Intelligenza collaborativa – combinare il meglio della macchina e dell’uomo (AI Data and Robotics Partnership)

15 Agosto 2023
Titolo Intelligenza collaborativa – combinare il meglio della macchina e dell’uomo (AI Data and Robotics Partnership)

 

Collaborative intelligence – combining the best of machine and human (AI Data and Robotics Partnership)

ID ARGOMENTO: HORIZON-CL4-2024-HUMAN-01-07

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Ricerca e innovazione
Obiettivi ed impatto attesi  I progetti devono contribuire ai seguenti risultati:

·       Dimostrare il valore della collaborazione e dell’interazione uomo-macchina attraverso il miglioramento dell’efficacia, dell’intuitività, dell’efficienza, della completezza, dell’indicazione dei limiti della conoscenza e di altre misure oggettive o soggettive quantificabili.

·       Dimostrare che il processo decisionale collaborativo migliora rispetto a quello umano e che le decisioni collaborative coprono tutte le fasi del ragionamento (si basano su una migliore copertura dei dati e delle fonti di conoscenza, su una migliore capacità analitica di ragionare dagli input agli output e su una decisione ben comunicata).

Le proposte devono riguardare almeno uno dei risultati attesi.

Ambito di applicazione:

Le priorità di R&I richiedono un lavoro a diversi livelli, che comprenda sia la ricerca di base che iniziative pilota ben studiate, concentrate in progetti d’impatto, che portino una massa critica di competenze e investimenti per dimostrare il potenziale per più di un settore applicativo principale, rispettivamente.

La ricerca dovrebbe concentrarsi su:

·       ricerca fondamentale verso la prossima generazione di IA collaborativa, portando eccellenza, massa critica e nuovi approcci, nonché un miglioramento quantitativamente provato dei livelli di collaborazione uomo-macchina.

·       simulazioni e sperimentazioni (con e senza umani nel loop) per esplorare le conseguenze di diversi interventi e/o per esplorare gli approcci progettuali che aiutano a gestire il processo decisionale.

·       integrare i progressi dell’interazione uomo-computer [efficace, efficiente, anticipativa, multimodale] e dei sistemi di ragionamento automatico [incrementale, ad apprendimento continuo o anticipativo] per creare nuove generazioni di sistemi di IA collaborativi che servano meglio e in modo più naturale le esigenze umane. I mezzi di collaborazione possono coprire l’intera gamma di stimoli multimodali: linguistici, immagini, video, suoni e altre forme di interazione, qualunque sia la più appropriata nel processo di interazione.

·       Far progredire la collaborazione e l’interazione uomo-macchina – operativa per un’ampia gamma di sistemi di ragionamento dell’IA e applicabile a una vasta gamma di aree applicative dell’IA.

Verrà selezionata almeno una proposta incentrata sulla collaborazione e l’interazione uomo-macchina e almeno una incentrata sul processo decisionale collaborativo. Le proposte devono indicare chiaramente quale delle due aree affrontano.

Le attività di ricerca multidisciplinari devono riguardare tutti i seguenti aspetti:

·       Le proposte devono prevedere un’adeguata competenza nel campo delle scienze sociali e umanistiche (SSH), compresa la conoscenza delle disuguaglianze di genere e intersezionali.

·       La ricerca dovrebbe basarsi sugli standard esistenti o contribuire alla standardizzazione. L’interoperabilità per la condivisione dei dati dovrebbe essere affrontata, in particolare attraverso l’attuazione dei principi dei dati FAIR e l’adozione di schemi di metadati e ontologie standardizzati e orientati alle discipline.

·       Le proposte devono dedicare compiti e risorse per collaborare e fornire input alla sfida di innovazione aperta nell’ambito di HORIZON-CL4-2023-HUMAN-01-04 che riguarda la spiegabilità e la robustezza. I team di ricerca coinvolti nelle proposte devono partecipare alle rispettive sfide dell’innovazione.

·       I progetti devono inoltre basarsi o cercare di collaborare con progetti esistenti e sviluppare sinergie con altre iniziative, programmi di finanziamento e piattaforme europee, nazionali o regionali pertinenti.

·       Contribuire a far sì che le soluzioni di IA e robotica soddisfino i requisiti di un’IA affidabile, basata sul rispetto dei principi etici, dei diritti fondamentali e di aspetti critici quali robustezza, sicurezza e affidabilità, in linea con l’approccio europeo all’IA. I principi etici devono essere adottati fin dalle prime fasi dello sviluppo e della progettazione e, se del caso, deve essere presa in considerazione la sensibilità di genere.

Tutte le proposte devono incorporare meccanismi per valutare e dimostrare i progressi (con KPI qualitativi e quantitativi, benchmarking e monitoraggio dei progressi, nonché casi d’uso applicativi illustrativi che dimostrino il potenziale valore aggiunto concreto) e condividere i risultati comunicabili con la comunità europea di R&S, attraverso la piattaforma AI-on-demand o la piattaforma industriale digitale per la robotica, le risorse pubbliche della comunità, per massimizzare il riutilizzo dei risultati, sia da parte degli sviluppatori che per l’adozione, e ottimizzare l’efficienza dei finanziamenti; migliorare l’ecosistema europeo dell’AI, dei dati e della robotica attraverso la condivisione dei risultati e delle migliori pratiche.

Condizioni specifiche dell’argomento:

Si prevede che le attività inizino a TRL 2-3 e raggiungano TRL 4-5 entro la fine del progetto – cfr. Allegato generale B.

 

 

Criteri di eleggibilità  

Condizioni di ammissibilità Le condizioni sono descritte nell’Allegato generale B.

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

 

-essere soggetti giuridici (enti pubblici o privati) avere sede in uno dei Paesi ammissibili, ovvero Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) Paesi non UE:

 

– Paesi SEE elencati e Paesi associati o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei Paesi partecipanti)

 

– Paesi in via di adesione,

 

I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà loro richiesto di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine.

 

Si applicano le seguenti eccezioni: Se i progetti utilizzano dati e servizi di osservazione della terra, posizionamento, navigazione e/o tempistica correlati basati su satelliti, i beneficiari devono utilizzare Copernicus e/o Galileo/EGNOS (possono essere utilizzati anche altri dati e servizi).

 

Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto

La Commissione ritiene che un contributo UE di circa 5 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi.

 

Il budget totale indicativo per il tema è di 20,00 milioni di euro. Tipo di azione Azioni di ricerca e innovazione

Scadenza

 

19 marzo 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni wp-7-digital-industry-and-space_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

pag 407

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles