City-to-City Exchanges EUI – Capacity Building Scambi da città a città EUI – Sviluppo delle capacità Commissione europea European Urban Initiative

14 Aprile 2023
Titolo City-to-City Exchanges EUI – Capacity Building

Scambi da città a città EUI – Sviluppo delle capacità

Ente finanziatore Commissione europea

European Urban Initiative

Settore di riferimento Sviluppo Urbano
Obiettivi ed impatto attesi Uno scambio da città a città mette in contatto un’autorità urbana (“il richiedente”) che si trova ad affrontare una specifica sfida di attuazione relativa allo sviluppo urbano sostenibile e un’altra autorità urbana di un altro Stato membro dell’UE con competenze che potrebbero aiutare ad affrontare questa sfida (“il pari”) per una visita di breve durata e di rapida attuazione. In linea di principio, gli scambi da città a città sono di natura bilaterale, ma, se giustificato, può essere incluso un secondo peer.

 

Uno scambio da città a città è un’attività dal basso verso l’alto, su richiesta. Il contenuto, i tempi e il formato dello scambio sono definiti dal richiedente in base alle sue esigenze specifiche legate alla progettazione e all’attuazione dello Sviluppo urbano sostenibile. Gli interlocutori devono essere identificati dal richiedente.

Lo scambio tra città deve concentrarsi su una sfida politica specifica relativa alla progettazione e all’attuazione dello sviluppo urbano sostenibile nell’ambito della politica di coesione.

 

L’obiettivo di uno scambio tra città è migliorare la capacità del richiedente di affrontare la sfida individuata attraverso un processo di apprendimento tra pari e la condivisione di competenze. I pari devono condividere conoscenze pratiche e know-how adattati alla sfida identificata e al contesto urbano del richiedente.

 

Gli scambi tra città offrono opportunità a breve termine per l’apprendimento tra pari. Possono essere semplici come una visita tra due città. Se debitamente giustificato, un richiedente può definire fino a tre visite per domanda da completare entro cinque mesi, se una serie di eventi è più adatta ad affrontare la sfida identificata.

Per raggiungere l’obiettivo di potenziamento delle capacità di uno scambio, ci si aspetta che i pari condividano conoscenze pratiche e know-how adattati alla sfida identificata e al contesto urbano del richiedente. Ciò può includere :

 

▪       Conoscenza di azioni e approcci adeguati

▪       Competenze tecniche e metodi di lavoro

▪       Esperienze di come il problema è stato affrontato nella città

▪       Raccomandazioni sulle possibili azioni da intraprendere da parte della città candidata.

 

Il richiedente sceglie il formato più appropriato per ciascuna visita in base alle proprie esigenze: una visita in uscita, in cui il richiedente si reca in una città, o una visita in entrata, in cui il peer visita la città del richiedente. Ogni visita può durare da due a cinque giorni.

Criteri di eleggibilità Possono presentare domanda solo le autorità urbane degli Stati membri dell’UE. Non è previsto un requisito minimo di popolazione per la città, il comune, l’area urbana funzionale o il sobborgo. Anche i soggetti interessati possono partecipare allo scambio insieme all’autorità urbana, se giustificato nella domanda.

 

Sono particolarmente incoraggiate le candidature di città con meno di 500.000 abitanti e di regioni meno sviluppate e in transizione.

 

Tutti i candidati devono dimostrare il loro interesse per gli approcci integrati e basati sul luogo allo sviluppo urbano sostenibile o il loro coinvolgimento nell’attuazione di strategie di sviluppo urbano sostenibile.

Contributo finanziario

 

Ai partecipanti allo scambio tra città viene offerto un sostegno finanziario. Il sostegno finanziario viene erogato sotto forma di somme forfettarie6 e viene pagato direttamente a ciascuna città partecipante (città richiedente e pari). Le spese coperte sono i costi del personale (solo per i pari), i costi di viaggio e la diaria (vitto e alloggio).

Il sostegno finanziario copre le seguenti spese:

▪       Costi del personale: Fino a due persone per ogni città peer hanno diritto a ricevere un importo fisso di 350 euro al giorno per la durata degli scambi, o per un giorno nel caso di uno scambio online. Non sono previsti costi di personale per la città richiedente.

▪       Spese di viaggio: possono essere preventivate e rimborsate le spese di viaggio di un massimo di 2 persone per pari e di un massimo di 4 persone della città richiedente. Il rimborso consiste in una somma forfettaria basata sulla distanza tra la città ospitante e quelle partecipanti. Per distanze superiori a 400 km, l’importo forfettario è calcolato sulla base dei seguenti importi di costo unitario per fascia di distanza. Per distanze inferiori a 400 km, l’importo forfettario è calcolato sommando i “viaggi di andata e ritorno all’interno dello Stato membro” degli Stati membri della città ospitante e della città partecipante interessata.

▪       Diaria: è possibile mettere a bilancio e rimborsare una diaria per un massimo di 2 persone per ogni città partecipante e per un massimo di 4 persone della città richiedente. La diaria è una tariffa giornaliera che copre l’alloggio, il vitto e il trasporto locale delle città partecipanti. La diaria copre la durata dello scambio (da 2 a 5 giorni per evento) più un giorno per evento per coprire il tempo di viaggio necessario. Le città ospitanti non hanno diritto a mettere a bilancio o a richiedere alcun rimborso per i costi di viaggio o di diaria (vitto e alloggio). Gli importi della diaria si basano sulle tariffe della Commissione Europea – 25/07/2022.

Scadenza

 

Il bando per gli scambi tra città è stato aperto il 4 aprile 2023 e si chiuderà il 17 novembre 2023 alle 12:00 CET. Le domande vengono presentate e approvate per l’implementazione su base continua mentre il bando è aperto.
Ulteriori informazioni  

EUI-CB Guidance for City to City Exchanges_1.pdf (urban-initiative.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles