INTERREG VI A Italia-Francia Marittimo 2021-2027

15 Febbraio 2024

 

TITOLO INTERREG VI A Italia-Francia Marittimo 2021-2027
ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Fondo europeo di sviluppo regionale

Programma Interreg

SETTORE DI RIFERIMENTO Cooperazione  regionale
OBIETTIVI ED IMPATTO Il Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Francia Marittimo 2021-2027 (di seguito denominato Programma), cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), interessa cinque regioni di due Stati membri (Italia e Francia): Sardegna, Liguria, Toscana, Corsica e Provence-Alpes-Cote d’Azur.

 

 

 

 

Il Programma intende sostenere la coesione economica e sociale dello spazio transfrontaliero rafforzandone la resilienza e, quindi, la capacità nel: a) fronteggiare l’impatto della transizione industriale ed ecologica dando centralità alla sfida dell’innovazione, la crescita e la competitività dei territori;

b) proteggere (dai rischi naturali e antropici) e valorizzare le risorse naturali e culturali dell’area anche in un’ottica di economia circolare, dando centralità al territorio e al suo ambiente;

c) promuovere una migliore connessione tra i territori, dando centralità alla sfida dell’accessibilità;

d) rendere più efficiente il mercato del lavoro transfrontaliero dando centralità alla sfida della qualificazione del capitale umano;

e) rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno raggiungimento dell’obiettivo del Programma, dando centralità alla sfida della coesione transfrontaliera.

 

Il secondo Avviso riflette l’obiettivo del Programma e intende pertanto sostenere la coesione economica e sociale dello spazio transfrontaliero rafforzandone la resilienza e, quindi, la capacità nel:

~ fronteggiare l’impatto della transizione industriale ed ecologica e accompagnarla dando centralità alla sfida dell’innovazione, la crescita e la competitività dei territori;

~ proteggere (dai rischi naturali e antropici) e valorizzare le risorse naturali e culturali dell’area anche in un’ottica di economia circolare, dando centralità al territorio e al suo ambiente;

~ promuovere una migliore connessione tra i territori, dando centralità alla sfida dell’accessibilità;

~ rendere più efficiente il mercato del lavoro transfrontaliero dando centralità alla sfida della qualificazione del capitale umano.

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Sono ammissibili le seguenti tipologie di beneficiari:

~ Organismi pubblici;

~ Organismi di diritto pubblico;

~ GECT;

~ Organismi privati dotati di personalità giuridica;

~ Associazioni di categoria;

~ Organismi internazionali localizzati nei territori dei due Stati membri del Programma.

Tali organismi sono ammissibili solo se: aderiscono ai principi stabiliti dal Trattato sul Funzionamento dell’ Unione Europea; aderiscono alle politiche comunitarie, comprese le regole sugli appalti pubblici; accettano le regole di controllo stabilite dal Programma e applicate dallo Stato membro dove l’organismo è localizzato; accettano le azioni di controllo e di audit da parte degli organismi identificati dal Programma per l’esecuzione di tali attività; accettano la responsabilità finanziaria per eventuali irregolarità.

 

 

Le operazioni selezionate nel quadro del presente Avviso, coinvolgono i partner dei due Stati Membri, ubicati nell’area del Programma. Ad integrazione ed eccezione di quanto sopra saranno considerati ammissibili tutti quei soggetti che sono competenti nelle azioni previste nella proposta progettuale ma localizzati fuori dall’area del Programma. Saranno pertanto ammissibili a finanziamento anche organismi pubblici e/o organismi di diritto pubblico e/o organismi privati e/o organismi internazionali che, pur non localizzati nell’area di Programma, siano localizzati nei territori dei due Stati membri italiano e francese, purché sia garantito l’impatto sull’area del Programma. Se necessario, i partner possono provenire anche da aree al di fuori dei due Stati Membri, ovvero da Paesi membri dell’UE, paesi terzi, o paesi e territori di oltremare (d’ora in avanti “PTOM”). In questo caso, il loro ruolo nel progetto deve essere spiegato con particolare attenzione. Questi partner devono essere indispensabili per raggiungere i risultati del progetto. Devono apportare al progetto un valore aggiunto che al momento l’Area del Programma non possiede. Occorre tenere presente che in tutti i casi l’impatto dei progetti deve ricadere sull’Area del Programma. Per i partner provenienti da Paesi membri dell’UE al di fuori dell’Area del Programma, sono necessari accordi speciali tra l’Autorità di Gestione e il Paese membro dell’UE in questione. Qualora all’Avviso partecipino uno o più partner situati nel territorio di uno Stato (sia esso Paese membro dell’Unione Europea (UE), paese terzo, o paesi e “PTOM”) che non è rappresentato nel Comitato di Sorveglianza, la sua esplicita approvazione è subordinata alla presentazione, da parte del Paese membro (UE), paese terzo o PTOM interessato, dell’accettazione scritta a rimborsare gli eventuali importi indebitamente versati a tali partner. Se tale accettazione scritta non può essere ottenuta, l’organismo che attua integralmente o parzialmente l’operazione al di fuori dell’Area del Programma dovrà allegare una garanzia da una banca o qualunque altra istituzione finanziaria per l’importo corrispondente ai fondi concessi. La mancanza dei requisiti previsti nel presente paragrafo comporta l’esclusione del singolo Beneficiario dal partenariato del progetto.

 

Composizione del partenariato di progetto

 

Il partenariato di progetto deve prevedere partner appartenenti ai due Stati membri che fanno parte dell’area del Programma con le eccezioni di cui al paragrafo precedente. La dimensione del partenariato deve comunque riflettere lo scopo e la portata del progetto e deve rimanere di una dimensione gestibile. Con la sola eccezione dei progetti presentati dai GECT (come più avanti specificato) le operazioni devono essere realizzate da un partenariato così composto:

~ Progetti semplici: minimo 3 Partner massimo 8 Partner;

~ Progetti strategici tematici: minimo 5 massimo 16 Partner;

~ Progetti strategici territoriali: minimo 2 massimo 16 Partner.

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

I fondi disponibili per il finanziamento delle domande di contributo presentate su questo Avviso: € 85.353.081,30 (FESR + Contropartita nazionale). Tali fondi, costituiscono il 44% della dotazione totale del Programma.
SCADENZA

 

Il termine per la presentazione di progetti è fissato entro e non oltre le ore 18:00:00 del 30/05/2024,
ULTERIORI INFORMAZIONI 20800f5c-b562-f773-2396-e12c55050053 (interreg-marittimo.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

 

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles