Avviso Minori in cura presso strutture ospedaliere

30 Aprile 2023
TitoloAvviso Minori in cura presso strutture ospedaliere
Ente finanziatoreCommissione europea

REGIONE Lombardia

Obiettivi ed impatto attesiRegione Lombardia promuove un intervento di supporto e sostegno alle famiglie con un componente minore affetto da patologie oncologiche attraverso la valorizzazione di progettualità presentate da Enti del terzo settore/enti iscritti all’anagrafe delle onlus/enti privati no profit che, in raccordo con le ASST, IRCCS o strutture private accreditate presenti sul territorio di Regione Lombardia, svolgono attività di accoglienza, aiuto concreto e alloggiativo, assistenza sociale, supporto ai bisogni educativi, psicologici, ricreativo-ludici dei minori e delle famiglie

 

Nell’ambito del seguente avviso sono finanziabili le proposte progettuali nelle quali sarà declinato un panel di azioni/interventi in entrambe le seguenti aree: 1. Interventi di supporto educativo (es.: aiuto compiti), psicologico (rivolto anche ai familiari), realizzazione di momenti di socializzazione/ludici, che potranno essere realizzati anche con la collaborazione di altri soggetti presenti sul territorio;

2. Interventi di rimborso spese come ad esempio spese alloggiative, trasporti, servizi di lavanderia ed eventuali generi alimentari/buoni pasto. Gli interventi relativi al punto 2 potranno essere previsti fino ad un massimo del 10% del costo complessivo del progetto per un massimo di € 2.500,00.

 

Le iniziative devono avere durata minima di 6 mesi e massima di 12 mesi dall’avvio e accettazione del contributo

Criteri di eleggibilitàSoggetti beneficiari sono gli Enti del terzo settore/enti iscritti all’anagrafe delle onlus/enti privati no profit, costituitesi in data non successiva al 31.12.2018 che svolgono attività di accoglienza, aiuto concreto e alloggiativo, assistenza sociale, supporto ai bisogni educativi, psicologici, ricreativo-ludici dei minori e delle famiglie in accordo/convenzione/protocollo di collaborazione, già formalizzati, con le ASST, IRCCS o strutture private accreditate (in particolare con i reparti di oncologia o oncoematologia pediatrica) presenti sul territorio di Regione Lombardia e in coerenza con le finalità statutarie delle singole organizzazioni. Ai fini della verifica, per gli Enti del Terzo Settore si intendono quelli iscritti al RUNTS, per le Onlus si intendono quelle iscritti all’anagrafe della Agenzia delle Entrate, per gli Enti privati si intende qualunque associazione no profit costituitasi con atto e statuto. Per partecipare all’avviso, l’ente dovrà avere una sede operativa in Lombardia ed avere in corso di validità alla data di pubblicazione del presente avviso, un accordo/convenzione/protocollo con l’ASST, IRCCS o altra struttura privata accreditata in cui svolge l’attività rivolta a minori affetti da patologie oncologiche e alle loro famiglie.

 

Soggetti destinatari della misura sono i nuclei familiari in cui vi sia un minore affetto da patologie oncologiche preso in carico da una ASST lombarda, IRCCS o struttura privata accreditata presente sul territorio di Regione Lombardia, che sia stato ricoverato per un periodo non inferiore nel mese a 10 giorni o nell’arco di massimo 6 mesi o che fruiscono, nell’arco dello stesso periodo, di cicli di prestazioni specialistiche, e che fruiscano delle attività dell’Ente proponente l’intervento

Contributo finanziario

 

Per la misura sono stati stanziati € 200.000,00 dal bilancio regionale ad incremento della dotazione finanziaria già nella disponibilità di ATS Milano (pari a circa 48.000,00 euro). Qualora dovesse esserci disponibilità finanziaria dovuta ad economie o ad altri fondi che Regione Lombardia renderà disponibili e le cui finalità siano coerenti con quelle progettuali, sarà possibile finanziare, nel rispetto della graduatoria approvata, i progetti eventualmente ammessi ma non finanziati.

 

Ai soggetti beneficiari del contributo, in possesso dei requisiti elencati, è prevista la concessione di un contributo economico a fondo perduto, per la realizzazione di progetti relativi ad interventi di supporto ai bisogni educativi, psicologici, ricreativo-ludici dei minori e delle famiglie e rimborso di spese sostenute dalle famiglie di durata minima di 6 mesi e massima di 12 mesi. Per i progetti inferiori ai 12 mesi verrà valutata la coerenza tra le risorse previste e le azioni proposte, come previsto dai criteri di valutazione. In particolare, il costo totale del progetto sarà oggetto di valutazione in sede di istruttoria e potrà pertanto essere rideterminato in applicazione del principio di economicità degli interventi. Il contributo regionale per ogni progetto è concesso fino ad un massimo del 80% del costo complessivo del progetto e comunque non superiore a 25.000,00 €. Il rimanente 20% dovrà essere di cofinanziamento

Scadenza

 

15/05/2023
Ulteriori informazioni8a5b205a8746288501874768e2327e76 (regione.lombardia.it)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles