Azioni di ricerca non tematiche mirate alle tecnologie dirompenti per la difesa ID ARGOMENTO: EDF-2023-LS-RA-DIS-NT

30 Agosto 2023
Titolo Azioni di ricerca non tematiche mirate alle tecnologie dirompenti per la difesa

ID ARGOMENTO: EDF-2023-LS-RA-DIS-NT

 

Non-thematic research actions targeting disruptive technologies for defence

TOPIC ID: EDF-2023-LS-RA-DIS-NT

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma

Fondo europeo per la difesa

 

Settore di riferimento Sicurezza e difesa
Obiettivi ed impatto attesi La sfida specifica è quella di gettare le basi per tecnologie future radicalmente nuove, di qualsiasi tipo, con un impatto inaspettato che mira a portare una superiorità tecnologica radicale rispetto ai potenziali avversari. Questo tema incoraggia anche il ruolo trainante di nuovi attori nella ricerca e nell’innovazione nel campo della difesa, tra cui ricercatori eccellenti, ambiziose PMI ad alta tecnologia e centri di ricerca visionari di grandi aziende, università o organizzazioni di ricerca e tecnologia.

Alle PMI beneficiarie di successo verrà offerto un servizio di Business Coaching, per ridurre i tempi di passaggio dei risultati alla fase successiva, ad esempio lo sviluppo.

Ambito di applicazione:

Le proposte riguardano ricerche all’avanguardia, ad alto rischio/ad alto impatto, che portino a un impatto rivoluzionario in un contesto di difesa. Le proposte devono avere le seguenti caratteristiche essenziali:

·       un impatto dirompente in un contesto di difesa: le proposte devono indicare chiaramente come le soluzioni proposte creerebbero un effetto dirompente se integrate in un’operazione militare realistica;

·       visione radicale: le proposte devono riguardare una visione chiara e radicale, abilitata da un nuovo concetto tecnologico che sfida i paradigmi attuali. In particolare, non sarà finanziata la ricerca volta a progredire sulla tabella di marcia di un paradigma tecnologico consolidato, anche se ad alto rischio;

·       obiettivo tecnologico innovativo: le proposte devono puntare a scoperte scientifiche o tecnologiche nuove e ambiziose che possano essere valutate sperimentalmente, e l’idoneità del concetto per nuove applicazioni di difesa deve essere debitamente dimostrata. La ricerca di base senza un chiaro obiettivo tecnologico mirato alle applicazioni di difesa non sarà finanziata.

I rischi intrinsecamente elevati della ricerca proposta devono essere mitigati da una metodologia flessibile per affrontare le notevoli incertezze scientifiche e tecnologiche e per scegliere direzioni e opzioni alternative.

Le proposte devono includere descrizioni chiare dei criteri proposti per valutare il completamento del pacchetto di lavoro.

Le proposte devono riguardare le tecnologie dirompenti.

Le proposte possono riguardare qualsiasi area di interesse per la difesa, come ad esempio, ma non solo, le seguenti:

·       applicazioni blockchain (ad esempio per l’identificazione di amici o nemici);

·       strumenti e applicazioni che migliorano lo screening dei talenti di cybersicurezza;

·       intelligenza artificiale e sistemi autonomi robotici;

·       controllo e gestione delle piattaforme navali del futuro;

·       controllo intelligente dei danni relativi alle future piattaforme navali;

·       gestione della firma navale;

·       soluzioni e interfacce di comunicazione subacquea sicure e affidabili (radiofrequenza, acustica, ottica o altro);

·       misurazione e monitoraggio dello stato fisiologico e cognitivo dei soldati;

·       soluzioni per il riciclaggio meccanico e chimico “verde” dei rifiuti dell’equipaggiamento individuale dei soldati (uniformi, elmetti, stivali, zaini, elementi in plastica, imbracature, ecc;)

·       concetti e tecnologie corrispondenti per garantire un riutilizzo sicuro dell’acqua durante l’intero ciclo idrico di un campo dispiegato o di un gruppo di combattimento dispiegato;

·       produzione di combustibile sintetico da rifiuti e biomassa per uso militare.

L’argomento di questo bando è aperto a qualsiasi tecnologia con un elevato potenziale di disruption. Le proposte devono descrivere le funzionalità mirate e i mezzi previsti per misurare i progressi verso il raggiungimento di tali funzionalità.

Impatto previsto:

·       Contributi scientifici e tecnologici alla fondazione di una tecnologia futura con applicazioni dirompenti nel settore della difesa.

·       Miglioramento della capacità di innovazione dell’industria europea della difesa attraverso l’identificazione e l’esplorazione di concetti e approcci innovativi o l’applicazione di tecnologie e concetti precedentemente non applicati nel settore della difesa.

·       Miglioramento della competitività dell’industria europea della difesa e creazione di nuovi mercati della difesa.

·       Rafforzamento della capacità di ricerca e innovazione nel campo della difesa in tutta Europa attraverso il coinvolgimento di attori che possono fare la differenza nel futuro, come ricercatori eccellenti, ambiziose PMI ad alta tecnologia o dipartimenti visionari di grandi aziende, università o organizzazioni di ricerca e tecnologia.

 

Criteri di eleggibilità Le domande saranno considerate ammissibili solo se il loro contenuto corrisponde interamente (o almeno in parte) alla descrizione del tema per cui sono state presentate.

Partecipanti ammissibili (paesi ammissibili)

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

 essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

 essere stabilito in uno dei Paesi ammissibili, cioè:

 Stati membri dell’UE (compresi i paesi e territori d’oltremare (PTOM))

 Paesi non UE :

 paesi SEE elencati (“paesi associati al FES”, cfr. elenco di

paesi partecipanti)

 hanno la loro struttura manageriale esecutiva stabilita nei paesi ammissibili

 non devono essere soggetti al controllo di un paese terzo non associato o di un’entità di un paese terzo non associato (a meno che non siano in grado di fornire garanzie – cfr. allegato 2 – approvate dallo Stato membro o dal paese associato al FES in cui sono stabiliti)

 

Composizione del consorzio

Le proposte devono essere presentate da:- almeno 2 richiedenti indipendenti (beneficiari; non entità affiliate) di 2 diversi Paesi ammissibili.

 

Durata Durata del progetto:

– tra 12 e 48 mesi Progetti di durata superiore possono essere accettati in casi debitamente giustificati. Sono possibili proroghe, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento.

 

Sicurezza I progetti che coinvolgono informazioni classificate devono essere sottoposti a un esame di sicurezza per autorizzare il finanziamento e possono essere soggetti a specifiche norme di sicurezza (dettagliate in una lettera sugli aspetti di sicurezza (SAL) allegata alla convenzione di sovvenzione).

I progetti in cui gli Stati membri dei beneficiari partecipanti e degli enti affiliati decidono di istituire un quadro di sicurezza specifico ai sensi dell’articolo 27, paragrafo 4, del regolamento FES, saranno soggetti a tale quadro di sicurezza specifico e le informazioni classificate in primo piano (risultati) generate dal progetto saranno di competenza di tali Stati membri. Se non viene istituito un quadro di sicurezza specifico entro la firma della convenzione di sovvenzione, le norme di sicurezza saranno disciplinate dalla decisione 2015/44412 della Commissione e dalle relative norme di attuazione.

 

Contributo finanziario

 

Budget del progetto (importo massimo della sovvenzione):

–  non deve superare i 4 000 000 EUR Ciò non preclude tuttavia la presentazione/selezione di proposte che richiedano importi diversi. La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto.

 

La sovvenzione sarà di tipo forfettario. Ciò significa che rimborserà un importo fisso, basato su una somma forfettaria o su un finanziamento non legato ai costi. L’importo sarà fissato dall’autorità concedente sulla base del budget stimato del progetto e dei tassi di finanziamento che dipendono dal tipo di attività e dai partecipanti (

 

Capacità finanziaria

I candidati devono disporre di risorse stabili e sufficienti per attuare con successo i progetti e contribuire con la propria quota. Le organizzazioni che partecipano a più progetti devono avere una capacità sufficiente per realizzarli tutti.

 

Scadenza

 

22 novembre 2023 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni call-fiche_edf-2023-ls-ra-dis_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles