European Researchers’ Night and Researchers at Schools 2024-2025 European Researchers’ Night and Researchers at Schools 2024-2025 TOPIC ID: HORIZON-MSCA-2023-CITIZENS-01-01

30 Giugno 2023
Titolo European Researchers’ Night and Researchers at Schools 2024-2025

European Researchers’ Night and Researchers at Schools 2024-2025

 

TOPIC ID: HORIZON-MSCA-2023-CITIZENS-01-01

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Ricerca e Innovazione
Obiettivi ed impatto attesi I risultati del progetto dovrebbero contribuire ai seguenti risultati:

 

Per i ricercatori

 

·      Maggiori opportunità di interagire con i cittadini e le autorità locali, regionali e nazionali;

·      Miglioramento delle capacità e delle competenze comunicative per interagire con un pubblico diverso da quello della ricerca, in particolare con alunni e studenti.

Per le organizzazioni

 

·      Aumento della reputazione e della visibilità delle organizzazioni partecipanti in termini di accoglienza di progetti di ricerca di eccellenza nei confronti del pubblico in generale e di possibili futuri studenti;

·      lavoro dei ricercatori reso più tangibile, concreto e accessibile, aprendo così la ricerca e la scienza a tutti;

·      Miglioramento della diffusione a tutti i pubblici, in particolare a coloro che non hanno un facile accesso alla scienza e alle attività di ricerca;

·      Migliore comunicazione dei risultati e delle attività di R&I alla società, aumento e rafforzamento delle opportunità di coinvolgimento dei cittadini.

Ambito di applicazione:

Le proposte devono riguardare sia l’organizzazione della Notte europea dei ricercatori sia l’attuazione dell’iniziativa “Researchers at Schools”.

 

La Notte europea dei ricercatori si svolge ogni anno, l’ultimo venerdì di settembre. Sostiene eventi che possono durare fino a due giorni: possono iniziare il venerdì e continuare il giorno successivo. Possono essere organizzati anche eventi preliminari all’evento principale e eventi successivi, come riunioni conclusive o eventi di follow-up su piccola scala. È l’occasione per un evento pubblico e mediatico a livello europeo per la promozione delle carriere nella ricerca.

 

La Notte Europea dei Ricercatori si rivolge al grande pubblico e attira persone a prescindere dal livello di preparazione scientifica, con un’attenzione particolare ai giovani e alle loro famiglie, agli alunni e agli studenti, in particolare a coloro che non hanno facile accesso e sono quindi meno inclini a impegnarsi nei settori STEAM (scienza, tecnologia, ingegneria, arti e matematica) o nelle attività di ricerca.

 

L’iniziativa Ricercatori nelle scuole porta i ricercatori nelle scuole e in altri centri pedagogici ed educativi per interagire con gli studenti sulle sfide della società e sul ruolo chiave della ricerca per affrontarle. Gli alunni potranno così conoscere direttamente i progetti e le iniziative di ricerca legati alle principali priorità dell’UE.

 

Tipi di attività

 

Le attività della Notte europea dei ricercatori possono combinare l’istruzione con l’intrattenimento, soprattutto quando si rivolgono a un pubblico giovane. Possono assumere varie forme, come mostre, esperimenti pratici, spettacoli scientifici, simulazioni, dibattiti, giochi, concorsi, quiz, ecc. Ove opportuno, si dovrebbe cercare di coinvolgere le istituzioni scolastiche per incoraggiare l’educazione scientifica formale e informale con l’obiettivo di migliorare la base delle conoscenze scientifiche. La Notte Europea dei Ricercatori dovrebbe essere evidenziata come un evento europeo (e di portata europea) e ogni proposta dovrebbe promuovere l’Unione Europea e il suo impatto sulla vita quotidiana dei cittadini nel modo più appropriato, a seconda dell’impostazione e della configurazione dell’evento, della sua ubicazione e delle sue attività.

 

Le attività dei ricercatori nelle scuole consentiranno ai ricercatori di presentare il loro lavoro e di interagire con gli studenti. I ricercatori si confronteranno con insegnanti, educatori e alunni sulle sfide legate ai cambiamenti climatici, allo sviluppo sostenibile, alla salute e ad altri temi legati alle priorità e ai principali orientamenti della Commissione europea, come l’European Green Deal o le Missioni UE. Le attività dei Ricercatori nelle scuole dovrebbero svolgersi in qualsiasi momento durante la durata del progetto e dovrebbero essere oggetto di una promozione dedicata, in particolare verso le scuole e altri centri pedagogici ed educativi.

 

Il coinvolgimento di ricercatori finanziati da Horizon Europe o da precedenti Programmi Quadro, in particolare dalle Azioni Marie Skłodowska-Curie, è altamente incoraggiato.

 

Sia la Notte europea dei ricercatori che l’iniziativa Ricercatori nelle scuole dovrebbero promuovere l’equilibrio di genere, la diversità e l’inclusione nella scienza in termini di attività programmate e di ricercatori coinvolti.

 

La Commissione europea ha definito delle priorità, in particolare attraverso le Missioni UE, che mirano ad affrontare le sfide delle nostre società. I candidati sono incoraggiati a concentrarsi e a includere nei loro eventi attività relative a queste priorità identificate dalle missioni.

 

Saranno fortemente incoraggiati i partenariati e il coordinamento a livello regionale, nazionale o transfrontaliero, con l’obiettivo di una buona distribuzione geografica e di evitare sovrapposizioni. Le attività svolte in Paesi terzi non associati non sono ammissibili al finanziamento.

 

.

 

I candidati sono incoraggiati a presentare proposte che coprano le attività per il 2024 e il 2025, compresa l’organizzazione di due edizioni successive (2024 e 2025) della Notte Europea dei Ricercatori e l’attuazione delle attività di Researchers at Schools durante la durata del progetto.

 

 

 

 

Criteri di eleggibilità La Notte europea dei ricercatori può essere organizzata da un singolo beneficiario o da più organizzazioni che costituiscono un partenariato a livello regionale, nazionale o internazionale.

 

I soggetti giuridici che possono beneficiare dei finanziamenti dell’UE (cioè essere beneficiari) sono quelli stabiliti in uno Stato membro dell’UE o in un Paese associato a Horizon Europe. La condizione minima è la partecipazione di un soggetto giuridico.

 

I profili tipici delle organizzazioni partecipanti includono

 

·      organizzazioni di ricerca (pubbliche/private)

·      aziende

·      autorità pubbliche

·      musei scientifici

·      fondazioni

·      organizzazioni dei media

Contributo finanziario

 

Bilancio indicativo Il bilancio indicativo totale per il tema è di 15,42 milioni di euro.

Tipo di azione Azioni di coordinamento e sostegno

Il contributo previsto per i progetti che coprono due edizioni della Notte europea dei ricercatori e le attività dei ricercatori nelle scuole è compreso tra 0,1 e 0,3 milioni di euro, ma ciò non preclude la presentazione e la selezione di proposte che richiedono importi diversi.

Alle candidature di alta qualità non accolte per mancanza di fondi potrà essere concesso lo status di eventi associati.

 

I costi ammissibili assumeranno la forma di contributi forfettari come stabilito nella decisione dell’11 marzo 2021 che autorizza l’uso di contributi forfettari e contributi unitari per le azioni Marie Skłodowska-Curie nell’ambito del programma Horizon Europe

Scadenza

 

25 Ottobre 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni wp-2-msca-actions_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles