Effetti dei cambiamenti dirompenti nei trasporti: verso una mobilità resiliente, sicura ed efficiente dal punto di vista energetico

15 Febbraio 2024
TITOLO Effetti dei cambiamenti dirompenti nei trasporti: verso una mobilità resiliente, sicura ed efficiente dal punto di vista energetico

HORIZON-CL5-2024-D6-01-11

 

 

Effects of disruptive changes in transport: towards resilient, safe and energy efficient mobility

HORIZON-CL5-2024-D6-01-11

 

 

ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Programma

Programma quadro Horizon Europe (HORIZON)

 

SETTORE DI RIFERIMENTO Trasporto
OBIETTIVI ED IMPATTO La ricerca deve contribuire a tutti i seguenti risultati:

·         Sistemi di trasporto che siano resilienti, cioè preparati a cambiamenti dirompenti di vario tipo, e che quindi supportino un continuo miglioramento della sicurezza del traffico.

·         La resilienza agli eventi imprevisti (pandemie, disastri naturali, decisioni politiche, conflitti, interruzioni dell’energia e dei carburanti, vulnerabilità nell’approvvigionamento di materie prime e componenti, ecc.

·         Maggiore comprensione del modo in cui i cambiamenti improvvisi nella disponibilità dei mezzi di trasporto, ad esempio a causa di eventi meteorologici drammatici o del divieto di circolazione di alcuni veicoli in una città, influenzano la sicurezza degli utenti del sistema di trasporto e gli effetti psicologici sottostanti per le reazioni degli utenti.

Ambito di applicazione:

L’importanza di un sistema di trasporto robusto diventa molto evidente in tempi di rapidi cambiamenti che non sono né pianificati, né programmati, né previsti. La pandemia COVID-19 ha evidenziato diverse questioni (ad esempio, la consegna di beni essenziali, la garanzia di operazioni di trasporto pubblico ininterrotte e sicure per i lavoratori essenziali, ecc.) che devono essere affrontate per garantire la resilienza futura del sistema di trasporto e per assicurare che il livello di sicurezza dei trasporti non solo sia mantenuto, ma che raggiunga anche obiettivi più impegnativi. Ad esempio, la diminuzione dell’uso dei trasporti pubblici durante la pandemia ha portato in qualche misura a un aumento degli spostamenti in bicicletta e a piedi, ma anche a un maggiore uso dell’automobile in alcune parti del mondo. Allo stesso tempo, la diminuzione degli spostamenti ha comportato un minor numero di veicoli sulle strade in alcune aree, mentre altre hanno visto un aumento dei veicoli per le consegne, con l’incremento delle consegne a domicilio. Allo stesso modo, le attuali realtà del mercato energetico hanno reso ancora più urgente la necessità di un sistema di mobilità efficiente dal punto di vista energetico, in grado di assorbire le interruzioni nella catena di approvvigionamento del carburante.

Gli strumenti/servizi digitali e i nuovi mezzi di trasporto (ad esempio, la mobilità aerea urbana e la micromobilità), i nuovi modi di utilizzare le infrastrutture (ad esempio, un numero ancora maggiore di spazi condivisi con diversi tipi di veicoli, sia altamente automatizzati che controllati manualmente) in modo più efficiente dal punto di vista energetico e i nuovi comportamenti dovrebbero essere inclusi nella ricerca.

Al fine di fornire un trasporto sicuro e resiliente per tutti, ci si aspetta che vengano considerati molti aspetti in un approccio chiaramente multidisciplinare. Le azioni proposte devono affrontare almeno tre dei seguenti aspetti:

·         È necessario identificare gli scenari di cambiamenti dirompenti che possono rendere instabile un sistema di trasporto, analizzare le conseguenze sulla sicurezza dei trasporti e sviluppare soluzioni per affrontarli. Ciò include le implicazioni per la sicurezza di cambiamenti rapidi / nuovi incentivi (a volte in contraddizione con quelli precedenti, ad esempio per quanto riguarda l’uso del trasporto pubblico in una situazione di pandemia).

·         Analisi di come le differenze socio-economiche possano influire sulla sicurezza degli individui in caso di cambiamenti dirompenti (ad esempio, le opzioni di mobilità individuale sono determinate dallo status socio-economico).

·         Studio di come il concetto di resilienza a livello di sistema possa essere applicato e utilizzato per migliorare la sicurezza dei trasporti.

·         Valutazione del potenziale e sviluppo di raccomandazioni su come migliorare la sicurezza e la resilienza dei trasporti attraverso la pianificazione delle periferie e i futuri sviluppi abitativi con i loro effetti sulla domanda di trasporto e attraverso la progettazione delle reti di infrastrutture di trasporto.

Dovrebbe essere fornita una definizione di resilienza nel contesto dei sistemi di trasporto e dovrebbero essere determinati i fattori di sicurezza dei trasporti e di efficienza energetica che sono essenziali da prendere in considerazione. Inoltre, si dovrebbero identificare gli scenari di cambiamenti dirompenti che possono rendere instabile un sistema di trasporto, analizzarne le conseguenze sulla sicurezza dei trasporti e sviluppare soluzioni per affrontarli. Di conseguenza, si dovrebbe fornire un metodo strutturato per garantire la sicurezza come parte integrante dei sistemi di trasporto resilienti.

Una solida base per questa ricerca è l’approccio del sistema sicuro. Richiede l’inclusione di competenze rilevanti nelle scienze sociali e umane (SSH) e beneficerà della cooperazione internazionale.

 

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee) può partecipare (indipendentemente dal fatto che sia idoneo o meno al finanziamento), a condizione che siano state soddisfatte le condizioni stabilite dal regolamento Horizon Europe e qualsiasi altra condizione stabilita nel tema specifico del bando. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica costituita e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto privo di personalità giuridica.

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la domanda, per ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, durante la fase di preparazione della sovvenzione, verrà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrino il loro status giuridico e la loro origine. Un PIC convalidato non è un prerequisito per presentare una domanda.

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE compreso tra 3,00 e 3,50 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 7,00 milioni di euro. Tipo di azione Azioni di ricerca e innovazione
SCADENZA

 

05 settembre 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI wp-8-clima-energia-e-mobilità_orizzonte-2023-2024_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles