Contributi alle Scuole dell’infanzia autonome e Dote Scuola – componente Sostegno Disabili

15 Luglio 2023

Titolo

Contributi alle Scuole dell’infanzia autonome e Dote Scuola – componente Sostegno Disabili a.s. 2022/2023

Ente finanziatore

Lombardia

Obiettivi ed impatto attesi

L’ Avviso pubblico indica le modalità di presentazione delle domande per l’assegnazione, per l’anno scolastico 2022/2023, dei contributi a sostegno delle Scuole dell’Infanzia autonome (non comunali e non statali), senza finalità di lucro, per le spese di gestione ordinaria e per le spese relative al personale insegnante di sostegno.

Criteri di eleggibilità

Possono presentare domanda di contributo i Legali Rappresentanti (ovvero loro delegati) delle dell’Infanzia autonome, non statali e non comunali, senza fini di lucro, aventi sede sul territorio regionale. Sono ammesse anche le Scuole dell’Infanzia autonome, non statali e non comunali, senza fini di lucro, situate in Comuni montani di piccole dimensioni o in località prive di altre strutture educative per la prima infanzia e che accolgano – in deroga alla soglia minima di bambini frequentanti stabilita dalla vigente normativa – gruppi di bambini fino a tre unità per Sezione, di età compresa tra i due e i tre anni, sulla base di progetti attivati a livello territoriale, d’intesa con i rispettivi Comuni.

I soggetti destinatari del beneficio sono gli studenti frequentanti le Scuole dell’Infanzia, come individuate al precedente punto A3 Soggetti beneficiari. Il contributo di gestione e la Dote Scuola – componente Sostegno disabili a.s. 2022/2023 sono destinati ai bambini del primo, del secondo e del terzo anno, con esclusione dei frequentanti le Sezioni Primavera, che beneficiano di un altro contributo pubblico dedicato

Contributo finanziario

Lo stanziamento finanziario messo a disposizione per il presente Avviso pubblico, nel 2023, ammonta ad euro 9.000.000, così ripartiti: – euro 8.000.000 a titolo di contributo per le spese di gestione, salvo ulteriori risorse aggiuntive che si dovessero render disponibili; – euro 1.000.000 a titolo di contributo per il sostegno didattico agli alunni disabili; – eventuali economie derivanti da Dote Scuola – componente Sostegno disabili per l’a.s. 2022/2023, a titolo di contributo per il sostegno didattico agli alunni disabili.

I contributi per le spese di gestione, ammontanti ad euro 8.000.000, salvo ulteriori risorse aggiuntive che si dovessero render disponibili, saranno assegnati a favore delle Scuole dell’Infanzia autonome sulla base dei criteri definiti dalla DCR n. 2484/2022 e di seguito sintetizzati: – il 50% in rapporto al numero di Sezioni: posto 100 il valore attribuito alle Scuole con numero di Sezioni corrispondenti al valore medio presente sul territorio regionale (pari a 4 e 5 Sezioni), il contributo assegnato a ciascuna Scuola è calcolato applicando un indice di maggiorazione del 25% alle Scuole con numero di Sezioni minore ovvero un indice di decremento del 25% a quelle con un numero di sezioni maggiore, anche al fine di un riequilibrio degli stanziamenti per sede. L’importo risultante – debitamente incrementato o ridotto – potrà essere oggetto di riparametrazione (positiva o negativa) in caso di non perfetta coincidenza del numero di Sezioni a cui è applicata una maggiorazione ovvero a quelle per le quali si provvederà al decremento; – il 20% in base al numero degli alunni. Tale importo è ottenuto dividendo lo stanziamento relativo a tale voce per il numero complessivo di alunni iscritti a tutte le Scuole aventi diritto. Il relativo risultato (contributo medio per alunno) è poi moltiplicato per il numero di alunni iscritti alla singola Scuola; – il 30% sulla base del numero delle sedi. Tale importo è ottenuto dividendo lo stanziamento relativo a tale voce per il numero complessivo di Scuole. Il 3% dell’importo è attribuito alle Scuole mono-sezioni quale Fondo di perequazione, tenuto conto della necessità di fornire alle stesse un sostegno in ragione della loro peculiarità territoriale e dell’ubicazione esclusiva in aree con svantaggio (Comuni montani, piccoli Comuni o frazioni), ove rappresentano l’unica offerta educativa garantita. I contributi per il sostegno didattico ai bambini disabili (fino alla concorrenza di euro 1.000.000, oltre ad eventuali economie derivanti da Dote Scuola – componente Sostegno disabili per l’a.s. 2022/2023), sono assegnati alle Scuole sulla base del numero totale dei bambini frequentanti, con disabilità certificata per l’anno scolastico 2022/2023, ai sensi della normativa vigente. Alle Scuole destinatarie che accolgono alunni con disabilità certificata, residenti in Lombardia e frequentanti Corsi a gestione ordinaria, è riconosciuto un contributo a parziale copertura dei costi del personale insegnante impegnato in attività didattica di sostegno.

Il contributo per il sostegno didattico a favore degli alunni con disabilità è calcolato fino ad un massimo di 900 euro per bambino disabile inserito. È erogato pertanto fino alla concorrenza del costo del personale docente esposto, al netto di ogni altro eventuale contributo pubblico. Nel caso in cui l’importo complessivo delle domande ammissibili risulti superiore allo stanziamento previsto nel Bilancio regionale, fatta salva la disponibilità di ulteriori risorse, i contributi possono essere rimodulati in misura proporzionale alle risorse disponibili

Scadenza

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi OnLine all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it, a partire dalle ore 12.00 del 30 giugno 2023 ed entro le ore 12.00 del 27 luglio 2023.

Ulteriori informazioni

8a5b242088c5abd0018902293dfb29a8 (regione.lombardia.it)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles