Implementazione di un servizio europeo di tracciamento delle pensioni (ETS) FSE-2023-ETS

14 Aprile 2023
TitoloImplementation of a European Tracking Service for pensions (ETS) ESF-2023-ETS

Implementazione di un servizio europeo di tracciamento delle pensioni (ETS) FSE-2023-ETS

Ente finanziatoreCommissione europea

Fondo sociale europeo+ (FSE) sezione Occupazione e innovazione sociale (EaSI)

Settore di riferimentoAffari sociali
Obiettivi ed impatto attesiLa tracciabilità transfrontaliera delle pensioni può sostenere il processo di modernizzazione e digitalizzazione dei sistemi di protezione sociale in tutta Europa attraverso la fornitura di un servizio digitale che fornisca informazioni strutturate sulle prestazioni pensionistiche attraverso una piattaforma europea centralizzata. Questo ha il potenziale per migliorare sostanzialmente la comunicazione sulle pensioni anche a livello nazionale.

 

Gli obiettivi principali del bando sono quelli di facilitare l’accesso dei lavoratori che esercitano il diritto alla libera circolazione alle informazioni sulle pensioni, contribuendo così alla loro consapevolezza e all’adeguatezza delle pensioni, e di sostenere la capacità degli schemi pensionistici nazionali di fornire tali informazioni, in particolare agli ex iscritti che si sono trasferiti in un altro Paese, riunendo le informazioni provenienti da fonti pensionistiche di diversi Stati membri, preferibilmente gli NTS, e presentandole in modo significativo per l’utente – lavoratore mobile o cittadino.

 

I servizi di tracciamento delle pensioni transfrontaliere saranno istituiti senza scopo di lucro e forniranno le informazioni sulle pensioni agli utenti a titolo gratuito.

 

Il candidato prescelto dovrà

 

✔   sviluppare e gestire un servizio online che consenta agli utenti (lavoratori e cittadini transfrontalieri) di ricevere gratuitamente, in un formato facile da usare, attraverso un portale web o un’applicazione, almeno le seguenti informazioni:

✔   database degli enti pensionistici con funzionalità di ricerca che aiuti i lavoratori mobili a identificare e contattare i loro ex enti pensionistici, che copra tutti i 27 Stati membri dell’UE alla fine del periodo del progetto;

✔   accesso a informazioni pensionistiche individuali (come il valore attuale dei diritti pensionistici detenuti in diversi regimi e, se disponibile, il valore previsto dei diritti pensionistici o il livello delle prestazioni all’età del pensionamento) da almeno cinque-sette Stati membri;

✔   implementare e sviluppare un’adeguata struttura di governance, che consenta una futura espansione geografica del servizio;

✔   sviluppare ed espandere una rete di istituzioni pensionistiche e di stakeholder per tutto il periodo del progetto, costruendo l’impegno ad estendere i servizi di tracciamento transfrontaliero ad altri Stati membri dell’UE; incoraggiare gli NTS esistenti e di nuova costituzione a partecipare al tracciamento transfrontaliero delle pensioni, anche facilitando l’accordo per quanto riguarda il modello e gli standard dei dati;

✔   sensibilizzare gli utenti finali, le autorità nazionali, le parti sociali e la più ampia comunità di stakeholder sul servizio di rintracciamento transfrontaliero;

✔   monitorare l’uso e valutare regolarmente il servizio dal punto di vista degli utenti finali;

✔   sviluppare una strategia per lo sviluppo a lungo termine dei servizi di tracciamento transfrontaliero nell’UE al di là della durata del presente progetto, garantendo anche la sostenibilità finanziaria.

Questi obiettivi dovranno essere realizzati gradualmente nell’arco dei 5 anni del progetto, secondo le seguenti tappe:

 

Entro 36 mesi dalla firma dell’Accordo di sovvenzione:

Migliorare ulteriormente la funzionalità del servizio online/portale web, estendere e completare il database degli enti pensionistici ad almeno tutti i 27 Stati membri dell’UE;

Fornire l’accesso alle informazioni sulle pensioni individuali di almeno tre Stati membri (come il valore attuale dei diritti pensionistici detenuti in diversi regimi e, se disponibile, il valore previsto dei diritti pensionistici o il livello delle prestazioni all’età del pensionamento);

Alla fine del periodo di progetto:

Fornire l’accesso alle informazioni pensionistiche individuali di almeno cinque-sette Stati membri (come il valore attuale dei diritti pensionistici detenuti in diversi regimi e, se disponibile, il valore previsto dei diritti pensionistici o il livello delle prestazioni all’età pensionabile).

Ambito di applicazione:

L’obiettivo generale è quello di facilitare l’accesso alle informazioni sulle pensioni per i lavoratori mobili, i lavoratori autonomi e i cittadini.

 

L’obiettivo generale primario dell’azione è quello di facilitare la conoscenza e la panoramica delle pensioni a livello individuale per i lavoratori mobili e i cittadini. L’obiettivo generale secondario è sostenere la digitalizzazione dei sistemi pensionistici nazionali e garantirne l’interoperabilità transfrontaliera.

 

Gli obiettivi specifici dell’azione sono

 

✔   individuare e applicare soluzioni digitali adeguate per l’identificazione e l’autenticazione degli utenti, che consentano di trasferire i dati pensionistici necessari dai titolari dei dati nazionali al servizio di tracciamento transfrontaliero;

✔   creare la connettività degli NTS come prerequisito per accedere o raccogliere le informazioni pensionistiche individuali dei cittadini mobili dell’UE;

✔   implementare e gestire i servizi di rintracciamento transfrontaliero delle pensioni;

✔   sviluppare ulteriormente il servizio, anche attraverso la connessione del maggior numero possibile di NTS e di potenziali altri soggetti interessati.

✔   Un’altra priorità di questa azione sarà la sensibilizzazione all’iniziativa, la mobilitazione delle parti interessate e la creazione di un ampio interesse e coinvolgimento.

Criteri di eleggibilitàPer essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono: – essere persone giuridiche (enti di diritto pubblico, comprese le organizzazioni degli Stati membri, o enti di diritto privato senza scopo di lucro)

– essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia:

– Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e i territori d’oltremare)

– Paesi non UE:

– Paesi SEE elencati e Paesi associati al FSE+ o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei Paesi partecipanti).

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Sono ammesse sia proposte di singoli candidati che di consorzi. Per essere ammissibili, i candidati devono: rientrare in una delle seguenti categorie:

– enti di diritto pubblico, comprese le organizzazioni degli Stati membri

– o enti di diritto privato senza scopo di lucro

Le proposte presentate da un consorzio devono essere composte da almeno due candidati (beneficiari; non entità affiliate).

Contributo finanziario

 

Il budget disponibile per il bando è di 5.000.000 di euro. Questo budget può essere aumentato al massimo del 20%.

 

Budget del progetto Il budget del progetto (importo massimo della sovvenzione) dovrebbe essere compreso tra 4 500 000 e 5 000 000 di euro per progetto.

I parametri della sovvenzione (importo massimo della sovvenzione, tasso di finanziamento, costi totali ammissibili, ecc.) saranno stabiliti nella

 

Convenzione di sovvenzione. Budget del progetto (importo massimo della sovvenzione): si veda la sezione 6 di cui sopra. La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto. La sovvenzione sarà una sovvenzione a costi effettivi misti basata sul budget (costi effettivi, con costi unitari ed elementi forfettari). Ciò significa che verranno rimborsati SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati).

Per i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione.

Si consiglia ai candidati di leggere la decisione della Commissione C(2021)35 che stabilisce le modalità di rimborso delle spese di viaggio, alloggio e soggiorno. I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento fissato nella Convenzione di sovvenzione (80%).

Scadenza

 

11 Maggio  2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazionicall-fiche_esf-2023-ets_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles