IL TETTO AL PREZZO DEL GAS PUÒ RIVELARSI UN BOOMERANG

19 Dicembre 2022

Il tetto al prezzo del gas concordato dal Consiglio Energia dell’UE funzionerà solamente se le bollette stratosferiche dei cittadini scenderanno, altrimenti si rivelerà solamente un boomerang.

Vanno, inoltre, considerate e analizzate nel dettaglio le difficili condizioni di applicazione di questo scudo.

Consigliamo, dunque, prudenza ai giubilanti esponenti della destra, che esultano per qualcosa che evidentemente non conoscono: come ammesso dalla stessa Assolombarda, il tetto al prezzo del gas a 180 euro al megawattora è troppo alto, soprattutto se paragonato a quanto le imprese europee pagavano il gas un anno fa e a quanto lo pagano oggi i loro concorrenti americani e asiatici.

Purtroppo, in quello che sembra un compromesso al ribasso, ancora una volta hanno pesato le divisioni interne fra gli Stati membri e la difesa corporativa delle lobby e della speculazione, che fa il gioco solo di Russia, Qatar e di chi vende il gas a caro prezzo in Europa.

L’alternativa c’è: si chiama energia pulita e rinnovabile, e va potenziata con investimenti massicci da parte dell’Unione europea

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles