Invito a presentare proposte per sostenere gli Stati membri e gli altri attori interessati ad attuare i risultati rilevanti della ricerca innovativa in materia di salute pubblica in relazione alla vaccinazione contro il COVID-19

31 Gennaio 2023
Titolo Call for proposals to support Member States and other relevant actors to implement relevant results of innovative public health research in relation to vaccination against COVID-19

TOPIC ID: EU4H-2022-PJ-16

Invito a presentare proposte per sostenere gli Stati membri e gli altri attori interessati ad attuare i risultati rilevanti della ricerca innovativa in materia di salute pubblica in relazione alla vaccinazione contro il COVID-19

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Eu4Health

Settore di riferimento Salute Pubblica
Obiettivi ed impatto attesi La pandemia COVID-19 ha creato la necessità di vaccinare rapidamente l’intera popolazione degli Stati membri, il che ha rappresentato una sfida di dimensioni storiche per molti Paesi, in quanto ha richiesto una moltitudine di passi per essere intrapresa con successo. Queste vanno dalla progettazione di piani di vaccinazione, alla creazione di infrastrutture adeguate e di servizi di vaccinazione facilmente accessibili e dotati di risorse sufficienti, fino alle attività di comunicazione e sensibilizzazione per garantire un’elevata diffusione dei vaccini, comprese le attività per affrontare l’esitazione nei confronti del vaccino e la disinformazione sui rischi correlati. La novità dei vaccini da somministrare e il contesto pandemico hanno reso il compito ancora più impegnativo. Questa azione sostiene la priorità politica di rispondere alla crisi COVID-19 e attua l’obiettivo generale del Programma EU4Health di proteggere le persone nell’Unione da gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero (articolo 3, lettera b)) attraverso gli obiettivi specifici definiti nell’articolo 4, lettere a) e b), del Regolamento (UE) 2021/522.

 

Obiettivo:

Obiettivi perseguiti

 

L’azione mira a sostenere gli Stati membri e le parti interessate a implementare i risultati di ricerche recenti e pertinenti in relazione alla vaccinazione contro il COVID-19.

 

Ambito di applicazione:

Descrizione delle attività da finanziare nell’ambito di questo argomento

 

L’azione deve coprire le seguenti attività:

 

a) mappare le evidenze di salute pubblica e i risultati della ricerca sulla vaccinazione su larga scala contro il COVID-19 che potrebbero essere rilevanti per l’adozione, compresi i risultati, provenienti dagli Stati membri e dall’esterno dell’Unione;

 

b) identificare le sfide e valutare la fattibilità dell’implementazione di soluzioni negli Stati membri, sulla base della mappatura e tenendo conto dei fattori specifici del Paese;

 

c) sviluppare piani di attuazione e attività pilota per rispondere all’attuale contesto pandemico o a future crisi sanitarie, o per ottimizzare le attuali pratiche di vaccinazione di routine, compresa la vaccinazione di recupero;

 

d) attuare le attività pilota negli Stati membri volontari, comprese le attività identificate come potenzialmente più efficaci (ad esempio, programmi di formazione per gli operatori sanitari, campagne di sensibilizzazione per affrontare l’esitazione al vaccino, programmi di formazione sulla preparazione sanitaria, iniziative infrastrutturali, eventi dedicati per lo scambio di buone pratiche, comunicazione del rischio e coinvolgimento della comunità, ecc;)

 

e) identificare le attività pilota di successo e, sulla base di queste, sviluppare un solido piano di sostenibilità per l’implementazione continua e kit di strumenti e raccomandazioni per l’upscaling in altri Stati membri.

 

Risultati e impatto attesi

 

Si prevede che l’azione fornisca un inventario della ricerca innovativa in materia di salute pubblica sulla vaccinazione su larga scala del COVID19 e piani di attuazione negli Stati membri interessati, tenendo conto della fattibilità e dei fattori specifici del Paese. Ciò porterà, sulla base di progetti pilota attuati in diversi Stati membri e dopo la valutazione, allo sviluppo di piani di sostenibilità, kit di strumenti e raccomandazioni.

 

Impatto previsto:

Specifiche consegne obbligatorie e/o tappe fondamentali

 

Queste attività dovrebbero aumentare l’efficienza in termini di vaccinazione su larga scala, facendo il miglior uso possibile dei risultati della sanità pubblica per aumentare l’adozione dei vaccini.

 

La proposta dovrebbe sostenere l’identificazione e l’implementazione di alcune delle principali scoperte in materia di salute pubblica ottenute come risultato dell’impennata di iniziative nel campo della vaccinazione durante la pandemia COVID e la crisi sanitaria del vaiolo delle scimmie, anche se non limitate a questi eventi. Molti di questi progetti avrebbero già fornito risultati promettenti, che potrebbero essere ulteriormente massimizzati dalle attività pilota in azioni di vaccinazione su larga scala, che si tratti di COVID-19 o di vaccinazione di routine, in particolare anche della vaccinazione di recupero che è stata saltata all’apice della pandemia COVID-19. Eventi di crisi sanitaria, come la COVID-19 e il vaiolo delle scimmie, possono verificarsi in qualsiasi momento e dobbiamo essere meglio preparati a reagire alle emergenze nel campo delle vaccinazioni. Potrebbe anche essere necessario potenziare la vaccinazione di recupero nel contesto dei programmi di routine per l’infanzia negli Stati membri/altri Paesi che partecipano al Programma EU4Health, se questi hanno subito interruzioni o ritardi a causa della pandemia COVID-19. In ogni caso, gli Stati membri/gli altri Paesi che partecipano al Programma EU4Health devono continuare a migliorare la copertura vaccinale o a sostenere livelli elevati di vaccinazione, per evitare potenziali epidemie di malattie prevenibili da vaccino potenzialmente letali.

 

 

La proposta può riguardare qualsiasi aspetto dell’attuazione dei programmi di vaccinazione, compresi, ma non solo, i miglioramenti alla strategia e alla pianificazione degli eventi di vaccinazione; una migliore pianificazione e organizzazione della logistica o del personale; l’effettiva somministrazione dei vaccini (ad esempio, nuovi modelli di consegna come le unità mobili). La proposta deve verificare la trasferibilità di tali risultati a future crisi sanitarie che comportino vaccinazioni di massa o a programmi di immunizzazione di routine su larga scala negli Stati membri.

 

Oltre a quelli elencati nelle sezioni precedenti, un progetto finanziato nell’ambito di questo tema deve includere almeno, ma non solo, i seguenti risultati:

 

– Mappatura dei risultati e delle prove di salute pubblica sulla vaccinazione su larga scala (punto (a) sopra) – Questo dovrebbe essere un deliverable nelle prime fasi del progetto;

 

– Relazione sull’attuazione dell’azione pilota (punto (d) sopra);

 

– Piano di sostenibilità per l’implementazione continua, kit di strumenti pertinenti e raccomandazioni politiche per l’upscaling in altri Stati membri (punto (e) sopra).

 

Indicatori specifici a livello di azione per la rendicontazione

 

I richiedenti devono raccogliere dati sui seguenti indicatori specifici a livello di azione nelle loro attività di rendicontazione periodica in caso di aggiudicazione:

 

– Numero di elementi (risultati di salute pubblica) mappati;

 

– Numero di risultati (analisi, relazioni, raccomandazioni, ecc.) prodotti sulla base delle informazioni identificate dalla mappatura;

 

– Numero di Stati membri che attuano soluzioni e raccomandazioni prodotte sulla base delle informazioni identificate dalla mappatura;

 

– Numero di piani di attuazione prodotti;

 

– Numero di attività pilota avviate;

 

– Numero di Stati membri che partecipano alle attività pilota;

 

– Numero di progetti pilota considerati di successo per l’upscaling;

 

– Numero di piani di sostenibilità, toolkit e raccomandazioni politiche per l’upscaling dei progetti pilota in tutti gli Stati membri;

 

– Numero di Stati membri e/o Regioni che si sono impegnati a proseguire l’implementazione o l’adozione.

 

I candidati sono tenuti a includere nelle loro proposte ulteriori indicatori specifici a livello di azione, che saranno concordati con la Commissione durante la convenzione di sovvenzione.

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono: – essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

– essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia:

– Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) – Paesi non UE:

– Paesi SEE elencati e Paesi associati al Programma Europa Digitale o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei Paesi partecipanti)

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Capacità operativa

I candidati devono possedere il know-how, le qualifiche e le risorse necessarie per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota (compresa una sufficiente esperienza in progetti di dimensioni e natura comparabili). Questa capacità sarà valutata insieme al criterio di assegnazione “Qualità”, sulla base della competenza e dell’esperienza dei richiedenti e dei loro team di progetto, comprese le risorse operative (umane, tecniche e di altro tipo) o, eccezionalmente, le misure proposte per ottenerle entro l’inizio dell’attuazione della missione. Se la valutazione del criterio di assegnazione è positiva, si ritiene che i richiedenti abbiano una capacità operativa sufficiente.

I candidati dovranno dimostrare la loro capacità attraverso le seguenti informazioni:

-profili generali (qualifiche ed esperienze) del personale responsabile della gestione e dell’attuazione del progetto  descrizione dei partecipanti al consorzio

–  elenco dei progetti precedenti (progetti chiave degli ultimi 4 anni) (n/a per le organizzazioni di nuova costituzione)

Potranno essere richiesti ulteriori documenti di supporto, se necessario, per confermare la capacità operativa di ogni richiedente. Gli enti pubblici, le organizzazioni degli Stati membri e le organizzazioni internazionali sono esentati dalla verifica della capacità operativa.

 

 

Criteri specifici di ammissibilità

Per i candidati :Istituti accademici e di istruzione, istituti di ricerca, ospedali, reti di esperti, enti privati, autorità degli Stati membri e organizzazioni della società civile (associazioni, fondazioni, ONG ed enti simili),  e’ richiesta ampia esperienza nel campo della salute pubblica e della pianificazione e/o implementazione di programmi di vaccinazione, con un minimo di 10 anni di esperienza comprovata.

 

 

Composizione del consorzio

Le proposte devono essere presentate da un consorzio di almeno 3 richiedenti (beneficiari; non entità affiliate), che soddisfi le seguenti condizioni:

-Minimo 3 soggetti indipendenti provenienti da 3 diversi Paesi ammissibili

-Anche le proposte di un singolo candidato sono ammissibili nell’ambito del presente invito.

 

Durata I progetti dovrebbero normalmente avere una durata compresa tra i 12 e i 36 mesi (sono possibili estensioni, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento). Data la complessità delle attività da finanziare nell’ambito di questo tema, la durata consigliata per un progetto è di 36 mesi. Budget del progetto

Contributo finanziario

 

I budget dei progetti (importo massimo della sovvenzione) dovrebbero aggirarsi intorno ai 1.800.000 euro per progetto, ma ciò non preclude la presentazione/selezione di proposte che richiedano importi diversi.

 

 

I parametri della sovvenzione (importo massimo della sovvenzione, tasso di finanziamento, costi totali ammissibili, ecc.) saranno stabiliti nella Convenzione di sovvenzione (Scheda tecnica, punto 3 e art. 5).

La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto. La sovvenzione sarà una sovvenzione mista a costi effettivi basata sul budget (costi effettivi, con elementi di costo unitario e forfettario).

Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati). Per quanto riguarda i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione (cfr. art. 6 e allegati 2 e 2a).

I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento stabilito nella Convenzione di sovvenzione (60%).

-È possibile richiedere un tasso di finanziamento del progetto più elevato (80%) se il progetto è di “utilità eccezionale”, ossia riguarda: azioni in cui almeno il 30% del budget è assegnato a Stati membri il cui RNL per abitante è inferiore al 90% della media UE o  azioni con organismi di almeno 14 Stati membri e in cui almeno quattro provengono da Stati membri il cui RNL per abitante è inferiore al 90% della media UE.

 

Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione.

Scadenza

 

16 Marzo 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni call-fiche_eu4h-2022-pj-5_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.

disclaimer:

Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles