Finanziamenti alle medie e grandi imprese (M.G.I.) per la rilocazione di attività industriali in Liguria e convenzionamento con le Banche

15 Dicembre 2023
Titolo
Avviso pubblico per finanziamenti alle medie e grandi imprese (M.G.I.) per la rilocazione di attività industriali in Liguria e convenzionamento con le Banche
Ente finanziatore LIGURIA
Obiettivi ed impatto attesi L’Avviso si propone di supportare le MGI (Medie e Grandi Imprese) volte alla rilocazione di attività  industriali o alla nuova apertura di unità locali nel territorio regionale ligure subordinatamente ad un  piano  di  sviluppo  aziendale  che  ne  determini  un  aumento  della  capacità  produttiva  e  del  livello  occupazionale.

Allo strumento finanziario è assegnata una dotazione iniziale di risorse pubbliche di 2 milioni di euro  a valere sul Fondo Strategico Regionale

Criteri di eleggibilità Sono  legittimate  a  richiedere  l’agevolazione  le  singole  MGI  (Medie  e  Grandi  Imprese),  iscritte  al  Registro delle Imprese, che, al momento della presentazione della domanda, siano costituite in forma di società di capitali del Settore Industriale rientranti nel campo di applicazione del Regolamento UE  n. 1407/2013.

Ai fini della definizione di impresa e della determinazione della dimensione, si utilizza la definizione  di  cui  alla  Raccomandazione  2003/361/CE  della  Commissione  europea  del  6  maggio  2003  ed  al Regolamento (UE) N. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014 e ss.mm.ii.

Le imprese, al momento di presentazione della domanda, devono essere in regola con i contributi previdenziali  e  fiscali,  nonché  con  la  normativa  in  materia  di sicurezza  sul  lavoro,  qualora  non diversamente disposto da appositi provvedimenti normativi.

 

Le imprese devono possedere, alla data di presentazione della domanda, i seguenti requisiti:

•  essere  regolarmente  costituite,  attive  ed  iscritte  nel  registro  delle  imprese  presso  la  CCIAA  competente per territorio;

• esercitare attività di produzione di beni e servizi, come indicato dall’art. 2195 del c.c. la quale deve risultare iscritta presso la CCIAA;

• non trovarsi in stato di liquidazione giudiziale, concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale in forma diretta o indiretta, per il quale sia già stato adottato il decreto di omologazione previsto dall’art. 112 e ss. del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza),

ed ogni altra procedura concorsuale prevista dal d.lgs. n. 14/2019, con le modifiche di cui alla Legge 24 febbraio 2023 n. 14, né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti;

 

• non essere destinatarie di provvedimenti di decadenza, di sospensione o di divieto di cui all’art. 67 del D. lgs. 6 settembre 2011, n. 159 e ss.mm.ii. e di non essere a conoscenza dell’esistenza di  tali cause nei confronti dei soggetti indicati nell’art. 85 del medesimo decreto;

• non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà ai sensi dell’art. 2 del Regolamento (UE) 2014/651, come modificato in seguito al Regolamento UE n. 2021/1237 della Commissione del 23 luglio 2021, fatte salve le deroghe previste all’art.1 paragrafo 4 lettera c).

Localizzazione del Piano di investimento

Gli  interventi  facenti  parte  del  Piano  di  investimento  oggetto  del  presente  Avviso  devono interessare unità operative ubicate sul territorio della Regione Liguria, che risultino, al momento della rendicontazione finale di spesa, regolarmente censite presso la CCIAA competente e nella piena disponibilità dell’impresa.

 

 

Contributo finanziario

 

Il Piano di investimento ammissibile a finanziamento non potrà essere inferiore a Euro 500.000,00  e  superiore  a  Euro  800.000,00  (per  Piani  di  investimento  ammissibili  superiori  si  prenderà  in considerazione il limite massimo di finanziamento concedibile sotto riportato).

Il finanziamento concedibile, pari al 50% del Piano di investimento ammissibile, non potrà essere inferiore ad Euro 250.000,00 e superiore ad Euro 400.000,00.

Il finanziamento avrà una durata di ammortamento fino a 16 semestri comprensivi di un eventuale periodo di pre‐ammortamento pari a 2 semestri.

La prima rata di pre‐ammortamento scade al termine del semestre nel quale viene effettuata la prima erogazione a valere sul contratto sottoscritto ai sensi del presente Avviso.

Le rate, di preammortamento e di ammortamento, sono pagate in via posticipata al 30/06 e al 31/12 di ogni anno.

Al finanziamento si applica un tasso fisso nominale annuo pari all’ 1,5%.

Il  finanziamento  è  concesso  da  FI.L.S.E.  a  valere  su  fondi  regionali,  entro  i  limiti  delle  risorse finanziarie  disponibili  e  nei  limiti  del  regime  di  aiuto  “de minimis”  di  cui  al  Regolamento  della Commissione n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del  trattato  sul  funzionamento  dell’Unione  europea  agli  aiuti  “de  minimis”  (GUUE  L  352  del 24.12.2013).

Il risparmio in c/interessi, corrispondente all’intensità di aiuto in regime “de minimis” equivalente, verrà comunicato da FI.L.S.E. al momento del provvedimento di concessione dell’agevolazione.

 

Scadenza

 

Bando aperto
Ulteriori informazioni Fondo Strategico Regionale – Avviso pubblico per finanziamenti alle medie e grandi imprese (M.G.I.) per la rilocazione di attività industriali in Liguria e convenzionamento con le Banche – Filse

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles