FAIR e la condivisione di dati aperti a sostegno della missione di adattamento al cambiamento climatico

15 Dicembre 2023
Titolo FAIR e la condivisione di dati aperti a sostegno della missione di adattamento al cambiamento climatico

HORIZON-INFRA-2024-EOSC-01-01

 

FAIR and open data sharing in support of the mission adaptation to climate change

HORIZON-INFRA-2024-EOSC-01-01

 

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma quadro Horizon Europe (HORIZON)

Settore di riferimento Ambiente
Obiettivi ed impatto attesi I risultati del progetto dovrebbero contribuire a tutti i seguenti risultati attesi:

·         Interazioni senza soluzione di continuità tra l’EOSC, gli spazi o gli ambienti di dati operativi (ad esempio, il DRMKC Risk Data Hub, la piattaforma europea per l’adattamento climatico (Climate Adapt), i servizi Copernicus pertinenti, il portale GEOSS, la piattaforma EOSC, ecc.), i ricercatori e altri soggetti interessati che contribuiscono all’adattamento ai cambiamenti climatici per archiviare, condividere, accedere, analizzare ed elaborare i dati di ricerca e altri oggetti digitali di ricerca della propria disciplina, attraverso le infrastrutture di ricerca, le discipline e i confini nazionali;

·         I dati aperti e FAIR sono la nuova norma per la ricerca che contribuisce all’adattamento ai cambiamenti climatici;

·         La condivisione a livello europeo dei dati di ricerca relativi a questo settore si dimostra un meccanismo fondamentale per facilitare l’adattamento al clima negli Stati membri e nei Paesi associati, con il coinvolgimento delle regioni e delle autorità locali;

·         L’EOSC diventa uno spazio dati e una piattaforma di servizi affidabili per la ricerca e l’innovazione in Europa, che si articola con lo spazio dati Green Deal e supporta la comunità di ricerca interdisciplinare coinvolta nella missione di adattamento al clima;

·         Contribuire al partenariato EOSC di Horizon Europe e ad altri partenariati pertinenti relativi all’adattamento ai cambiamenti climatici.

Ambito di applicazione:

Il riutilizzo dei dati della ricerca all’interno e al di là delle discipline e dei confini richiede apertura, capacità infrastrutturale, migliore trattamento, gestione accurata, azionabilità automatica e accesso continuo ai servizi lungo tutto il ciclo di vita dei dati. Le aree di missione di Horizon Europe riconoscono fin dall’inizio che l’accesso ai dati, alla conoscenza e ai servizi digitali attraverso infrastrutture federate è una condizione chiave per il successo. Inoltre, i partenariati europei che affrontano sfide sociali complesse attraverso approcci multidisciplinari si trovano ad affrontare sfide importanti nei sistemi europei di R&I, tra cui la scarsa interoperabilità dei dati. Negli ultimi anni, diverse comunità scientifiche hanno iniziato a sviluppare “nuvole tematiche” o “spazi di dati” nell’ambito del proprio settore di ricerca e innovazione. L’EOSC fornisce il quadro di riferimento per condividere, collegare e diffondere le migliori pratiche e i servizi delle comunità per implementare i principi FAIR per la condivisione e la gestione dei dati (aperti, ove possibile). L’accesso a una prima federazione EOSC di infrastrutture di ricerca e ai loro servizi si sta consolidando e concetti come la gestione FAIR dei dati e gli output digitali FAIR-by-design della ricerca (dati, pubblicazioni, software, codici, protocolli, ecc.) diventano più importanti.

L’obiettivo generale di questo tema è quello di accelerare la ricerca e l’innovazione nell’ambito della missione adattamento climatico attraverso un migliore accesso, gestione, interoperabilità, riutilizzo e citazione delle informazioni digitali, da raggiungere utilizzando e integrando le risorse EOSC che vanno dalle infrastrutture, servizi e dati federati EOSC alle linee guida, alle migliori pratiche, agli strumenti e alle metriche per la gestione dei dati FAIR e aperti, e di estendere queste risorse ai domini rilevanti dell’adattamento climatico che hanno meno familiarità con EOSC.

Questo obiettivo dovrebbe essere raggiunto attraverso casi d’uso strategici e intersettoriali di diretta rilevanza per il piano di attuazione della missione “Adattamento al clima” e il suo obiettivo di sostenere almeno 150 regioni e comunità europee a diventare resilienti al clima entro il 2030.

I casi d’uso devono dimostrare il valore della condivisione di dati di ricerca FAIR e aperti, aiutare a stabilire pratiche di condivisione e gestione dei dati all’interno delle comunità coinvolte e tra gli Stati membri, i Paesi associati e le loro regioni interessate, sfruttando le infrastrutture di ricerca europee e le infrastrutture elettroniche. I casi d’uso devono fornire un feedback al partenariato EOSC sull’evoluzione futura desiderata della piattaforma EOSC. Particolare attenzione dovrà essere rivolta agli aspetti dell’armonizzazione dei dati, della garanzia della qualità dei dati, dell’integrazione e della convalida delle raccolte di dati e dei modelli, della privacy e della sicurezza dei dati, dell’analisi dei big-data e dei metodi di apprendimento automatico, nonché alla dimensione socio-economica. Le proposte devono inoltre favorire la creazione di ambienti utente che i ricercatori del settore possano utilizzare per interagire senza soluzione di continuità con le informazioni digitali nel quadro dell’ecosistema EOSC.

Le proposte devono prevedere attività di collaborazione con i partenariati europei pertinenti. Sono benvenute le sinergie con le attività del Cluster 5 di Horizon Europe e con altre iniziative pertinenti, comprese le azioni derivanti dai programmi della politica di coesione. La ricerca e l’innovazione devono basarsi sui risultati di Horizon 2020 nel campo dell’adattamento al clima e, se pertinente, sostenere l’iniziativa Destinazione Terra. I candidati devono prendere in considerazione le infrastrutture di ricerca ESFRI già consolidate e gli sforzi dei progetti cluster ESFRI pertinenti (ad esempio, ENVRI-FAIR).

Per garantire la complementarità dei risultati, le proposte devono collaborare e allinearsi con le attività del partenariato EOSC e coordinarsi con le iniziative e i progetti pertinenti che contribuiscono allo sviluppo di EOSC. In particolare, in aree quali l’interoperabilità dei dati, i metadati e i vocabolari, l’uso di identificatori persistenti o AAI, le proposte devono coordinarsi e stabilire un meccanismo di feedback con la/e proposta/e premiata/e dal tema HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-05, al fine di garantire l’allineamento con le politiche EOSC e di identificare strumenti e risorse utili comuni, nonché archivi di dati pertinenti conformi alle linee guida EOSC.

 

Criteri di eleggibilità Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, è ammesso a partecipare, a condizione che siano state soddisfatte le condizioni stabilite dal regolamento Horizon Europe e qualsiasi altra condizione stabilita nel tema specifico del bando. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica costituita e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto privo di personalità giuridica. I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la domanda, per ottenere un codice di identificazione dei partecipanti (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, durante la fase di preparazione della sovvenzione, verrà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrino il loro status giuridico e la loro origine. Un PIC convalidato non è un prerequisito per presentare una domanda.
Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE compreso tra 6 e 8 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 16,00 milioni di euro. Tipo di azione Azioni di ricerca e innovazione
Scadenza

 

12 marzo 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni wp-3-ricerca-infrastrutture_orizzonte-2023-2024_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles