Infrastrutture ciclistiche strategiche

14 Novembre 2023
Titolo  

Infrastrutture ciclistiche strategiche per l’accessibilità al sistema di ciclovie regionali a supporto del pendolarismo 

 

Ente finanziatore  Piemonte   
Obiettivi ed impatto attesi  La misura interviene in aree urbane, suburbane e inter-urbane con la realizzazione di nuove infrastrutture ciclistiche e dei servizi ad esse collegate, per favorire la mobilità sistematica a servizio del pendolarismo e la competitività delle due ruote sia su lunghe distanze che come mezzo per il primo/ultimo chilometro. La misura prevede altresì il potenziamento dell’intermodalità tra la bicicletta ed altri mezzi di trasporto pubblico (treno, metro, tram, navigazione, etc.). 

Nello specifico, gli interventi ammissibili sono i seguenti: 

  1. realizzazione di lotti funzionali di percorsi ciclabili di cui alla Rete ciclabile di interesse regionale del Piano regionale della mobilità ciclistica (PRMC) adottato con D.G.R. n. 14-6571 del 6.03.2023, integrata dalla D.G.R. n. 35-6638 del 21.03.2023; 
  2. progettazione e realizzazione di altre piste e percorsi ciclabili, di carattere sovralocale, purché di collegamento ai percorsi di cui al precedente punto 1;
  3. opere accessorie e strettamente connesse agli interventi di cui ai punti 1 e 2, quali ad esempio: 
  • aree attrezzate e di sosta dedicate alle biciclette; 
  • sistemi per il conteggio e la ricarica delle biciclette; 
  • ciclostazioni, libere o custodite, per la custodia delle biciclette; 
  • interventi di moderazione del traffico. 

 

 

Criteri di eleggibilità  Possono presentare domanda di agevolazione i seguenti soggetti pubblici:  

a. Città Metropolitana di Torino 

 b. Province  

c. Unioni di Comuni  

d. Comuni in forma aggregata  

Ai fini del presente Bando non è ammessa la partecipazione di un Comune in forma singola. 

Contributo finanziario  

 

La dotazione finanziaria è di € 4.000.000,00. 

Il Bando prevede l’agevolazione per interventi di nuove infrastrutture ciclistiche e dei servizi ad esse collegate, per migliorare il sistema di offerta di rete ciclistica sicura e continua su tutto il territorio piemontese, favorendo la mobilità sistematica a servizio del pendolarismo e la competitività delle due ruote sia su lunghe distanze che come mezzo per il primo/ultimo chilometro. 

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto (sovvenzione) ed è pari al 80% delle spese ammissibili.  

Il contributo minimo erogabile è pari ad Euro 500.000,00. Nel caso in cui, in esito all’istruttoria, l’importo di agevolazione spettante risultasse inferiore a tale soglia, la domanda non potrà essere ammessa.  Il contributo massimo erogabile è pari ad Euro 3.000.000,00, anche nel caso di progetti aventi costi ammissibili di valore superiore all’importo massimo ammesso 

 

 

Scadenza 

 

Lo sportello per la presentazione delle domande sarà aperto dal 15/11/2023 al 29/03/2024. 
Ulteriori informazioni   dda1810002755_10500_pdf (regione.piemonte.it) 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto. 

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo. 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles