HORIZON-CL5-2023-D3-03-03: System approach for grid planning and upgrade in support of a dominant electric mobility (vehicles and vessels) using AI tools HORIZON-CL5-2023-D3-03-03: Approccio di sistema per la pianificazione e l’aggiornamento della rete a di una mobilità elettrica dominante (veicoli e imbarcazioni) utilizzando strumenti di intelligenza artificiale.

30 Giugno 2023
Titolo HORIZON-CL5-2023-D3-03-03: System approach for grid planning and upgrade in support of a dominant electric mobility (vehicles and vessels) using AI tools

HORIZON-CL5-2023-D3-03-03: Approccio di sistema per la pianificazione e l’aggiornamento della rete a  di una mobilità elettrica dominante (veicoli e imbarcazioni) utilizzando strumenti di intelligenza artificiale.

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Trasporti
Obiettivi ed impatto attesi I risultati del progetto dovrebbero contribuire ai seguenti risultati attesi:

 

·      Previsione basata sull’intelligenza artificiale delle posizioni più convenienti che ottimizzano le risorse di rete e gli aggiornamenti intorno alle piscine di ricarica per i veicoli elettrici e gli HDV elettrici.

·      Sviluppo di modelli di mappatura spaziale e di uno strumento software per il processo decisionale in materia di ubicazione con un’attenzione globale, che comprenda le principali autostrade, le zone industriali (ricarica dei depositi), i nodi urbani (ad esempio, per la ricarica notturna) e le aree meno densamente popolate.

·      Simulazione, analisi, progettazione, test e dimostrazione di schemi di ricarica intelligenti e bidirezionali e loro integrazione nei mercati della flessibilità, che consentano di ridurre al minimo l’impatto sulla pianificazione della rete e sulla connessione di pool di ricarica ad alta potenza per la ricarica dei veicoli elettrici, e in particolare dei veicoli ad alta velocità, in luoghi che comportano costi elevati, e che garantiscano benefici ai consumatori sulla base di modelli di servizi energetici di ricarica intelligenti.

·      Esplorazione dell’impatto di diversi metodi di ricarica, tra cui la ricarica via cavo, la ricarica wireless e i sistemi di strade elettriche che coprono sia catenarie che bobine induttive incorporate nella strada.

·      Analisi, progettazione, test e sviluppo di un modello di sicurezza informatica in grado di simulare e rappresentare accuratamente la propagazione degli attacchi dai vettori di ingresso delle infrastrutture di ricarica, informando lo sviluppo di strategie e linee di difesa efficienti per mitigare queste vulnerabilità per le diverse parti interessate.

Ambito:

Le attività dovrebbero includere almeno i seguenti aspetti:

 

·      Definizione e sviluppo di nuovi strumenti basati sull’intelligenza artificiale per prevedere, stimare e pianificare la distribuzione e la sfida associata per i servizi di pubblica utilità (dal punto di vista dell’ecosistema di ricarica dei veicoli elettrici – CPO, DSO e TSO) su come gestire la crescente domanda in numerose nuove località, in particolare durante i periodi di punta.

·      Comprendere come distribuire efficacemente la connessione alla rete (e l’energia) necessaria nelle aree meno densamente popolate, esplorando l’impatto dell’installazione di batterie per espandere la rete in combinazione con le energie rinnovabili.

·      Sviluppo di una pianificazione coerente del sistema energetico per la mobilità elettrica, considerando sia le esigenze che l’impatto della ricarica dei veicoli elettrici e dell’alimentazione a terra delle imbarcazioni nei porti marittimi e nelle vie navigabili interne.

·      Sviluppo di nuovi servizi per i consumatori (proprietari di EV e HDV, leasing, ecc.) basati sulla ricarica intelligente che valorizzino la flessibilità nei mercati all’ingrosso, dell’ottimizzazione domestica e/o dei servizi di rete. L’integrazione dei servizi di ricarica intelligente con la flessibilità di altri dispositivi (ad esempio, la risposta alla domanda) costituirebbe un valore aggiunto per il progetto.

·      C’è un rischio crescente che si verifichi uno scenario in cui i veicoli elettrici e/o le stazioni di ricarica possano essere violati simultaneamente, causando un’interruzione delle operazioni di rete, che si propagherebbe rapidamente con conseguenze disastrose, come blackout e un’alterazione generale della stabilità della frequenza della rete. Il progetto dovrebbe colmare il divario tra gli operatori delle infrastrutture di ricarica, i veicoli elettrici e la rete (DSO, TSO), identificare i punti deboli esistenti e i rischi di diffusione degli attacchi.

·      Le soluzioni sviluppate dovranno valutare il loro impatto ambientale, in particolare per quanto riguarda il consumo energetico.

·      I progetti selezionati dovranno contribuire all’iniziativa BRIDGE[1], partecipare attivamente alle sue attività e destinare fino al 2% del loro budget a tale scopo. Potranno essere presi in considerazione ulteriori contributi alla “Alliance for Internet of Things Innovation” (AIOTI) e ad altre attività pertinenti (ad esempio, cluster di progetti digitali e azioni di coordinamento), se pertinenti.

 

Condizioni specifiche del tema:

Si prevede che le attività raggiungano il TRL 6-8 entro la fine del progetto – cfr. Allegato generale B.

Criteri di eleggibilità Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee ) è ammesso a partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), a condizione che siano state soddisfatte le condizioni stabilite dal regolamento Horizon Europe e qualsiasi altra condizione stabilita nel tema specifico del bando. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica costituita e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto privo di personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la domanda, per ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio centrale di convalida prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, durante la fase di preparazione della sovvenzione, verrà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrino il loro status giuridico e la loro origine. Un PIC convalidato non è un prerequisito per presentare una domanda.

 

 

 

Si applicano le seguenti eccezioni: Se i progetti utilizzano dati e servizi di osservazione della terra, posizionamento, navigazione e/o tempistica correlati basati su satelliti, i beneficiari devono utilizzare Copernicus e/o Galileo/EGNOS (possono essere utilizzati anche altri dati e servizi). Il consorzio deve includere, come partner associato o beneficiario, almeno un’entità legale con sede in un Paese di innovazione della missione , che non sia uno Stato membro o un Paese associato.

Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione stima che un contributo UE di circa 11,00 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 11,00 milioni di euro. Tipo di azione Azioni di ricerca e innovazione
Scadenza

 

10 ottobre 2023
Ulteriori informazioni wp-8-climate-energy-and-mobility_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles