Azione pilota per futuri centri di prova dell’Unione in IA

15 Marzo 2024
TITOLO DIGITAL-2024-AI-ACT-06-TESTAI, Azione pilota per la creazione di futuri centri di prova dell’Unione in IA

 

DIGITAL-2024-AI-ACT-06-TESTAI, Pilot action for the establishment of future Union Testing Facilities in AI

ENTE FINANZIATORE Commissione Europea

 

Programma

Programma Europa digitale (DIGITAL)

 

SETTORE DI RIFERIMENTO Digitalizzazione
OBIETTIVI ED IMPATTO Obiettivi: L’obiettivo principale di questa azione è quello di lanciare un progetto pilota per preparare l’implementazione del concetto di “strutture di supporto per i test dell’IA dell’UE” e definire i requisiti per un funzionamento su larga scala di queste strutture di test (dopo la fase pilota).

 

Risultati e risultati (e tempistica preliminare):

 

Sulla base dei requisiti della legge sull’IA e del lavoro in corso per lo sviluppo delle norme corrispondenti (in seguito alla richiesta di standardizzazione5 presentata dalla Commissione e indirizzata al CEN-CENELEC), questo argomento dovrebbe svolgere i seguenti compiti:

– sviluppare un approccio all’attuazione dei requisiti delle strutture di supporto alla sperimentazione dell’IA dell’UE, in particolare l’approccio alla verifica della conformità dei sistemi di IA ai requisiti introdotti dalla legge sull’IA, nonché i requisiti di competenza e infrastruttura delle future strutture di supporto alla sperimentazione dell’IA dell’UE;

– effettuare test preliminari di sistemi di IA (per convalidare l’approccio proposto);

– fornire consulenza tecnica o scientifica indipendente su richiesta della Commissione, dell’Ufficio AI o delle autorità di sorveglianza del mercato degli Stati membri;

– organizzare workshop e altre attività che promuovano la collaborazione e lo scambio di informazioni tra le autorità di vigilanza del mercato degli Stati membri in vista dell’attuazione della legge sull’AI;

– condurre corsi di formazione iniziale e di perfezionamento a beneficio del personale delle autorità di vigilanza del mercato degli Stati membri e della Commissione,

– nel contesto delle attività delle organizzazioni di standardizzazione, tra cui in particolare il CEN/CENELEC JTC 21, che contribuiscono allo sviluppo di standard per la verifica e la convalida dei sistemi di IA rispetto ai requisiti della legge sull’IA per gli scenari ad alto rischio, sia autonomi che integrati in prodotti e servizi regolamentati.

 

Questo argomento dovrebbe essere incentrato sulle esigenze delle autorità di sorveglianza del mercato degli Stati membri, dell’Ufficio AI e della Commissione.

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Le domande saranno considerate ammissibili solo se il loro contenuto corrisponde interamente (o almeno in parte) alla descrizione del tema per cui sono state presentate. Partecipanti ammissibili (Paesi ammissibili) Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

– essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

– essere stabilito in uno dei paesi ammissibili, ossia:

– Stati membri dell’UE (compresi i paesi e territori d’oltremare (PTOM))

– Paesi non UE: – Paesi SEE (Norvegia, Islanda e Liechtenstein)

– altri paesi associati al Programma Europa Digitale (elenco dei paesi partecipanti)

 

I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei Partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation).

Per la convalida, verrà richiesto di caricare i documenti che dimostrano lo status giuridico e l’origine. Si prega di notare che questa chiamata è soggetta a restrizioni per motivi di sicurezza:

– I soggetti non devono essere controllati direttamente o indirettamente da un paese che non è un paese ammissibile, a meno che non soddisfino i requisiti per garantire la protezione degli interessi essenziali di sicurezza dell’Unione e degli Stati membri e per assicurare la protezione delle informazioni classificate sui documenti, come stabilito nel programma di lavoro pertinente (condizioni per i soggetti controllati dall’estero – garanzie).

 

 

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Tipo di azione e tasso di finanziamento:

Sovvenzione per l’azione di coordinamento e sostegno – tasso di finanziamento del 100%.

Bilancio disponibile 1 500 000 EUR

 

Bilancio del progetto (importo massimo della sovvenzione) 1 500 000 EUR per progetto

 

La sovvenzione sarà una sovvenzione mista a costi effettivi basata sul budget (costi effettivi, con elementi di costo unitario e forfettario). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati). Per quanto riguarda i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione (cfr. art. 6 e allegati 2 e 2a). I costi saranno rimborsati in base al tasso di finanziamento stabilito nella Convenzione di sovvenzione. Questo tasso dipende dal tipo di azione che si applica al tema (vedi sezione 2). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione.

SCADENZA

 

29 maggio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI call-fiche_digital-2024-ai-act-06_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles