INFRASTRUTTURE DI RICARICA ELETTRICA PER PMI – APERTURA 2° FINESTRA DI ADESIONE

14 Febbraio 2023
Titolo INFRASTRUTTURE DI RICARICA ELETTRICA PER PMI – APERTURA 2° FINESTRA DI ADESIONE
Ente finanziatore Regione lombardia

Fesr

Obiettivi ed impatto attesi In attuazione della d.G.R n. 877 del 14.06.2021 a sostegno dello sviluppo della mobilità sostenibile, Regione Lombardia emana il bando “Infrastrutture di ricarica elettrica per PMI” rivolto alle micro, piccole e medie imprese (PMI) per la realizzazione sul territorio lombardo di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici favorendo così l’utilizzo di veicoli a emissioni nulle o bassissime allo scarico e pertanto contribuendo a limitare le emissioni di gas climalteranti nonché di inquinanti locali quali PM10 ed NOx nel settore della mobilità privata.
Criteri di eleggibilità I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese (PMI) come definite dalla Raccomandazione n. 2003/361/CE e nell’allegato I del Regolamento UE 651/2014 del 17.06.2015. Possono partecipare al presente Bando anche le PMI che non sono risultate beneficiarie a seguito della prima finestra di apertura del Bando come individuato dal Decreto n. 11045 del 26.07.2022 “Bando ‘Infrastrutture di ricarica elettrica per PMI’ decreto n. 17713 del 20 dicembre 2021 – Approvazione degli esiti istruttori delle domande presentate”. Per accedere al contributo, le micro, piccole e medie imprese devono essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di presentazione della domanda: a) essere regolarmente costituite da almeno tre anni ed iscritte nel Registro delle imprese alla data in cui è presentata la domanda di contributo oggetto del presente bando; b) avere almeno una sede operativa (per la quale viene chiesto il contributo) in Lombardia al momento della presentazione della domanda di partecipazione al bando e mantenere tale requisito al momento della richiesta di liquidazione del contributo; c) rispettare le disposizioni del Regolamento (UE) n. 1407/2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti «de minimis»; d) non rientrare, al momento dell’erogazione del contributo, tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea; e) siano in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente ed essere in regola con gli obblighi contributivi;
Contributo finanziario

 

Le risorse destinate al presente bando ammontano a € 873.172,00 riferite all’annualità 2023.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto ed è pari al 50% delle spese ammissibili e comunque il contributo non potrà superare l’importo di 150.000,00 €.

 

Scadenza

 

I termini di chiusura per l’adesione al bando sono fissati alle ore 12:00 del 07.03.2023. Gli interventi devono concludersi con esito positivo del collaudo finale, messa in esercizio effettiva e rendicontazione sul portale bandionline entro il 31/12/2023.

Per le imprese beneficiarie, eventuali richieste di proroga rispetto alla data del 31/12/2023 possono essere valutate a seguito di invio di richiesta motivata prima della scadenza dei termini alla PEC: ambiente_clima@pec.regione.lombardia.it

Ulteriori informazioni Linee Guida Cartella Sociale Informatizzata (regione.lombardia.it)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles