Contributi per interventi straordinari di edilizia scolastica 

31 Ottobre 2023
Titolo  

Contributi per interventi straordinari di edilizia scolastica 

Ente finanziatore  Regione Piemonte  
Obiettivi ed impatto attesi  l presente atto, definisce i criteri e le modalità di assegnazione di contributi per Interventi straordinari di edilizia scolastica, ai sensi della legge regionale 28/2007, articolo 27, comma 3, qualora la loro realizzazione si renda necessaria a causa di eventi che hanno compromesso l’agibilità degli edifici scolastici o di parte di essi nel caso sia dimostrata la necessità e la valenza strategica ed a livello territoriale dell’intervento, nei limiti di quanto previsto dal capitolo 2.6, punto 4.E, dell’Atto di indirizzo per l’attuazione degli interventi in materia di diritto allo studio, approvato con D.C.R. 367-6857 del 25 03-2019, come modificata con D.C.R. 222-10908 del 24-05-2022, di seguito “Atto di indirizzo” articolo 2.6 punto 4.E. 
Criteri di eleggibilità  Potranno presentare le richieste di contributo gli Enti locali pubblici singoli o associati, ai sensi della normativa vigente, detentori dell’onere della gestione della manutenzione straordinaria dell’edificio scolastico oggetto di intervento 

 

Sedi scolastiche ammissibili 

 Scuole statali (punti di erogazione del servizio funzionanti): a) scuole dell’infanzia, b) scuole primarie, c) scuole secondarie di I grado, d) scuole secondarie di II grado. 

 

Ogni richiesta di contributo dovrà riguardare 1 singolo edificio scolastico che soddisfi tutte le seguenti caratteristiche:  

◦ di proprietà di Ente Locale;  

◦ dichiarato inagibile  

◦ adibito all’istruzione scolastica sede di scuole statali (punti di erogazione del servizio funzionanti): a) scuole dell’infanzia, b) scuole primarie, c) scuole secondarie di I grado, d) scuole secondarie di II grado;  

◦ censito all’interno della procedura informatizzata dell’Anagrafe dell’Edilizia Scolastica ARES.2, il cui questionario al momento della presentazione della domanda:  

• sia stato aggiornato alla fase 2. (sono ammessi interventi su singole unità strutturali censite e validate in ARES);  

• risulti non validato alla fase2 ma risultante inattivo in quanto non ospitante un PES (punti di erogazione del servizio funzionanti): a) scuole dell’infanzia, b) scuole primarie, c) scuole secondarie di I grado, d) scuole secondarie di II grado). 

Contributo finanziario  

 

I contributi saranno assegnati nei limiti delle risorse disponibili per l’importo presunto di € 5.820.000,00. 

Il contributo minimo concedibile dovrà’ essere superiore ad € 100.000,00.  

 

 Il contributo massimo concedibile sarà calcolato in funzione dei mq oggetto di intervento, nel limite dei mq previsti dal D.M. 18-12-1975 per ciascun ordine e grado di scuola per il numero di classi attive (dati pubblicati su scuole in chiaro alla data di presentazione della richiesta) secondo i seguenti massimali:  

  • nuova costruzione: €/mq 3.000,00;  
  • interventi sull’esistente: €/mq 2.100,00 

 

Scadenza 

 

06/11/2023 – 23:59 
Ulteriori informazioni   DD-A15_536_2023 – Allegato N° 1 – DD-A15-536-2023-All_1-DD_INTERVENTI_STRAORDINARI_A_BANDO_20231012.pdf (regione.piemonte.it) 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto. 

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo. 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles