HORIZON-CL6-2024-CircBio-01-1: Assistenza allo sviluppo di progetti dell’Iniziativa Città e Regioni Circolari (CCRI-PDA)

31 Ottobre 2023
Titolo HORIZON-CL6-2024-CircBio-01-1: Assistenza allo sviluppo di progetti dell’Iniziativa Città e Regioni Circolari (CCRI-PDA)

 

HORIZON-CL6-2024-CircBio-01-1: Circular Cities and Regions Initiative’s project development assistance (CCRI-PDA)

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Sviluppo urbano
Obiettivi ed impatto attesi La proposta vincente sosterrà la realizzazione di soluzioni per l’attuazione del Green Deal europeo, del piano d’azione per l’economia circolare (CEAP) e della strategia per la bioeconomia. Il tema sosterrà la transizione verso un’economia circolare sostenibile, rigenerativa, inclusiva e giusta in tutte le regioni d’Europa su scala locale e regionale.

I progetti di assistenza allo sviluppo di progetti dell’Iniziativa Città e Regioni Circolari (CCRI-PDA) fanno parte dell’attuazione dell’Iniziativa Città e Regioni Circolari (CCRI) della Commissione europe. Saranno realizzati in stretto coordinamento e collaborazione con l’Ufficio di coordinamento e supporto della CCRI (CCRI-CSO).

Gli investitori e i finanziatori devono acquisire maggiore fiducia nei progetti di investimento nel campo dell’economia circolare, che sono ancora considerati rischiosi. Il valore aggiunto europeo può essere ottenuto, ad esempio, quando i progetti introducono innovazioni nel mercato per quanto riguarda le soluzioni di finanziamento, riducendo al minimo i costi di transazione e coinvolgendo la comunità finanziaria privata. Il valore aggiunto europeo può essere ottenuto anche quando i progetti affrontano in modo dimostrabile le opportunità e le sfide legali, amministrative e di mercato per i programmi di investimento innovativi e sostenibili nell’economia circolare.

I risultati del progetto dovrebbero contribuire a tutti i seguenti risultati attesi:

·       Realizzazione di una serie di progetti sostenibili di economia circolare;

·       Introduzione di soluzioni/schemi di finanziamento innovativi su scala locale e regionale in tutta Europa.

Ambito di applicazione:

Il servizio CCRI-PDA si rivolge a promotori di progetti pubblici e privati, quali autorità locali e regionali o loro raggruppamenti, operatori ed enti infrastrutturali pubblici/privati, servizi di pubblica utilità e industria (comprese le PMI).

Lo scopo del CCRI-PDA è quello di aiutare i promotori di progetti a sviluppare le loro proposte di economia circolare su scala locale e regionale, riunendo le competenze tecniche, economiche e legali.

La CCRI-PDA dovrebbe fornire sostegno alle attività necessarie per preparare e mobilitare i finanziamenti per i progetti di investimento, come gli studi di fattibilità, la mobilitazione delle parti interessate e della comunità, i piani aziendali e la preparazione per le procedure di appalto o la creazione di uno specifico schema di finanziamento/ingegneria finanziaria.

La CCRI-PDA dovrebbe concentrarsi su attività volte ad aumentare la circolarità nelle catene del valore dei prodotti che sono rilevanti per la transizione verso un’economia circolare sostenibile su scala locale e/o regionale. I settori economici e le proposte di investimento coinvolti in ciascun servizio CCRI-PDA devono essere chiaramente specificati e selezionati in base alle esigenze, alle risorse e al potenziale dell’economia circolare locale e/o regionale. Questa selezione deve essere chiaramente giustificata e spiegata.

Idealmente, gli investimenti proposti dovrebbero essere lanciati prima della fine del progetto, il che significa che le proposte dovrebbero portare alla firma di contratti con investitori per investimenti nell’economia circolare su scala locale e regionale. Inoltre, le proposte dovrebbero fornire una vetrina tangibile che inneschi ulteriori repliche sul mercato.

Inoltre, le proposte devono includere anche un esempio/vetrina per aumentare la circolarità in settori specifici su scala locale e regionale e/o per quanto riguarda l’entità degli investimenti previsti e i fattori di leva;

Inoltre, tutte le proposte devono dimostrare un alto grado di replicabilità e includere un chiaro piano d’azione per comunicare le esperienze e i risultati ai potenziali replicanti negli Stati membri dell’UE e nei Paesi associati.

Indicativamente, il CCRI-PDA si concentra su investimenti nell’economia circolare di piccole e medie dimensioni fino a 20 milioni di euro (per una singola proposta o un portafoglio di proposte).

Il contributo dell’UE per ogni proposta non dovrebbe superare il 10% del relativo investimento.

Le proposte devono giustificare il budget per l’assistenza allo sviluppo del progetto necessario in base al portafoglio di investimenti previsto. Ciò include l’ammontare degli investimenti che si prevede di attivare e i rispettivi fattori di leva da raggiungere.

Le proposte devono garantire sinergie e complementarietà con altri schemi finanziari dell’UE per progetti di economia circolare. Le proposte devono garantire che tutte le prove, le informazioni e i risultati dei progetti siano accessibili attraverso il sito web della CCRI (compresi i modelli di business e altri studi).

In questo tema l’integrazione della dimensione di genere (analisi del sesso e del genere) nei contenuti della ricerca e dell’innovazione non è un requisito obbligatorio.

 

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

-essere soggetti giuridici (enti pubblici o privati) avere sede in uno dei Paesi ammissibili, ovvero Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) Paesi non UE:

– Paesi SEE elencati e Paesi associati o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei Paesi partecipanti)

– Paesi in via di adesione,

I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà loro richiesto di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine.

 

 

Si applicano i seguenti criteri di ammissibilità aggiuntivi:

Le proposte finanziate nell’ambito di questo tema, e le loro soluzioni sistemiche circolari, devono far parte dei progetti dimostrativi per l’attuazione dell’Iniziativa Città e Regioni Circolari (CCRI) della Commissione Europea.

Ciò significa che:

·      Le proposte devono partecipare agli eventi del CCRI; questi devono essere inclusi nel piano di lavoro; i candidati devono integrare esplicitamente questi obblighi nel piano di lavoro della loro proposta.

·      Le proposte devono collaborare con la CCRI e il suo Ufficio di Coordinamento e Supporto condividendo con questa iniziativa le conoscenze e le esperienze sviluppate durante l’attuazione del progetto; queste devono essere incluse nel Piano di Lavoro;

Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto

La Commissione stima che un contributo dell’UE di circa 6 milioni di euro consentirebbe di affrontare questi risultati in modo adeguato.

Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Bilancio indicativo

Il budget totale indicativo per il tema è di 6,00 milioni di euro.

Tipo di azione Azioni di coordinamento e supporto

Scadenza

 

22 febbraio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni wp-9-alimentazione-bioeconomia-risorse-naturali-agricoltura-e-ambiente_orizzonte-2023-2024_it.pdf (europa.eu)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles