Azione preparatoria dell’acceleratore di innovazione dell’UE

15 Marzo 2024
TITOLO Azione preparatoria dell’acceleratore di innovazione dell’UE per l’intelligenza artificiale

DIGITAL-2024-AI-ACT-06-INNOV

 

 

EU AI Innovation Accelerator preparatory action

DIGITAL-2024-AI-ACT-06-INNOV

 

ENTE FINANZIATORE Commissione Europea

 

Programma

Programma Europa digitale (DIGITAL)

 

SETTORE DI RIFERIMENTO Digitalizzazione
OBIETTIVI ED IMPATTO Questo tema dovrebbe concentrarsi sulla creazione di linee guida, strumenti, software, corsi online e specifiche tecniche per consentire una facile attuazione della legge sull’IA da parte delle aziende, in particolare le PMI, e degli enti pubblici. La proposta vincitrice di questo tema dovrebbe collaborare strettamente con la proposta vincitrice sulle sandbox normative sull’IA. In particolare, quest’ultima dovrebbe basarsi sulle bozze di strumenti, metriche e linee guida sviluppate nell’ambito di questo tema per testarle nella pratica con i fornitori di sistemi di IA in una fase pilota delle sandbox normative sull’IA sotto la supervisione delle autorità competenti. Allo stesso tempo, l’esperienza di test nelle sandbox dovrebbe servire a verificare e aggiornare i risultati di questa azione. Tutti i materiali, i quadri e gli strumenti finali sviluppati e convalidati nell’ambito di questa azione saranno resi disponibili al pubblico e potranno essere utilizzati da qualsiasi fornitore o utente di sistemi di IA. Per sfruttare le sinergie con altre iniziative sostenute dall’UE, questa azione dovrebbe stabilire contatti con l’Ufficio AI, i TEF, la piattaforma AI-on-Demand, le fabbriche di AI e gli EDIH, al fine di capire quali risorse esistenti possono essere offerte congiuntamente agli innovatori dell’AI e quali risorse dovrebbero essere costruite in futuro.

 

Si dovrebbe inoltre perseguire una stretta collaborazione con le organizzazioni di standardizzazione internazionali ed europee (in particolare CEN3 e CENELEC4) per tenere conto dei progressi nello sviluppo delle norme sull’IA e utilizzarle come base per lo sviluppo dell’azione.

 

 

 

 

Obiettivi

L’azione dovrebbe raggiungere i seguenti obiettivi:

– promuovere l’innovazione e la competitività dell’IA, facilitare la conformità normativa alla legge sull’IA e migliorare la certezza del diritto per gli innovatori;

– accelerare l’accesso al mercato dell’UE per i sistemi innovativi di IA creando un unico spazio digitale contenente tutte le informazioni necessarie per comprendere e rispettare la legge sull’IA;

– promuovere i risultati delle iniziative della Commissione relative all’IA che offrono servizi e/o supporto per lo sviluppo e la diffusione delle tecnologie dell’IA; – valutare le future esigenze aggiuntive per sostenere l’attuazione della legge sull’IA.

 

 

Consegna

I documenti da consegnare per questo argomento devono includere in particolare:

– la creazione di materiali e corsi di formazione per facilitare la comprensione e l’osservanza della legge sull’IA (questi potrebbero includere, ma non solo, sintesi e materiale formativo della legge sull’IA, delle norme pertinenti, dei documenti di orientamento della Commissione europea e di altri documenti tecnici e legali correlati);

– lo sviluppo di quadri di processo, infrastrutture virtuali, strumenti, metriche e parametri di riferimento per lo sviluppo conforme e la convalida dei sistemi di IA rispetto ai requisiti della legge sull’IA (ad esempio per la qualità dei dati, l’accuratezza, la robustezza, la sicurezza), anche attraverso prototipi di soluzioni software per la conformità legale; ciò dovrebbe includere anche le migliori pratiche e gli strumenti tecnici per la marcatura dei contenuti generati dall’IA laddove siano identificate delle lacune;

– il rilascio di uno strumento digitale che supporti i fornitori di sistemi di IA nella classificazione dei loro sistemi di IA in base ai livelli di rischio previsti dalla legge sull’IA;

– lo sviluppo di strumenti/software di autovalutazione per la valutazione della conformità, la gestione del rischio e il monitoraggio successivo al mercato, specificamente adattati alle esigenze delle PMI;

– la fornitura di supporto tecnico e legale personalizzato alle PMI e alle autorità pubbliche per l’utilizzo dei quadri, degli strumenti e delle infrastrutture sviluppati nell’ambito di questa azione, anche per fornire risposte ad hoc alle richieste di informazioni in relazione alla legge sull’IA (ciò potrebbe includere, ad esempio, lo sviluppo di formazione online e di materiale di sensibilizzazione rivolto ai fornitori e agli utenti di sistemi di IA in relazione ai requisiti e agli obblighi pertinenti previsti dalla legge sull’IA);

– la creazione di un’unica piattaforma e infrastruttura digitale che funga da “sportello unico” per qualsiasi azienda o autorità pubblica che voglia comprendere e rispettare i requisiti della legge sull’IA, e che metta a disposizione del pubblico i quadri, gli strumenti, i documenti di orientamento e i corsi online sviluppati nell’ambito di questa azione e dell’azione AI regulatory sanboxes.

– I risultati di questo tema dovrebbero essere strettamente allineati al calendario di attuazione della legge sull’IA e sviluppati in stretta collaborazione con i servizi della Commissione (in particolare con l’Ufficio IA). Lo sviluppo della piattaforma digitale unica dovrebbe essere una priorità. Questa piattaforma dovrebbe essere regolarmente aggiornata con informazioni e documenti pertinenti.

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Soggetto interessato

Questo argomento dovrebbe concentrarsi principalmente sulle aziende con scarse risorse, in particolare PMI e start-up, e sulle autorità pubbliche con scarse risorse che sviluppano servizi/prodotti di IA ad alto rischio o modelli di IA generici come definiti dalla legge sull’IA, in particolare per quanto riguarda i servizi personalizzati e le azioni di supporto. Inoltre, la piattaforma digitale creata dovrebbe fungere anche da piattaforma interattiva che faciliti la comunicazione tra le autorità nazionali competenti che organizzano le sandbox (si veda l’argomento sulle sandbox normative di seguito) e i potenziali partecipanti alle sandbox.

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Tipo di azione e tasso di finanziamento: Sovvenzione per l’approvvigionamento – tasso di finanziamento del 50%.

Bilancio disponibile 6 000 000 EUR

Bilancio del progetto (importo massimo della sovvenzione) 6 000 000 EUR per progetto

 

La sovvenzione sarà una sovvenzione mista a costi effettivi basata sul budget (costi effettivi, con elementi di costo unitario e forfettario). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il vostro progetto (NON i costi preventivati). Per quanto riguarda i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione (cfr. art. 6 e allegati 2 e 2a). I costi saranno rimborsati in base al tasso di finanziamento stabilito nella Convenzione di sovvenzione. Questo tasso dipende dal tipo di azione che si applica al tema (vedi sezione 2). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione.

SCADENZA

 

29 maggio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI call-fiche_digital-2024-ai-act-06_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles