Enterprise Europe Network Energy Efficiency Action Azione di efficienza energetica della rete Enterprise Europe TOPIC ID: SMP-COSME-2023-EENEE-01

14 Aprile 2023
Titolo Enterprise Europe Network Energy Efficiency Action

Azione di efficienza energetica della rete Enterprise Europe

TOPIC ID: SMP-COSME-2023-EENEE-01

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma per il mercato unico (SMP)

Settore di riferimento Impresa e industria
Obiettivi ed impatto attesi Il consorzio selezionato dovrà scegliere le PMI tra i clienti della rete Enterprise Europe Network o tra i nuovi clienti che potranno beneficiare di un sostegno finanziario diretto a terzi fino a 10.000 euro attraverso un bando dedicato, aperto e trasparente, aperto alle aziende ammissibili (finanziamento a cascata). Il sostegno finanziario può essere utilizzato per coprire costi quali: audit specifici sull’efficienza energetica, contributo all’adozione di tecnologie efficienti dal punto di vista energetico nelle linee di produzione e contributo agli investimenti per aumentare l’efficienza energetica delle strutture aziendali al fine di ridurre la domanda e il consumo di energia.

 

Il progetto prevede la realizzazione di attività dedicate quali:

 

✔   La preparazione di bandi aperti e trasparenti per selezionare le PMI beneficiarie del sostegno finanziario diretto;

✔   La selezione delle PMI che riceveranno un supporto diretto sotto forma di sostegno finanziario a terzi;

✔   La fornitura di servizi di accompagnamento legati all’efficienza energetica attraverso i consulenti per la sostenibilità di EEN nella regione dei beneficiari, che si aggiungono ai servizi forniti nell’ambito della sovvenzione della rete EEN.

✔   Supporto per l’accesso a fonti di finanziamento complementari per gli investimenti in efficienza energetica, sia private che pubbliche a livello europeo, nazionale o locale;

✔   La fornitura di servizi aggiuntivi che possono essere considerati appropriati e complementari ai servizi già elencati sopra. Garantire un forte legame operativo con i membri della rete Enterprise Europe Network (in particolare i consulenti per la sostenibilità) e il loro coinvolgimento, ad esempio attraverso un comitato consultivo di organizzazioni EEN e/o altre metodologie indicate dal richiedente.

✔   Il progetto dovrebbe inoltre generare una serie di storie di successo sia da parte delle PMI che sviluppano soluzioni sia da parte di quelle che le adottano.

 

Ambito di applicazione:

In linea con gli obiettivi del pacchetto energetico invernale della Commissione del luglio 2022 e del prossimo pacchetto di aiuti alle PMI annunciato nel discorso sullo stato dell’Unione europea della Presidente von der Leyen, la DG GROW propone una nuova azione per sostenere le PMI nei loro sforzi per migliorare l’efficienza energetica delle loro strutture e linee di produzione. Ciò le aiuterà a sopravvivere alle attuali pressioni dovute all’aumento dei prezzi dell’energia.

 

Questa azione aumenterà la sostenibilità a lungo termine delle PMI europee, riducendo il loro impatto ambientale e aumentando la loro resistenza alle crisi attuali o future del mercato energetico.

 

Inoltre, porterà a nuove opportunità commerciali per le PMI che offrono soluzioni tecnologiche o non tecnologiche a problemi legati all’efficienza energetica, tra l’altro dando a queste PMI la possibilità di testare, commercializzare e distribuire tali soluzioni innovative e di entrare in contatto con altre PMI che necessitano delle loro soluzioni.

 

Questa azione è compatibile con i seguenti obiettivi specifici del Piano strategico nazionale, che mirano a rafforzare la competitività e la sostenibilità delle PMI e a conseguire ulteriori risultati a livello dell’Unione attraverso misure volte a:

 

✔   fornire un sostegno all’efficienza energetica alle PMI, promuovendo così la loro crescita sostenibile e la loro resilienza;

✔   facilitare la commercializzazione e la diffusione di tecnologie innovative per la riduzione dell’energia nel mercato unico;

✔   promuovere un ambiente imprenditoriale favorevole alle PMI, sostenere la loro transizione verso modelli di business più efficienti dal punto di vista energetico e digitali e promuovere nuove opportunità di business per le PMI, in particolare quelle che offrono modelli e soluzioni di business innovativi;

✔   sostenere la competitività e la resilienza degli ecosistemi e dei settori industriali, in particolare quelli a maggiore intensità energetica;

✔   promuovere la modernizzazione dell’industria, contribuendo a un’economia verde, digitale e resiliente.

Questa azione si basa sulle iniziative di successo intraprese dalla rete Enterprise Europe Network, già esistente e consolidata, e dai suoi nuovi consulenti per la sostenibilità, introdotti nel gennaio 2022.

 

 

Criteri di eleggibilità  

 

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

– essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

– essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia:

– Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM))

– Paesi non UE:

– Paesi SEE elencati e Paesi associati al Programma per il Mercato Unico o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (si veda l’elenco dei Paesi partecipanti)

– essere membri della rete Enterprise Europe Network 2022-2025 con un accordo di sovvenzione in corso firmato con l’EISMEA.

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Composizione del consorzio

Le proposte devono essere presentate da un consorzio (beneficiari; non entità affiliate), che soddisfi le seguenti condizioni:

– minimo 5 soggetti di 3 diversi Paesi ammissibili;

– massimo 2 soggetti possono appartenere allo stesso Paese in un consorzio.

 

Le aziende selezionate dal consorzio per il sostegno finanziario diretto devono:

– essere PMI secondo la definizione europea di PMI7 e in grado di dimostrare il loro status di PMI con lo strumento di autovalutazione delle PMI della Commissione europea;

– essere stabilite in uno degli Stati membri dell’UE o in uno dei Paesi terzi associati al SMP;

– aver progettato un piano d’azione in collaborazione con il consorzio EEN nella regione in cui hanno sede, con una forte dimensione di sostenibilità che includa le misure di efficienza energetica proposte per il finanziamento nell’ambito di questa azione;

– Non hanno ricevuto finanziamenti da altri enti per le attività sostenute da questa azione;

– Dimostrano la capacità di implementare a livello operativo e tecnico le misure di efficienza energetica pianificate;

– Si impegnano a informare il consorzio su come hanno implementato il supporto ricevuto e il suo impatto (ad esempio, contribuire a storie di successo).

– consentire controlli e verifiche da parte del consorzio selezionato e dell’EISMEA o di altri organismi di controllo competenti.

Il consorzio coordinerà le attività sopra descritte assicurando un’equa distribuzione del sostegno disponibile alle PMI nei Paesi ammissibili. Ogni Paese ammissibile deve essere rappresentato da almeno il 2% dei candidati, a condizione che in ogni Paese ammissibile il numero di candidati sia almeno doppio rispetto al numero finale di PMI selezionate. Il consorzio sarà responsabile di verificare che le misure proposte dalle PMI ammissibili siano appropriate per questa azione e dovrà riferire alla Commissione europea e all’EISMEA sugli obiettivi raggiunti. Il consorzio dovrà monitorare i risultati dell’azione attraverso un meccanismo di feedback che sarà progettato e fornito dal consorzio stesso e che raccoglierà sistematicamente i dati delle PMI beneficiarie e del/i gruppo/i di controllo e dovrà monitorare la qualità dell’azione attraverso controlli di qualità casuali effettuati sulle PMI beneficiarie.

 

I progetti devono tenere conto dei risultati dei progetti sostenuti da altri programmi di finanziamento dell’UE, in particolare dalla rete Enterprise Europe Network. Le complementarietà devono essere descritte nelle proposte di progetto (parte B del modulo di candidatura). I progetti devono essere conformi agli interessi e alle priorità politiche dell’UE (come l’ambiente, la politica sociale, di sicurezza, industriale e commerciale, ecc.) Il sostegno finanziario a terzi è consentito alle seguenti condizioni: – gli inviti a selezionare le PMI ammissibili devono essere aperti, ampiamente pubblicati e conformi agli standard dell’UE in materia di trasparenza, parità di trattamento, conflitto di interessi e riservatezza;

 

– gli inviti devono rimanere aperti per almeno due mesi su base continuativa;

– l’esito degli inviti deve essere pubblicato sui siti web dei partecipanti, includendo tra l’altro una descrizione delle misure di efficienza energetica sostenute, le date di assegnazione, le denominazioni legali e i Paesi dei destinatari finali;

– gli inviti devono avere una chiara dimensione europea, ossia facilitare l’adozione di soluzioni di efficienza energetica da parte delle PMI in Europa.

 

Le PMI ammissibili sono quelle che fanno parte della base clienti dell’EEN o i nuovi clienti, che soddisfano i criteri di ammissibilità e selezione dei bandi sopra descritti. Il sostegno finanziario a terzi è limitato a un importo massimo di 10.000 euro per ogni PMI selezionata.

 

Durata

I progetti devono normalmente durare 24 mesi (sono possibili proroghe, solo se debitamente  giustificate e attraverso un emendamento).

Contributo finanziario

 

Il budget disponibile per il bando è di 10 000 000 di euro. Si prevede di finanziare un progetto nell’ambito di questo bando. Di questo importo:

– almeno il 90% dei costi ammissibili deve essere dedicato al sostegno finanziario diretto alle PMI;

– fino al 10% dei costi ammissibili può essere destinato ai costi operativi e amministrativi del consorzio necessari per attuare l’azione (compresa la raccolta dei dati per la valutazione d’impatto basata su RCT).

Scadenza

 

31 Maggio 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni call-fiche_smp-cosme-2023-eenee_en.pdf (europa.eu)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles