Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e audiovisivo – Contributi alle attività e alle iniziative di promozione cinematografica e audiovisiva (art. 27 della legge 14 novembre 2016 n. 220)

28 Aprile 2023
Titolo Bando relativo alla concessione di contributi ad attività e iniziative di promozione cinematografica e audiovisiva

Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e audiovisivo – Contributi alle attività e alle iniziative di promozione cinematografica e audiovisiva (art. 27 della legge 14 novembre 2016 n. 220)

Ente finanziatore  Ministero della Cultura – DG Cinema e Audiovisivo
Settore di riferimento Audiovisivo
Obiettivi ed impatto attesi Il fondo è destinato alla concessione dei contributi per promuovere lo sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva, secondo la seguente suddivisione

a) euro 3.100.000,00 per lo sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva in Italia, promozione dell’internazionalizzazione del settore, promozione, anche a fini turistici, dell’immagine dell’Italia attraverso il cinema e l’audiovisivo, nonché ulteriori attività di cui all’articolo 3, comma 1, lettera f) del decreto ministeriale 31 luglio 2017 n. 341, così ripartiti:

i. euro 1.500.000 per progetti che promuovano l’internazionalizzazione del settore e, anche a fini turistici, l’immagine dell’Italia attraverso il cinema e l’audiovisivo (di seguito, progetti A – Progetti per internazionalizzazione e cine-turismo);

ii. euro 1.600.000 per progetti che favoriscano lo sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva in Italia, siano finalizzati allo sviluppo del cinema e dell’audiovisivo sul piano artistico, culturale, tecnico ed economico, siano finalizzati alla crescita economica, civile, all’integrazione sociale e alle relazioni interculturali mediante l’utilizzo del cinema e dell’audiovisivo, realizzino indagini, studi, ricerche e valutazioni di impatto economico, industriale e occupazionale (di seguito, progetti

 

B – Progetti per lo sviluppo della cultura audiovisiva, analisi e studi euro 7.000.000,00 per la realizzazione di festival, rassegne e premi cinematografici e audiovisivi, aventi rilevanza nazionale ed internazionale, così ripartiti:

i. euro 6.000.000 ai festival e alle rassegne;

ii. euro 1.000.000 ai premi;

 

c) euro 1.500.000,00 per le attività di acquisizione, conservazione, catalogazione, restauro, studio, ricerca, fruizione e valorizzazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo svolte dalle cineteche.

 

Criteri di eleggibilità Le richieste di contributo possono essere presentate da enti pubblici e privati, fondazioni, comitati e associazioni culturali e di categoria aventi come finalità statutaria o attività principale la promozione del cinema e dell’audiovisivo in Italia e all’estero, nonché università ed enti di ricerca, istituti dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica.

 

I soggetti richiedenti, a pena di inammissibilità, devono:

a) avere sede legale nello Spazio economico europeo;

b) essere fiscalmente residenti in Italia al momento dell’erogazione del contributo;

c) essere in possesso di codice fiscale o partita IVA;

d) attestare, in forma di autocertificazione o di autodichiarazione, il possesso dei requisiti di cui all’Allegato 1 del presente bando;

e) essere dotati di indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) e di firma digitale;

f) essere in regola con gli adempimenti relativi a eventuali contributi assegnati negli ultimi tre anni ai sensi della legge n. 220 del 2016.

Contributo finanziario

 

Contributo di entità non inferiore ad euro 10.000,00 e nella misura massima dell’80% dei costi ammissibili dichiarati a preventivo. Il contributo assegnato non può in ogni caso eccedere il disavanzo, inteso come differenza fra costi complessivi e fonti di copertura.

L’entità del contributo è determinata dagli esperti sulla base del punteggio assegnato in relazione ai criteri e ai sotto-criteri previsti dal Bando.

Ai fini dell’erogazione del contributo concesso, ovvero del saldo in caso di concessione dell’acconto, i soggetti beneficiari devono presentare, a pena di inammissibilità, entro 120 giorni dalla conclusione del progetto, la cui data è indicata nella domanda di contributo e secondo le modalità indicate nella piattaforma, la documentazione elencata all’art. 7, comma 5 del Bando. Le iniziative per le quali si richiede il contributo devono essere realizzate nel periodo fra il 1° gennaio 2023 e il 31 dicembre 2023

Scadenza

 

La richiesta di contributo deve essere presentata utilizzando la piattaforma informatica DGCOL, disponibile sul sito www.cinema.cultura.gov.it a partire dal 27 aprile 2023 ed entro il termine perentorio del 16 maggio ore 23:59
Ulteriori informazioni Microsoft Word – BANDO promozione 2023_ final_21apr23 ore 10 (cultura.gov.it)

 

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles