BANDO GRANDI EVENTI LOMBARDIA

29 Febbraio 2024
Titolo BANDO GRANDI EVENTI LOMBARDIA
Ente finanziatore REGIONE LOMBARDIA
Obiettivi ed impatto attesi  Regione Lombardia si pone l’obiettivo di amplificare e potenziare l’attrattività turistica, anche attraverso il supporto all’organizzazione di grandi eventi che facciano conoscere in Italia, in Europa e nel mondo il territorio lombardo. Il bando intende quindi sostenere i grandi eventi con alto potenziale attrattivo-turistico con particolare riferimento all’ambito della comunicazione e promozione.
Criteri di eleggibilità Sono beneficiari della presente misura i soggetti pubblici e privati, titolari di diritti esclusivi sulla organizzazione del grande evento che, alla data di presentazione della domanda, siano regolarmente costituiti. Sono escluse le persone fisiche. Per le imprese sono inoltre richiesti i seguenti requisiti: − essere attive e iscritte al Registro delle imprese alla data di presentazione della domanda; − non essere sottoposte a procedure di liquidazione (anche volontaria), fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o altre procedure concorsuali. Possono essere beneficiari anche soggetti con sede legale/operativa fuori dal territorio lombardo che propongano eventi, la cui attrattività contribuisce allo sviluppo e crescita del territorio lombardo, nonché ad un’efficace promozione dell’immagine della Lombardia in campo nazionale e/o internazionale. Ciascun soggetto può ottenere il contributo per un solo evento per ognuna delle annualità 2024, 2025, 2026

 

La misura finanzia eventi da realizzarsi nelle annualità 2024, 2025 e 2026, che valorizzino gli obiettivi strategici regionali e che si caratterizzino per la loro scala dimensionale e per il possesso delle seguenti caratteristiche:

 

a. organizzativa: riconosciuta expertise almeno nazionale del soggetto proponente, quantità e qualità del personale coinvolto, giornate/anno dedicate all’evento, cadenza periodica, Comuni/Territori interessati, grandezza/capienza della location, complessità degli allestimenti, misure di security e safety;

b. finanziaria: costo complessivo dell’evento non inferiore a € 150.000 e dimostrata capacità di attrarre sponsor privati; tale requisito sarà oggetto di dichiarazione da parte del soggetto richiedente ai sensi del DPR 445/2000;

c. partecipanti/pubblico: capacità di attrarre e coinvolgere protagonisti/partecipanti attivi all’evento (artisti, operatori professionali, media, istituzioni, sponsor, etc.) e un numero significativo di spettatori, visitatori, fruitori dell’evento; d. media/share: significativa diffusione sui principali canali di comunicazione tradizionali, digitali e social, presenza di una tv nazionale e/o di un media certificabile e previsione di riprese dell’evento stesso

 

Tali eventi devono assicurare la più ampia partecipazione, nel rispetto dei principi di parità di genere, accessibilità e inclusività, sostenibilità ecologica, tutela dei lavoratori e del pubblico, anche in adempimento della normativa sulla protezione dei dati personali e non possono avere carattere esclusivamente commerciale e pubblicitario. Gli eventi posso svolgersi anche fuori dal territorio regionale purché abbiano le caratteristiche sopracitate e promuovano in modo esclusivo le eccellenze e/o il territorio lombardo.

Contributo finanziario

 

La dotazione finanziaria complessiva del bando è di € 1.600.000, di cui:

• € 400.000 sul bilancio 2024;

• € 600.000 sul bilancio 2025;

• € 600.000 sul bilancio 2026.

La presente misura è finanziata con risorse di Regione Lombardia. L’agevolazione si configura come contributo a fondo perduto, pari al 50% delle spese ritenute ammissibili. Il contributo non può in ogni caso superare € 40.000 per ciascun evento. I contributi sono concessi ed erogati sulla base del Regolamento de minimis n. 2831/2023 del 13 dicembre2023, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis” e, in particolare, degli artt. 1 (Campo di applicazione), 2 (Definizione ed in particolare la nozione di impresa unica), 3 (Aiuti de minimis), 5 commi 1 e 2 (Cumulo) e 6 (Controllo). La concessione dei contributi non è rivolta: − ai settori esclusi di cui all’art. 1 par.1 e 2 del Reg. UE 2831/2023;

− alle imprese che sono oggetto di procedura concorsuale per insolvenza o soddisfano le condizioni previste dal diritto nazionale per l’apertura nei propri confronti di una tale procedura su richiesta dei suoi creditori.

Ai sensi del detto Regolamento, in particolare, tale regime prevede che:

− (art. 3 c. 2) l’importo complessivo degli aiuti “de minimis” concessi a un’impresa unica non può superare € 300.000 nell’arco di tre anni. Il periodo di tre anni è da considerarsi su base mobile, rispetto al momento della concessione.

− (art. 2 c. 2) per “impresa unica” s’intende l’insieme delle imprese fra le quali intercorre almeno una delle relazioni seguenti:

a) un’impresa detiene la maggioranza dei diritti di voto degli azionisti o soci di un’altra impresa;

b) un’impresa ha il diritto di nominare o revocare la maggioranza dei membri del Consiglio di amministrazione, direzione o sorveglianza di un’altra impresa;

c) un’impresa ha il diritto di esercitare un’influenza dominante su un’altra impresa in virtù di un contratto concluso con quest’ultima oppure in virtù di una clausola dello statuto di quest’ultima;

d) un’impresa azionista o socia di un’altra impresa controlla da sola, in virtù di un accordo stipulato con altri azionisti o soci dell’altra impresa, la maggioranza dei diritti di voto degli azionisti o soci di quest’ultima;

 

Le imprese fra le quali intercorre una delle relazioni di cui alle lettere da a) a d), per il tramite di una o più altre imprese sono anch’esse considerate un’impresa unica.

 

Scadenza

 

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi e Servizi all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it entro il 90° giorno prima della data di inizio dell’evento:

• anno 2024: dalle ore 10:00 del 26 febbraio 2024 alle ore 12:00 del 4 settembre 2024 per eventi dal 26 maggio 2024 al 3 dicembre 2024;

• anno 2025: dalle ore 10:00 del 5 settembre 2024 alle ore 12:00 del 4 settembre 2025 per eventi dal 4 dicembre 2024 al 3 dicembre 2025;

• anno 2026: dalle ore 10:00 del 5 settembre 2025 alle ore 12:00 del 4 settembre 2026 per eventi dal 4 dicembre 2025 al 3 dicembre 2026.

Ulteriori informazioni Bandi | Bandi e Servizi (regione.lombardia.it)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles