HORIZON-CL5-2023-D4-02-01: Usi innovativi dei dati del ciclo di vita per la gestione di edifici e portafogli di edifici (Built4People Partnership).

28 Marzo 2023
Titolo HORIZON-CL5-2023-D4-02-01: Innovative uses of lifecycle data for the management of buildings and buildings portfolios (Built4People Partnership)

HORIZON-CL5-2023-D4-02-01: Usi innovativi dei dati del ciclo di vita per la gestione di edifici e portafogli di edifici (Built4People Partnership).

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Energia
Obiettivi ed impatto attesi I risultati del progetto dovrebbero contribuire a tutti i seguenti risultati attesi:

 

§  Aumento della disponibilità di indicatori chiave di prestazione energetica e ambientale derivanti da sistemi di gestione degli edifici nuovi o migliorati, che vadano oltre la gestione dell’energia e si rivolgano all’approccio del ciclo di vita (ad esempio, prestazioni ambientali, circolarità, comfort e benessere, qualità ambientale interna, accessibilità, sicurezza, prestazioni strutturali, resilienza e vulnerabilità al rischio climatico).

§  Migliori strumenti per la pianificazione e la gestione del patrimonio edilizio e dei portafogli di edifici, tra cui la gestione energetica, le prestazioni ambientali, l’ottimizzazione delle ristrutturazioni e la pianificazione degli investimenti.

§  Maggiore disponibilità e accesso ai dati del ciclo di vita degli edifici e dei portafogli di edifici e maggiore interoperabilità e sinergia tra le piattaforme di condivisione dei dati.

Ambito di applicazione:

Gli edifici europei producono una quantità crescente di dati sugli usi energetici e non energetici. Un numero maggiore e migliore di dati può portare a una migliore informazione dei consumatori, contribuire a una gestione efficace delle reti energetiche e sostenere la creazione di servizi energetici innovativi, nuovi modelli di business e schemi di finanziamento per l’energia pulita distribuita. I dati sono anche un fattore chiave per la definizione di politiche affidabili ed efficaci, ad esempio per le politiche climatiche. Diversi progetti recenti si sono concentrati sullo sviluppo di strutture di big data e di strumenti di analisi dei dati per monitorare le prestazioni energetiche degli edifici sulla base dei dati relativi all’energia. Sono necessari ulteriori lavori per integrare i dati energetici con quelli relativi al ciclo di vita (ad esempio, emissioni e assorbimenti di gas serra, materiali, acqua, salute, comfort, costo e valore del ciclo di vita, ecc.), al fine di ottimizzare le prestazioni degli edifici e dei portafogli di edifici in generale e supportare il processo decisionale di proprietari/inquilini/sviluppatori per trasformare gli asset fisici esistenti e pianificati (edifici o asset di edifici, ad esempio generazione di energia distribuita, infrastrutture di ricarica per la mobilità elettrica, microgrid, sistemi di edifici).

 

Le proposte devono riguardare almeno due dei tre punti seguenti:

 

Sviluppare nuovi sistemi di gestione degli edifici o aggiornare quelli esistenti con strumenti di analisi dei dati e di gemellaggio digitale in tempo reale. I sistemi sviluppati devono tenere conto dei dati di monitoraggio degli edifici (ad esempio, da sensori/attuatori incorporati), delle preferenze degli utenti (ad esempio, relative al comfort e al benessere, alla sicurezza e alla flessibilità energetica) e delle condizioni ambientali circostanti (ad esempio, densità urbana, microclima, ecc.) al fine di ottimizzare le prestazioni energetiche e ambientali operative.

Sviluppare nuovi strumenti di supporto alle decisioni o aggiornare quelli esistenti per la gestione del patrimonio edilizio e dei portafogli di edifici. Gli strumenti sviluppati dovrebbero essere in grado di fornire servizi energetici (ad esempio, monitoraggio dell’energia, ottimizzazione delle ristrutturazioni) e non energetici (pianificazione degli investimenti, valutazione dei rischi, ad esempio, rilevamento dei guasti, manutenzione predittiva, sorveglianza e sicurezza, comfort, soddisfazione degli occupanti). Gli strumenti dovrebbero essere sviluppati in collaborazione con i potenziali utenti (ad es. facility manager, gestori di fondi, ecc.) e testati in condizioni di mercato reali.

Sviluppare nuove piattaforme di condivisione dei dati o aggiornare quelle esistenti, compresi i dati del ciclo di vita degli edifici o dei portafogli di edifici. Le piattaforme dovrebbero collegare gli attori del mercato (fornitori di tecnologie, sviluppatori, aggregatori, DSO, ESCOS) con i gruppi di utenti interessati (consumatori, comunità energetiche), i responsabili politici e il settore finanziario e offrire servizi innovativi (ad esempio, flessibilità, previsione, pianificazione degli investimenti, ecc.) Le piattaforme dovrebbero essere co-sviluppate con la partecipazione dei gruppi di utenti potenziali e testate in condizioni di mercato reali, collegandosi, se del caso, ai registri digitali e ad altre iniziative pertinenti (ad esempio, l’indicatore di prontezza intelligente nell’ambito della direttiva sulla prestazione energetica degli edifici).

Le proposte devono contribuire alle attività dei partner di Built4People e alla rete di cluster di innovazione Built4People.

 

Le proposte devono implementare almeno tre progetti pilota su larga scala per dimostrare il sistema scelto. I progetti pilota dovrebbero coprire una varietà di tipologie di edifici (residenziali, commerciali, pubblici, ecc.) e di casi d’uso (monitoraggio energetico, ottimizzazione delle ristrutturazioni, pianificazione degli investimenti, valutazione dei rischi, ecc.)

 

Questo tema implementa il partenariato europeo co-programmato su “Ambiente costruito sostenibile incentrato sulle persone” (Built4People). Pertanto, i progetti derivanti da questo tema dovranno riferire i risultati al Partenariato europeo “Ambiente costruito sostenibile incentrato sulle persone” (Built4People) a sostegno del monitoraggio dei suoi KPI.

Criteri di eleggibilità Condizioni di ammissibilità Le condizioni sono descritte nell’Allegato generale B.

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

 

-essere soggetti giuridici (enti pubblici o privati) avere sede in uno dei Paesi ammissibili, ovvero Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) Paesi non UE:

 

– Paesi SEE elencati e Paesi associati o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei Paesi partecipanti)

 

– Paesi in via di adesione,

 

I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà loro richiesto di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine.

Le condizioni sono descritte nell’Allegato generale B. Si applicano le seguenti eccezioni: Se i progetti utilizzano dati e servizi di osservazione della terra, posizionamento, navigazione e/o tempistica correlati basati su satelliti, i beneficiari devono utilizzare Copernicus e/o Galileo/EGNOS (possono essere utilizzati anche altri dati e servizi). Si prevede che le attività di livello di preparazione tecnologica raggiungano il TRL 6-8 entro la fine del progetto

 

Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE di circa 5 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 10,00 milioni di euro. Tipo di azione Azioni di innovazione

Si applicano le seguenti eccezioni: I costi ammissibili assumeranno la forma di un importo forfettario come definito nella decisione del 7 luglio 2021 che autorizza l’uso di contributi forfettari nell’ambito del programma Horizon Europe.

Il tasso di finanziamento è pari al 60% dei costi ammissibili, ad eccezione delle persone giuridiche senza scopo di lucro per le quali il tasso di finanziamento può raggiungere il 100% dei costi totali ammissibili.

Scadenza

 

05 Settembre 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni wp-8-climate-energy-and-mobility_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles