Appalti per sistemi sanitari e assistenziali sostenibili

30 Aprile 2024
TITOLO Appalti pre-commerciali per sistemi sanitari e assistenziali ecosostenibili, climaticamente neutri e circolari

HORIZON-HLTH-2024-CARE-14-01

 

 

Pre-commercial procurement for environmentally sustainable, climate neutral and circular health and care systems

HORIZON-HLTH-2024-CARE-14-01

 

 

ENTE FINANZIATORE COMMISSIONE EUROPEA

Programma quadro Horizon Europe (HORIZON)

SETTORE DI RIFERIMENTO SALUTE
OBIETTIVI ED IMPATTO Questo tema mira a sostenere le attività che consentono o contribuiscono a uno o più impatti attesi della destinazione 4 “Garantire l’accesso a un’assistenza sanitaria innovativa, sostenibile e di alta qualità”. A tal fine, le proposte nell’ambito di questo tema devono mirare a fornire risultati che siano diretti, mirati e contribuiscano ad alcuni dei seguenti risultati attesi:

  • I committenti pubblici, eventualmente in collaborazione con quelli privati, nel settore della salute e dell’assistenza stimolano lo sviluppo competitivo di soluzioni innovative (materiali, tecnologie e sistemi/pratiche) pronte per il mercato ed ecologicamente sostenibili. Queste soluzioni tengono conto delle ambizioni del Green Deal in materia di inquinamento zero, neutralità climatica ed economia circolare, aumentando al contempo la sostenibilità complessiva del settore.
  • I committenti aprono opportunità agli attori dell’industria europea della salute e della tecnologia (comprese le start-up/PMI) per portare sul mercato innovazioni efficienti dal punto di vista dei costi, sicure e che si dimostrino in grado di aumentare la sostenibilità ambientale, migliorando o almeno mantenendo i risultati sanitari e l’accesso alle cure per i pazienti.
  • I committenti facilitano la commercializzazione di soluzioni innovative ecosostenibili da parte dei loro fornitori di successo, fornendo loro le prime referenze dei clienti per la convalida e la prima applicazione pilota.
  • I politici, i fornitori di assistenza sanitaria e i professionisti, i pazienti e gli assistenti – ciascuno nei rispettivi settori – si scambiano e adottano le buone pratiche e le migliori soluzioni e tecnologie che il mercato può offrire per ridurre le emissioni di carbonio e minimizzare i rifiuti e l’inquinamento derivanti dalle prestazioni sanitarie e assistenziali, in linea con le ambizioni del Green Deal.

Ambito di applicazione:

Il settore sanitario è responsabile del 4-5% delle emissioni totali di anidride carbonica a livello globale[1] contribuendo in modo significativo all’impronta di carbonio dell’Europa e alla generazione di grandi quantità di plastica e altri rifiuti, compresi quelli chimici attraverso lo scarico di prodotti farmaceutici e diagnostici, nonché di disinfettanti e agenti patogeni resistenti agli antimicrobici nel sistema delle acque reflue. Una buona igiene e sicurezza sono fondamentali in questo contesto, ma le soluzioni innovative possono contribuire a ridurre l’impatto ambientale del settore sanitario attraverso l’uso efficiente delle risorse, una maggiore circolarità e l’introduzione di materiali, tecnologie e pratiche più “verdi”.

Finora il settore sanitario non ha abbracciato in modo significativo la transizione verde. Tuttavia, la pressione sta aumentando, come dimostra il lancio della prima Dichiarazione sul Clima e la Salute[2] da parte della presidenza degli Emirati Arabi Uniti della COP28. La dichiarazione invita all’azione e a una visione congiunta per garantire migliori risultati in termini di salute, in parte attraverso la trasformazione dei sistemi sanitari e di assistenza per diventare resistenti al clima, a basse emissioni di carbonio, sostenibili, circolari ed equi. Tale trasformazione contribuirà a lungo termine a migliorare l’assistenza ai pazienti, aumentando la sostenibilità e l’efficienza complessiva dei sistemi sanitari e assistenziali.

Le azioni di appalto pre-commerciale (PCP) si rivolgono a consorzi di committenti con esigenze simili che vogliono acquistare insieme lo sviluppo di soluzioni innovative per rendere più ecologici i sistemi sanitari e assistenziali. Questo tema non fornisce finanziamenti diretti a sviluppatori, industrie o organizzazioni di ricerca per l’esecuzione di attività di ricerca e sviluppo. Essi potranno rispondere alle gare d’appalto indette dai consorzi di committenti finanziati nell’ambito di questo bando. Indicazioni specifiche sulle azioni PCP e sui requisiti minimi di ammissibilità sono disponibili negli Allegati generali H del programma di lavoro di Horizon Europe.

Poiché ogni fase dell’erogazione di servizi sanitari e assistenziali ha un ruolo nella riduzione dell’impronta ambientale, il tema può supportare tutte le diverse dimensioni e necessità di rendere più verde il settore sanitario.

Le proposte devono essere mirate a:

  • Impronta diretta e indiretta derivante dalla fornitura e/o dall’erogazione delle cure (esclusi gli elementi infrastrutturali legati all’edilizia, alla logistica dei trasporti e all’impronta alimentare).
  • Circolarità, produzione e trattamento dei rifiuti.
  • Impronta della catena di fornitori nella produzione e fornitura di prodotti o servizi.
  • Uso più efficiente delle risorse, riducendo l’impronta complessiva del settore e rispondendo al contempo alla domanda di assistenza sanitaria in costante aumento.

L’attenzione deve essere rivolta a soluzioni specifiche per il settore sanitario, pertanto non rientrano nell’ambito di applicazione le proposte che riguardano le infrastrutture generali (efficienza energetica degli edifici come raffreddamento, riscaldamento e ventilazione, veicoli, costruzione o ristrutturazione), l’approvvigionamento energetico o i servizi di ristorazione. Nell’ambito di questo tema, è possibile prevedere il trasferimento e l’adattamento di soluzioni e/o interventi da altri settori ai sistemi sanitari e assistenziali. È aperto sia a proposte che richiedono miglioramenti basati principalmente su una soluzione/tecnologia specifica, sia a proposte che richiedono soluzioni end-to-end che necessitano di combinazioni di diversi tipi di innovazione.

Per il successo dei PCP è necessario un dialogo continuo tra la domanda e l’offerta, pertanto la proposta deve tenere conto dell’effettivo coinvolgimento degli utenti finali (ad esempio, team clinici, pazienti o strutture ospedaliere, ecc. Inoltre, per stimolare il dialogo con l’offerta, i committenti sono tenuti a organizzare una consultazione di mercato aperta prima di lanciare l’appalto e a promuovere il bando di gara in tutta Europa presso i fornitori potenzialmente interessati.

Il coinvolgimento dei responsabili degli acquisti è necessario per garantire che le soluzioni finali siano adottate dai sistemi sanitari e assistenziali, aumentando l’impatto sociale delle attività di ricerca correlate. Pertanto, i committenti devono dichiarare nella proposta il loro interesse ad acquistare almeno una soluzione risultante dal PCP nel caso in cui il PCP fornisca soluzioni di successo e indicare se (1) acquisteranno la soluzione o le soluzioni come parte del PCP o (2) in un appalto separato successivo al PCP. Nel primo caso, i committenti possono attuare il progetto come PCP rapido (vedi allegato generale H) e prevedere il budget per l’acquisto di almeno una soluzione durante il PCP. Nel secondo caso, i committenti devono includere nella proposta un deliverable che prepari l’appalto successivo per l’acquisto di una o più soluzioni di successo dopo il PCP.

 

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia idoneo o meno al finanziamento), a condizione che siano state soddisfatte le condizioni stabilite dal regolamento Horizon Europe e qualsiasi altra condizione stabilita nel tema specifico del bando. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica costituita e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto privo di personalità giuridica.

. I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la domanda, per ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, durante la fase di preparazione della sovvenzione, verrà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrino il loro status giuridico e la loro origine. Un PIC convalidato non è un prerequisito per presentare una domanda

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione stima che un contributo UE compreso tra 3 e 5 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati.

Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Bilancio indicativo

Il budget totale indicativo per il tema è di 15,00 milioni di euro.

Tipo di azione Appalti pre-commerciali

SCADENZA

 

26 novembre 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI wp-4-health_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles