all’impresa beneficiaria e va restituito all’Amministrazione regionale nelle modalità stabilite dalle leggi vigenti in materia di versamenti fiscali e tributar

Scadenza

 

 30/04/2024
Ulteriori informazioni legge regionale n.15 del 28 dicembre 2022 – articolo 4 – Regione Liguria

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles