Azione preparatoria di scrittura europea (PPPA-MEDIA-2023-WRITINGEU)

15 Agosto 2023
Titolo Azione preparatoria di scrittura europea (PPPA-MEDIA-2023-WRITINGEU)

 

Preparatory Action Writing European (PPPA-MEDIA-2023-WRITINGEU)

 

Ente finanziatore Commissione europea

 Progetti pilota e azioni di preparazione (PPPA)

Settore di riferimento Cultura
Obiettivi ed impatto attesi L’aumento della concorrenza globale nel settore audiovisivo rende sempre più cruciale la cooperazione internazionale in materia di sceneggiatura. Tale cooperazione è particolarmente necessaria a livello europeo per consentire agli attori europei di crescere e di affrontare il rischio crescente di “fuga di cervelli” di professionisti europei dell’audiovisivo verso paesi terzi.

L’obiettivo dello schema proposto è quello di rispondere all’esigenza di una narrazione europea adatta alla coproduzione e in grado di viaggiare oltre confine.

Inoltre, per far emergere storie che riflettano la nostra cultura europea, sia quella comune che quella specifica dei nostri rispettivi Paesi, dobbiamo incoraggiare la nascita di forti team di creatori (ad esempio sceneggiatori, showrunner, altri autori, ecc.) provenienti da diversi Stati membri.

Temi e priorità

Lo scopo di questa azione preparatoria “Writing European” è quello di aiutare l’industria audiovisiva europea a sviluppare l’eccellenza nella creazione e nella scrittura di contenuti drammatici di alta qualità e a promuovere una narrazione innovativa. L’obiettivo è promuovere le pratiche di co-scrittura, ampliando così l’esperienza dei talenti creativi che lavorano alle serie di fiction.

I candidati sono invitati a creare hub creativi in grado di raggiungere i suddetti obiettivi e le seguenti priorità:

·       Migliorare la conoscenza e la capacità dei talenti creativi nella creazione di serie di fiction e favorire l’emergere di forti team/hub di talenti creativi europei (ad esempio, sceneggiatori, editor, showrunner, produttori) provenienti da contesti e nazionalità diverse;

·       Facilitare le collaborazioni che seguono un approccio di tipo learning-by-doing, consentendo ai talenti creativi di lavorare su una serie di progetti diversi in parallelo;

·       Identificare e implementare metodi di lavoro per la co-scrittura, dalla concettualizzazione e dalla fase iniziale della narrazione, fino all’incontro con i potenziali acquirenti;

·       Assicurare i contatti con i leader del settore, i produttori o i committenti di opere audiovisive (ad esempio, distributori, acquirenti, piattaforme, emittenti) per migliorare la comprensione dei talenti delle tendenze e delle dinamiche del mercato;

·       Scouting e selezione dei talenti, ad esempio attraverso bandi aperti o premi;

·       Migliorare l’uso di:

o   tecnologie innovative e informazioni di mercato che possono influenzare il processo creativo (ad esempio, neuroscienze cognitive, analisi dei dati, intelligenza artificiale);

o   gestione dei diritti di proprietà intellettuale, in quanto garantisce l’autonomia creativa e l’equa remunerazione dei creatori.

Le proposte devono contribuire alla transizione verde, incarnare i principi e i valori europei, come la parità di trattamento, la diversità e l’equilibrio di genere, nonché un’equa remunerazione dei creatori in linea con le condizioni e i prezzi di mercato.

Attività che possono essere finanziate

Saranno sostenuti i progetti che facilitano la creazione di hub creativi, ad esempio sale di scrittura o altri ambienti collaborativi, finalizzati alla co-creazione di opere audiovisive europee. Tali hub agiranno come acceleratori o incubatori di talenti, proponendo metodi innovativi per selezionare e guidare gli scrittori di talento dalla pre-scrittura/concettualizzazione alla scrittura vera e propria di progetti di serie di fiction e al potenziale matchmaking con gli acquirenti.

I progetti dovrebbero coinvolgere il più direttamente possibile i talenti europei. Poiché l’obiettivo dell’azione è quello di potenziare e rendere possibile la creatività, i talenti di tutta l’UE dovrebbero essere messi in condizione di intensificare la loro collaborazione. Gli autori dovrebbero lavorare all’interno di laboratori creativi ad hoc o sale di scrittura che abbiano come obiettivo primario il miglioramento del processo creativo. Allo stesso tempo, attraverso gli scambi con i professionisti dell’audiovisivo, gli autori dovrebbero diventare più consapevoli del potenziale del loro contributo creativo, sia in termini artistici che di sfruttamento e diffusione.

Tra i potenziali candidati e beneficiari vi sono società di produzione, agenzie di finanziamento cinematografico, reti o raggruppamenti di creativi dell’audiovisivo o enti che sostengono i talenti creativi, come laboratori creativi, organizzazioni di formazione, emittenti, piattaforme di video on demand (VOD) e mercati internazionali.

I seguenti tipi di attività sono ammissibili nell’ambito del presente invito a presentare proposte:

·       attività legate alla co-scrittura/sviluppo di concetti/pre-scrittura/concettualizzazione per la creazione di contenuti di serie europee di fiction di alto livello (anche attraverso il sostegno a terzi come sceneggiatori, autori, showrunner, produttori o altri membri del team creativo);

·       attività dell’hub collaborativo/writers-room, in particolare l’organizzazione del processo di co-creazione di serie narrative europee, compresi i compiti di coordinamento, le attività di mentoring, la governance o la gestione, le attività di match-making con i potenziali acquirenti;

·       pubblicità o promozione, in particolare per cercare nuovi talenti o organizzare un concorso per garantire l’eccellenza e una partecipazione diversificata al progetto;

·       attività finalizzate alla creazione e alla diffusione di modelli e metodologie innovative replicabili per la scrittura di contenuti audiovisivi europei di alto livello;

·       studi di dati, ricerche, compreso l’uso di tecnologie digitali che possono influire sul processo creativo (ad esempio, strumenti di neuroscienza cognitiva o di intelligenza artificiale) o informazioni di mercato e misurazioni del pubblico direttamente collegate alle esigenze del progetto;

·       attività di divulgazione e promozione dei risultati del progetto.

Non sono ammessi i progetti già ammissibili nell’ambito del Programma Europa Creativa, come ad esempio:

·       progetti presentati da singoli/gruppi di scrittori, sceneggiatori, autori o produttori che mirano allo sviluppo di un’opera audiovisiva predefinita;

·       progetti incentrati principalmente su attività di formazione.

Impatto previsto

Il progetto dovrebbe coinvolgere talenti creativi in tutta Europa. Dovrebbe stimolare gli scambi a livello europeo e favorire la partecipazione di creativi provenienti da contesti diversi, al fine di creare storie che riflettano la diversità delle società europee. In definitiva, questo sarà un vettore per raggiungere nuovi pubblici transnazionali.

Si prevede che catalizzi l’innovazione nel processo creativo audiovisivo per includere tutti i mezzi di espressione.

Inoltre, dovrebbe garantire la coerenza tra narrazione di alta qualità e contenuti audiovisivi di alta qualità, nonché rafforzare la collaborazione transfrontaliera tra i talenti europei.

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:- essere persone giuridiche (in particolare organizzazioni senza scopo di lucro, enti pubblici o privati, istituti di istruzione e centri di ricerca)

– essere stabilito in uno dei paesi ammissibili, ossia:

– Stati membri dell’UE (compresi i paesi e i territori d’oltremare (PTOM)) I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta

– e dovrà essere convalidato dal Servizio centrale di convalida (convalida REA).

Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

I progetti non devono di norma superare i 36 mesi (sono possibili proroghe, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento).

I candidati devono possedere il know-how, le qualifiche e le risorse necessarie per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota (compresa una sufficiente esperienza in progetti di dimensioni e natura comparabili).

Contributo finanziario

 

I candidati devono disporre di risorse stabili e sufficienti per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota. Le organizzazioni che partecipano a più progetti devono avere una capacità sufficiente per realizzarli tutti.

 

La sovvenzione sarà basata sul budget (costi effettivi, con costi unitari ed elementi forfettari). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati). Per quanto riguarda i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione (cfr. art. 6 e allegati 2 e 2a). I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento stabilito nella Convenzione di sovvenzione (70%).

Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione.

 

Il budget disponibile per il bando è di 3 000 000 di euro. Le informazioni specifiche sul budget per argomento sono riportate nella tabella seguente.

Scadenza

 

07 novembre 2023 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni Documento di invito (CREA) WRITINGEU 2023.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles