Invito a presentare proposte per sovvenzioni d’azione per fornire contributi finanziari alle organizzazioni che rappresentano gli interessi dei consumatori negli Stati membri o che offrono assistenza ai consumatori negli Stati membri sotto forma di risoluzione alternativa delle controversie (SMP-CONS-2023-ADR)

14 Aprile 2023
Titolo Call for proposals for action grants to provide financial contributions to organisations representing consumer interests in Members States or offering assistance to consumers in Member States in the form of Alternative Dispute Resolution (SMP-CONS-2023-ADR)

Invito a presentare proposte per sovvenzioni d’azione per fornire contributi finanziari alle organizzazioni che rappresentano gli interessi dei consumatori negli Stati membri o che offrono assistenza ai consumatori negli Stati membri sotto forma di risoluzione alternativa delle controversie (SMP-CONS-2023-ADR)

 

Ente finanziatore Commissione europea

Single Market Programme (SMP)

 

Settore di riferimento Giustizia
Obiettivi ed impatto attesi L’obiettivo del presente invito a presentare proposte è quello di facilitare l’accesso dei consumatori a organismi alternativi di risoluzione delle controversie efficaci ed efficienti, conformi alla direttiva 2013/11/UE, tra cui la sensibilizzazione, la protezione dei consumatori vulnerabili, la messa in rete degli organismi alternativi di risoluzione delle controversie a livello nazionale e dell’UE, la cooperazione con gli organismi nazionali di controllo, l’uso di strumenti digitali trasparenti e la buona governance. Un quadro ADR forte nell’UE indurrebbe i consumatori a scegliere l’ADR, in particolare per risolvere controversie di basso valore, contribuendo così a individuare i commercianti disonesti nel mercato unico e a creare condizioni di maggiore parità per i commercianti che rispettano la legislazione UE in materia di tutela dei consumatori. Ciò fa eco all’Agenda dei consumatori adottata nel novembre 2020, che mira a sostenere la transizione digitale e a rafforzare l’applicazione dei diritti dei consumatori.

 

Attività che possono essere finanziate

 

Un’ampia gamma di attività può essere sostenuta dalle sovvenzioni, a condizione che possano essere collegate ai risultati attesi. Tali attività possono includere, ad esempio (elenco non esaustivo):

– Sensibilizzazione sull’ADR per i consumatori, comprese le reti ADR, per portare le conoscenze sull’ADR a un gruppo più ampio di consumatori e/o commercianti (ad esempio campagne, informazioni più facili da usare sull’ADR, incentivi per i commercianti a impegnarsi maggiormente nell’ADR, ecc.)

– Supporto alle reti ADR: incontri, conferenze, sviluppo di strumenti e conoscenze comuni per migliorare il networking e la condivisione delle migliori pratiche a livello nazionale, regionale o europeo.

– Gestione dei casi: sviluppo di sistemi di gestione dei casi, compresi gli strumenti informatici, ad esempio la migrazione online del processo di gestione dei casi per facilitare una migliore e rapida selezione e valutazione dei casi, la comunicazione con le parti in causa, il monitoraggio dei casi, la traduzione automatica, lo sviluppo di strumenti e processi inclusivi e accessibili, ecc.

– Capacità operativa dell’ADR: formazione del personale sulla legislazione europea pertinente, tutoraggio, visite di studio, condivisione di dati con altri stakeholder e consulenza per consentire agli organismi ADR di implementare metodi di lavoro e modelli organizzativi per adempiere meglio alla loro missione.

– Prototipazione o acquisto di strumenti basati sull’intelligenza artificiale per migliorare la segnaletica o per assistere e semplificare il processo decisionale.

– Esecuzione di analisi statistiche dei reclami e delle richieste dei consumatori per determinare i problemi comuni.

Criteri di eleggibilità Le domande saranno considerate ammissibili solo se il loro contenuto corrisponde interamente (o almeno in parte) alla descrizione del tema per cui sono state presentate.Partecipanti ammissibili (Paesi ammissibili)

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

 essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

 essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ovvero:

 Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM))

 Paesi non UE:

 Paesi SEE elencati e Paesi associati al Programma per il mercato unico o Paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei Paesi partecipanti).

 essere, alla data di presentazione della proposta, un organismo di risoluzione alternativa delle controversie (ADR) notificato alla Commissione europea ai sensi dell’articolo 20, paragrafo 2, della direttiva 2013/11/UE sull’ADR per i consumatori. Si consiglia ai richiedenti di verificare il proprio status consultando l’elenco pubblico degli organismi ADR registrati sulla piattaforma europea ODR e di contattare le autorità nazionali competenti nel caso in cui non siano elencati nella piattaforma o i loro dati non siano corretti.

 

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà loro richiesto di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Sono ammesse proposte da parte di un singolo richiedente o di un consorzio. Nel caso di una sovvenzione multi-beneficiario

 

Composizione del consorzio:

ciascuno dei candidati all’interno del consorzio deve essere idoneo ai sensi della sezione 6 del presente bando. I candidati possono provenire dallo stesso Paese ammissibile o da Paesi diversi.

 

Durata

I progetti devono normalmente avere una durata massima di 36 mesi (sono possibili estensioni, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento).

 

 

I candidati devono possedere il know-how, le qualifiche e le risorse necessarie per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota (compresa una sufficiente esperienza in progetti di dimensioni e natura comparabili). Questa capacità sarà valutata insieme al criterio di assegnazione “Qualità” sulla base della competenza e dell’esperienza dei richiedenti e dei loro team di progetto, comprese le risorse operative (umane, tecniche e di altro tipo) o, eccezionalmente, le misure proposte per ottenerle entro l’inizio dell’attuazione del progetto.

Contributo finanziario

 

Il budget disponibile per il bando è di 1.000.000 di euro. Questo budget può essere aumentato di un massimo del 20%.

Bilancio del progetto (importo massimo della sovvenzione):

– Non indicato nel testo del bando  (n.d.r.)

La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto.

La sovvenzione sarà una sovvenzione mista a costi effettivi basata sul bilancio (costi effettivi, con costi unitari ed elementi forfettari). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati). Per quanto riguarda i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione . I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento stabilito nella Convenzione di sovvenzione (90%).

I candidati devono disporre di risorse stabili e sufficienti per attuare con successo i progetti e contribuire con la propria quota. Le organizzazioni che partecipano a più progetti devono avere una capacità sufficiente per attuare tutti i progetti.

 

La verifica della capacità finanziaria sarà effettuata sulla base dei documenti che vi verrà richiesto di caricare nel Registro dei Partecipanti durante la preparazione della sovvenzione (ad esempio, conto economico e bilancio, business plan, relazione di revisione contabile prodotta da un revisore esterno approvato, che certifichi i conti dell’ultimo esercizio finanziario chiuso, ecc). L’analisi si baserà su indicatori finanziari neutri, ma terrà conto anche di altri aspetti, come la dipendenza dai finanziamenti dell’UE e il deficit e le entrate degli anni precedenti.

La verifica sarà effettuata di norma per tutti i beneficiari, ad eccezione di:

 enti pubblici (enti istituiti come enti pubblici secondo il diritto nazionale, comprese le autorità locali, regionali o nazionali) o organizzazioni internazionali

 se l’importo della singola sovvenzione richiesta non supera i 60.000 euro

Scadenza

 

18 luglio 2023 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni call-fiche_smp-cons-2023-adr_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles