LA DIRETTIVA SUI RIDER ESCE AMMACCATA

11 Aprile 2024

La direttiva europea sulla piattaforma dei lavoratori, così come emersa da un lungo ed estenuante braccio di ferro europeo, ne esce decisamente ammaccata, se non monca.

Il settore dei taxi viene incredibilmente esentato e sono stati stralciati i cinque criteri che affermavano il rapporto di subordinazione.

Francia e Germania hanno voltato le spalle a milioni di lavoratori e in particolare ha sorpreso molto, e in negativo, la posizione del governo tedesco a guida socialista.

Una volta approvata in via definitiva dal Parlamento europeo, la direttiva dovrà essere recepita dal Parlamento italiano: sarà in quella sede che come Movimento 5 Stelle concentreremo i nostri sforzi, per renderla più ambiziosa e coerente nella difesa dei diritti dei lavoratori.

Non illudiamo i rider che meritano il nostro rispetto, soprattutto per le difficili e a volte umilianti condizioni di lavoro a cui sono sottoposti: oggi è stato effettivamente fatto un passo in avanti per un’Europa sociale, ma le ingiustizie nel mondo del lavoro, purtroppo, non termineranno qui.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles