Interventi a favore degli emigrati piemontesi

30 Novembre 2023
Titolo   L.R. 1/87 “INTERVENTI REGIONALI IN MATERIA DI MOVIMENTI MIGRATORI”. 
BANDO PER IL COFINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ REALIZZATE DA ASSOCIAZIONI, ENTI E 
CIRCOLI CHE PROMUOVONO ATTIVITÀ A FAVORE DEGLI EMIGRATI PIEMONTESI. ANNUALITÀ 
2023-2024. 
Ente finanziatore  PIEMONTE 
Obiettivi ed impatto attesi   

Il presente bando fa riferimento alle disposizioni di cui alla Legge Regionale 9 gennaio 1987, n. 1 “Interventi regionali in materia di movimenti migratori”. In particolare l’art. 19 (Attività promozionale in Italia e all’estero) della suddetta Legge prevede che “la Giunta Regionale provvede a realizzare manifestazioni illustranti tradizioni e aspetti della realtà piemontese, con riferimento ai settori di competenza regionale nel rispetto dell’art. 4 del D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, ricercando la collaborazione e il concorso delle comunità e dei circoli piemontesi degli emigrati. 

 I circoli piemontesi possono a loro volta proporre iniziative di carattere culturale, economico e turistico da realizzarsi con il concorso della Regione”. Inoltre l’art. 9 prevede che la Regione promuova, coordini e realizzi tra gli altri interventi volti a “organizzare nel territorio regionale soggiorni culturali e viaggi studio per i figli degli emigrati e iniziative di interscambio per i figli degli emigrati e iniziative di turismo sociale e di interscambio”, anche avvalendosi degli Enti Locali e delle Associazioni di emigrati. 

 Attraverso il presente bando si intende pertanto sostenere iniziative volte a: • rafforzare e valorizzare l’identità piemontese e la conoscenza della cultura d’origine (tradizioni, storia, lingua italiana), con particolare riferimento alle comunità di origine piemontese all’estero o in altre regioni italiane;  

• far conoscere e riscoprire l’odierna realtà del Piemonte presso le comunità di origine piemontese all’estero, con particolare attenzione alle nuove generazioni;  

• rafforzare i legami tra il territorio piemontese e le comunità di origine piemontese all’estero, anche attraverso il sostegno di iniziative di interscambio sul territorio regionale. 

Criteri di eleggibilità  Le domande di contributo potranno essere presentate dai seguenti soggetti: • lotto n. 1 (iniziative fuori dal territorio regionale): associazioni di piemontesi aventi sede all’estero o in altre Regioni italiane che promuovono attività a favore degli emigrati piemontesi con carattere di continuità da almeno un anno alla data di presentazione della domanda;  

• lotto n. 2 (iniziative in Piemonte): associazioni di piemontesi aventi sede all’estero o in altre Regioni italiane che promuovono attività a favore degli emigrati piemontesi con carattere di continuità da almeno un anno alla data di presentazione della domanda, Enti Locali piemontesi. 

 

REQUISITI DI AMMISSIBILITÀ DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO  

Per il lotto 1 sono considerate finanziabili le seguenti attività senza fini di lucro:  

• iniziative quali mostre, manifestazioni, festival ed ogni altro evento, anche organizzato on-line, finalizzate al rafforzamento e alla valorizzazione dell’identità piemontese e della conoscenza della cultura d’origine (tradizioni, storia, lingua italiana);  

• iniziative che abbiano come tema l’emigrazione piemontese storica e attuale nonché volte a far conoscere, riscoprire e promuovere l’odierna realtà del Piemonte presso le comunità piemontesi all’estero con particolare riferimento ai giovani;  

• sviluppo di attività aggregative e comunicative dell’Associazione, anche attraverso l’uso di nuove tecnologie;  

 

Per il lotto 2 sono considerate finanziabili le seguenti attività senza fini di lucro:  

• iniziative sul territorio regionale di interscambio e soggiorni culturali che coinvolgano direttamente rappresentanti delle comunità di origine piemontese all’estero, con particolare riferimento alle nuove generazioni. 

Contributo finanziario  

 

La dotazione finanziaria per la realizzazione del presente bando è pari complessivamente a € 100.000,00, di cui 

  • 40.000€ a valere sull’anno 2023 e  
  • 60.000€ sull’anno 2024, così suddivisi per ciascun lotto 

• lotto n. 1 (iniziative fuori dal territorio regionale) – € 50.000,00.  

• lotto n. 2 (iniziative sul territorio regionale) – € 50.000,00.  

 

Il cofinanziamento consiste in un contributo a fondo perduto nella misura del 90% del costo complessivo del progetto, da un importo minimo di € 3.000,00 e fino ad un importo massimo di € 10.000 per entrambi i lotti. Ogni soggetto potrà presentare complessivamente al massimo due progetti anche in due momenti diversi. Sono ammissibili le iniziative avviate a partire dal 1/1/2023 purché non ancora concluse alla data di pubblicazione del bando. Tutte le attività dovranno essere completate inderogabilmente entro il 30/09/2024. 

Scadenza 

 

31/05/2024  
Ulteriori informazioni   DD-A21_356_2023 – File primario – DD-A21-356-2023-TESTO_ATTO.pdf (regione.piemonte.it) 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto. 

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo. 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles