Contenuti televisivi e online CREA-MEDIA-2024-TVONLINE

30 Settembre 2023
Titolo Contenuti televisivi e online

CREA-MEDIA-2024-TVONLINE

 

TV and online content

CREA-MEDIA-2024-TVONLINE

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma

Programma Europa Creativa (CREA)

Settore di riferimento SETTORE AUDIOVISIVO
Obiettivi ed impatto attesi Ambito di applicazione:

L’obiettivo del sostegno ai contenuti televisivi e online è quello di aumentare la capacità dei produttori audiovisivi di sviluppare e produrre progetti forti con un significativo potenziale di diffusione in tutta Europa e oltre, e di facilitare le coproduzioni europee e internazionali nel settore televisivo e online.

L’azione mira a rafforzare l’indipendenza dei produttori rispetto alle emittenti e alle piattaforme digitali, a migliorare la collaborazione tra gli operatori, compresi i produttori indipendenti, le emittenti, le piattaforme digitali e gli agenti di vendita, dei diversi Paesi che partecipano alla sezione MEDIA, al fine di produrre una programmazione di alta qualità destinata a un’ampia distribuzione internazionale e promossa a un vasto pubblico, compreso lo sfruttamento commerciale nell’ambiente multipiattaforma. Particolare attenzione sarà data ai progetti che presentano aspetti innovativi nei contenuti e nel finanziamento e che mostrano un chiaro legame con le strategie di distribuzione previste.

Risultati attesi

  • Aumento della produzione di opere europee di alta qualità per la trasmissione lineare e non lineare, anche su piattaforme digitali, e aumento del numero di coproduzioni.
  • Cooperazione rafforzata tra gli operatori di diversi Paesi che partecipano alla sezione MEDIA, anche tra le emittenti.
  • Aumento dell’audience delle opere europee attraverso la trasmissione lineare e non lineare, anche su piattaforme digitali.

Descrizione delle attività da finanziare

 

L’azione per i contenuti televisivi e online supporta opere (film di fiction, animazione e documentari) destinate alla trasmissione lineare e non lineare, presentando:

  • una forte cooperazione tra gli operatori di diversi Paesi che partecipano alla sezione MEDIA, anche tra le emittenti;
  • alto valore creativo/artistico e ampio potenziale di sfruttamento transfrontaliero in grado di raggiungere il pubblico a livello europeo e internazionale;
  • aspetti innovativi in termini di contenuti e finanziamenti che mostrano un chiaro legame con le strategie di distribuzione previste.

Le candidature devono presentare strategie adeguate per garantire un’industria più sostenibile e più rispettosa dell’ambiente (in particolare attraverso l’uso di consulenti di greening che consentano di ridurre l’impatto ambientale delle produzioni e delle riprese) e per garantire l’equilibrio di genere, l’inclusione, la diversità e la rappresentatività.

I seguenti progetti non sono ammissibili:

– registrazioni dal vivo, giochi televisivi, talk show, programmi di cucina, riviste, show televisivi, reality show, programmi educativi, didattici e “come fare”;

– documentari di promozione turistica, “making-of”, reportage, reportage sugli animali, telegiornali e “docu-soap”;

– progetti che includono materiale pornografico o razzista o che incitano alla violenza; – opere di carattere promozionale;

– produzioni istituzionali per promuovere un’organizzazione specifica o le sue attività; – video musicali e videoclip;

– progetti già finanziati da Eurimages;

– produzioni originariamente destinate al cinema (ad esempio, sono coinvolti diversi distributori teatrali e/o un agente di vendita internazionale).

 

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

– essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

– essere stabiliti in uno dei paesi ammissibili, ossia:

– Paesi partecipanti a Europa Creativa:

– Stati membri dell’UE (compresi i paesi e territori d’oltremare (PTOM))

– Paesi non appartenenti all’UE:

– i paesi SEE elencati e i paesi associati al Programma Europa Creativa o i paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti)

– avere sede in uno dei Paesi che partecipano a pieno titolo alla sezione MEDIA del Programma Europa Creativa e appartenere direttamente o indirettamente, interamente o con partecipazione maggioritaria, a cittadini di tali Paesi. Quando una società è quotata in borsa, la sede della borsa determinerà in linea di principio la sua nazionalità.

– essere società di produzione audiovisiva europea indipendente I beneficiari e le entità affiliate devono iscriversi al Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation).

Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

Organismi dell’UE – Gli organismi dell’UE (ad eccezione del Centro comune di ricerca della Commissione europea) NON possono far parte del consorzio.

Associazioni e gruppi di interesse – Le entità composte da membri possono partecipare come “beneficiari unici” o “beneficiari senza personalità giuridica”. Si noti che se l’azione sarà attuata dai membri, anche questi dovranno partecipare (come beneficiari o come entità affiliate, altrimenti i loro costi NON saranno ammissibili).

 

Società di produzione audiovisiva europea indipendente

– Una società indipendente è una società che non è, direttamente o indirettamente, controllata a maggioranza da un fornitore di servizi di media audiovisivi, né in termini di partecipazione azionaria né in termini commerciali.

Si ritiene che il controllo di maggioranza si verifichi quando più del 25% del capitale sociale di una società di produzione è detenuto da un unico fornitore di servizi di media audiovisivi (50% quando più fornitori di servizi di media audiovisivi detengono azioni o altri mezzi di controllo nella società).

Una società di produzione audiovisiva è una società il cui obiettivo e attività principale è la produzione audiovisiva.

 

Paesi che stanno negoziando accordi di associazione

– I beneficiari dei Paesi con negoziati in corso (vedi elenco sopra) possono partecipare all’invito e possono firmare le sovvenzioni se i negoziati si concludono prima della firma della sovvenzione (con effetto retroattivo, se previsto dall’accordo).

 

Composizione del consorzio

Sono ammesse candidature di singoli richiedenti (singoli beneficiari; se necessario, sono ammesse entità affiliate), nonché proposte presentate da un consorzio di almeno 2 richiedenti (beneficiari; non entità affiliate).

 

Sono ammissibili solo le attività di produzione delle seguenti opere destinate principalmente allo sfruttamento televisivo o online:

– film di fiction (singoli o in serie) della durata complessiva di almeno 90 minuti

– animazione (singola o in serie) della durata complessiva di almeno 24 minuti

– documentari creativi (singoli o in serie) della durata complessiva di almeno 50 minuti.

Le opere progettate per essere una serie con una strategia di distribuzione e marketing comune devono essere presentate come serie. I singoli episodi di una serie non possono essere suddivisi in domande separate. La domanda deve essere presentata al più tardi il primo giorno delle riprese principali (o dell’inizio dell’animazione per i progetti di animazione).

L’opera deve essere prodotta con la partecipazione significativa di professionisti che siano cittadini e/o residenti di paesi partecipanti alla sezione MEDIA. ”

Per “partecipazione significativa” si intende il possesso di più del 50% dei punti sulla base della tabella sottostante che include anche le location. Il totale può variare a seconda del tipo di lavoro (animazione, documentario, fiction) e del totale dei professionisti effettivamente coinvolti.

 

L’opera deve prevedere la partecipazione di almeno due emittenti di due Paesi partecipanti alla sezione MEDIA. Per “società di radiodiffusione” si intende qualsiasi emittente (fornitore di servizi di media audiovisivi lineari) o servizio di media audiovisivi a richiesta (fornitore di servizi di media audiovisivi non lineari) come definito all’articolo 1, paragrafo 1, della direttiva sui servizi di media audiovisivi (DIR 2010/13/UE e DIR 2018/1808/UE che modifica la DIR 2010/13/UE). La partecipazione delle emittenti deve essere supportata da contratti o lettere d’impegno vincolanti firmate che specifichino le condizioni della loro partecipazione finanziaria e includano il prezzo e la durata della licenza. Le lettere che non contengono questi elementi obbligatori non saranno prese in considerazione. Non sono considerate lettere d’impegno vincolanti le lettere che mostrano un interesse preliminare, le lettere d’intenti subordinate al vaglio finale e le lettere che accettano di acquistare eventualmente l’opera una volta prodotta.

I diritti di sfruttamento concessi in licenza a tutte le emittenti che partecipano alla produzione devono essere restituiti al produttore dopo un periodo massimo di licenza di:

– 7 anni se la partecipazione dell’emittente assume la forma di una prevendita;

– 10 anni se la partecipazione dell’emittente assume anche la forma di una coproduzione.

Se l’accordo di coproduzione non specifica i diritti di coproduzione assegnati all’emittente, può essere considerato tale solo se l’emittente effettua un investimento finanziario superiore all’investimento medio degli altri partner e partecipa all’organizzazione e alla gestione economica della produzione. Se una delle emittenti non rispetta questi diritti massimi di sfruttamento, la domanda non è ammissibile.

 

 

Durata

Di norma, i progetti non devono superare i 36 mesi.

Sono possibili estensioni, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento.

 

Contributo finanziario

 

Budget disponibile Il budget disponibile stimato per il bando è di 20 000 000 di euro.

Il budget è suddiviso indicativamente come segue:

40% per la prima data di scadenza,

60% per la seconda data di scadenza

 

I parametri della sovvenzione (importo massimo della sovvenzione, tasso di finanziamento, costi totali ammissibili, ecc.

 

Budget del progetto (importo massimo della sovvenzione):

·      Per i documentari creativi, l’importo massimo della sovvenzione è di 300 000 euro per progetto.

·      Per le opere di animazione, l’importo massimo della sovvenzione è di 500 000 euro per progetto.

·      Per le opere teatrali, l’importo massimo della sovvenzione per progetto è:

– 500 000 EUR se il budget di produzione ammissibile è inferiore a 10 milioni di EUR,

– 1 milione di euro se il budget di produzione ammissibile è compreso tra 10 e 20 milioni di euro,

– 2 milioni di euro se il budget di produzione ammissibile è superiore a 20 milioni di euro. La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto.

 

La sovvenzione sarà di tipo forfettario. Ciò significa che rimborserà un importo fisso, basato su una somma forfettaria o su un finanziamento non legato ai costi.

L’importo sarà fissato dall’autorità concedente sulla base del budget stimato del progetto e di un tasso di finanziamento massimo del 20%.

 

Un minimo del 40% del finanziamento del budget totale stimato per la produzione deve essere garantito da fonti di finanziamento terze, quali contributi di emittenti, distributori, fondi e investitori azionari privati e/o pubblici. Il tax shelter è accettato come fonte di finanziamento di terzi solo se confermato da documenti di supporto degli enti competenti. L’investimento proprio del produttore e del coproduttore e la sovvenzione MEDIA richiesta non sono considerati una fonte di finanziamento terza. Tutte le fonti di finanziamento terze devono essere comprovate da contratti o da lettere di impegno vincolanti firmate di recente, che indichino l’importo del contributo finanziario, la natura dei diritti venduti e la durata della licenza. Le lettere che non includono questi elementi obbligatori non saranno prese in considerazione. Non sono considerate lettere d’impegno vincolanti le lettere che mostrano un interesse preliminare, le lettere d’intenti soggette a un vaglio finale e le lettere che accettano di acquistare eventualmente l’opera una volta prodotta.

 

Se l’azione è coprodotta da più società di produzione, è necessario presentare un contratto di coproduzione (o deal-memo) insieme alla domanda.

Almeno il 50% del finanziamento totale stimato deve provenire da Paesi che partecipano alla sezione MEDIA.

I progetti devono essere conformi agli interessi e alle priorità politiche dell’UE

Non è consentito il sostegno finanziario a terzi.

 

 

Capacità finanziaria

I candidati devono disporre di risorse stabili e sufficienti per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota.

Le organizzazioni che partecipano a più progetti devono avere una capacità sufficiente per realizzarli tutti.

La verifica della capacità finanziaria sarà effettuata sulla base dei documenti che vi sarà richiesto di caricare nel Registro dei Partecipanti durante la preparazione della sovvenzione (ad esempio, conto economico e bilancio, business plan, relazione di revisione contabile prodotta da un revisore esterno approvato, che certifichi i conti dell’ultimo esercizio finanziario chiuso, ecc).

L’analisi si baserà su indicatori finanziari neutri, ma terrà conto anche di altri aspetti, come la dipendenza dai finanziamenti dell’UE e il deficit e le entrate degli anni precedenti.

Il controllo viene normalmente effettuato per tutti i coordinatori, ad eccezione di:

– enti pubblici (enti istituiti come enti pubblici ai sensi della legislazione nazionale, comprese le autorità locali, regionali o nazionali) o organizzazioni internazionali – enti attivi nei settori culturali e creativi che hanno ricevuto più del 50% delle loro entrate annuali da fonti pubbliche negli ultimi due anni – se l’importo della sovvenzione richiesta per il progetto non supera i 60.000 euro.

Scadenza

 

Date di scadenza

07 dicembre 2023 17:00:00 ora di Bruxelles

14 maggio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles

 

Modello a scadenza

taglio multiplo

Ulteriori informazioni call-fiche_crea-media-2024-tvonline_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles