Bando per progetti su piccola scala

29 Febbraio 2024
TITOLO Interreg Alpine Space

 

 

Bando per progetti su piccola scala

ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Programma Interreg

SETTORE DI RIFERIMENTO Politiche regionali e cooperazione territoriale
OBIETTIVI ED IMPATTO Interreg è una serie di programmi per la coesione tra regioni all’interno e all’esterno dell’Unione Europea. Il programma Interreg Spazio Alpino cofinanzia e sostiene progetti di cooperazione attraverso i confini di sette Paesi alpini. Dalla sua creazione nel 2000, affronta sfide comuni e migliora la qualità della vita degli 80 milioni di abitanti della regione alpina. Nell’attuale periodo 2021-2027, siamo in prima linea nella transizione verso un territorio europeo unico, neutrale dal punto di vista delle emissioni di anidride carbonica e resiliente al clima: la Regione alpina.

 

nterreg Alpine Space funge da motore per gli stakeholder disposti a mettere in pratica nuove idee sulla resilienza climatica e sulle infrastrutture verdi, sulla neutralità delle emissioni di carbonio, sull’innovazione e sulla governance. Il programma sostiene progetti che colgono opportunità di crescita economica o che fanno il punto e capitalizzano i risultati raggiunti. L’obiettivo finale è quello di rendere la regione alpina più verde e più intelligente e di contribuire a far progredire le azioni nei settori politici coperti da EUSALP.

 

I progetti devono dimostrare chiaramente perché e come l’approccio transnazionale apporta un valore aggiunto nell’affrontare i temi definiti. Dovranno essere spiegati il carattere genuinamente transnazionale e il valore aggiunto transnazionale, nonché la misura in cui le sfide affrontate e le soluzioni proposte rispondono a un’esigenza identificata nel Programma Interreg (PI) e/o in altri documenti sovranazionali. Dovrà essere spiegato perché il livello transnazionale è quello giusto per affrontare la questione trattata dal progetto, rispetto ai livelli nazionale, regionale o locale. I benefici e i vantaggi di un approccio transnazionale per il progetto e per gli obiettivi previsti devono essere chiaramente dimostrati.

PRIORITÀ 1

 

Regione alpina verde e resiliente al clima

 

PRIORITÀ 2

 

Regione alpina neutrale dal punto di vista del carbonio e sensibile alle risorse

 

 

PRIORITÀ 3

 

Innovazione e digitalizzazione a sostegno di una regione alpina verde

 

PRIORITÀ 4

 

Regione alpina gestita e sviluppata in modo cooperativo

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

I progetti classici devono coinvolgere da 7 a 12 partner di almeno quattro Paesi diversi dell’area del programma. Eventuali deroghe possono essere accettate solo in casi ben giustificati.

Il programma Interreg Spazio Alpino accoglie la partecipazione di organizzazioni del settore pubblico e privato che apportano un valore aggiunto all’attuazione dei progetti. Queste organizzazioni possono partecipare come PP, ma anche contribuire come osservatori o esperti esterni. Di seguito vengono illustrati i diversi ruoli e i relativi prerequisiti.

 

I partner di progetto (PP) sono organizzazioni che partecipano direttamente alla preparazione e all’attuazione di un progetto dello Spazio Alpino e sono ufficialmente elencati nel modulo di domanda (AF) del progetto. Le organizzazioni devono soddisfare determinate condizioni per quanto riguarda la loro natura giuridica e la loro ubicazione geografica. I seguenti enti possono agire come PP: enti pubblici e organismi di diritto pubblico; organizzazioni private. Non è previsto che le persone fisiche agiscano come PP nell’ASP 2021-2027. Gli enti pubblici e gli organismi di diritto pubblico sono definiti nella Direttiva 2014/24/UE, articolo 2, sugli appalti pubblici come: lo Stato, le autorità regionali o locali, le associazioni costituite da tali autorità; gli organismi di diritto pubblico e le loro associazioni. Secondo questa direttiva, un “organismo di diritto pubblico” è chiunque:

a) istituiti con lo scopo specifico di soddisfare esigenze di interesse generale, non aventi carattere industriale o commerciale;

b) avere personalità giuridica; e

c) essere: finanziate, per la maggior parte, dallo Stato, dalle autorità regionali o locali, o da altri organismi di diritto pubblico; o soggette al controllo della gestione da parte di tali organismi; o avere un consiglio di amministrazione, di gestione o di vigilanza, di cui più della metà dei membri è nominata dallo Stato, dalle autorità regionali o locali, o da altri organismi di diritto pubblico. Per organizzazioni private si intendono le organizzazioni dotate di capacità giuridica che non rientrano nella definizione di enti pubblici e di organismi di diritto pubblico di cui sopra.

 

I progetti su piccola scala sono più brevi e coinvolgono meno partner rispetto ai progetti classici. Permettono ai beneficiari di affrontare argomenti innovativi da una prospettiva tematica e/o territoriale. La loro selezione segue una procedura di candidatura in un’unica fase.

 

·         Partenariato: Da 4 a 7 partner

·         Transnazionalità: almeno 3 paesi

·         Focus attuale: governance

 

 

Ogni progetto dovrà identificare un LP il cui compito principale è quello di assumersi la responsabilità della preparazione e dell’attuazione del progetto. Il LP rappresenta il partenariato e agisce come partner contrattuale dell’AdG. Nel caso in cui il capofila sia un’organizzazione del Liechtenstein o della Svizzera, un capofila del FESR deve garantire la gestione finanziaria del progetto. In questa situazione, il capofila del FESR deve essere anche un ente pubblico o un ente di diritto pubblico.

 

 

Come regola generale, i PP devono essere situati all’interno dell’area del programma. L’area di programma per il Programma Interreg Spazio Alpino 2021-2027 comprende i seguenti territori:

 

·         Austria: l’intero territorio

·         Francia – NUTS 2: Alsazia, Franche-Comte, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Rodano-Alpi

·         Germania – NUTS 2: Oberbayern, Niederbayern, Oberpfalz, Oberfranken, Mittelfranken, Unterfranken, Schwaben; Stoccarda, Karlsruhe, Friburgo, Tubinga

·         Italia – NUTS 2: Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano / Bozen, Valle d’Aosta / Vallée d’Aoste, Piemonte, Liguria

·         Liechtenstein: intero territorio

·         Slovenia: intero territorio

·         Svizzera: intero territorio

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

In conformità al quadro normativo, le regole di ammissibilità sono definite per le seguenti cinque categorie di costi: Costi del personale Costi d’ufficio e di amministrazione Costi di viaggio e di soggiorno Costi per competenze e servizi esterni Costi per le attrezzature Tutti i costi che non rientrano nell’ambito di una delle categorie di costo specificate più avanti nel presente documento non sono generalmente ammissibili. In linea con l’articolo 38 del Regolamento Interreg, i costi relativi a infrastrutture e opere non sono ammissibili nell’ambito del programma Interreg Spazio Alpino.

 

È finanziato attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e i contributi nazionali dei suoi sette Stati partner. –

Per il 2021-2027, il programma ha un budget di 107 milioni di euro FESR.36,5 milioni sono concentrati nella priorità 1 –

Tasso di cofinanziamento: 75% – Opportunità di cofinanziare circa 100 nuovi progetti (classici e su piccola scala)

 

Budget totale per singolo progetto: da 250 a 750 milioni di euro.

Z

Durata: Da 12 a 24 mesi

Z

Partenariato: Da 4 a 7 partner

Z

Transnazionalità: almeno 3 paesi

 

SCADENZA

 

27 giugno 2024 alle 13:00.
ULTERIORI INFORMAZIONI Come candidarsi – Programma Spazio Alpino (alpine-space.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles