L’ANPAL SMENTISCE IL GOVERNO SUGLI “OCCUPABILI”

22 Maggio 2023

Nuove bugie del governo, questa volta sul Reddito di Cittadinanza e gli “occupabili”.

A smentire l’esecutivo guidato da Giorgia Meloni è l’Anpal, l’agenzia nazionale politiche attive del lavoro. E lo fa con dati empirici.

Dal primo gennaio 2024, chi non ha figli minori o non vive con un parente disabile oppure over 60 non potrà ricevere l’assegno di inclusione (come è stato ribattezzato il RdC), ma potrà accedere esclusivamente al supporto per la formazione e il lavoro per un massimo di 12 mesi, percependo 350€ anziché i 500€ (più i 280€ per l’affitto) previsti per le altre fasce. E non è tutto, perché per ricevere l’indennità gli “occupabili” dovranno essere più poveri dei poveri, con un Isee al di sotto dei 6.000 euro a fronte della soglia di 9.360 euro prevista per i percettori dell’assegno di inclusione.

Numericamente, i nuclei familiari che, pur vivendo sotto la soglia di povertà, saranno esclusi sono addirittura 433 mila.

Secondo il governo, perché troveranno lavoro molto facilmente. Secondo l’ANPAL, però, le cose sono molto diverse.

In una relazione presentata in commissione Affari sociali del Senato dal commissario straordinario di Anpal, Raffaele Tangorra, si scrive che “Il gruppo dominante è quello senza esperienza lavorativa negli ultimi tre anni: la probabilità di trovare lavoro nell’anno è prossima allo zero, mentre quella di rimanere disoccupati di lunga durata prossima all’80%”.

In sostanza, una volta scaduti i 12 mesi in cui riceveranno l’indennità da 350€, la maggior parte delle persone dovrà ARRANGIARSI.

Anpal sottolinea, inoltre, come i profili di occupabilità NON dipendano minimamente dalla presenza, o meno, dei figli a carico. Anzi, i dati confermano come sembra esserci una certa maggiore frequenza dell’occupazione tra coloro con figli a carico, soprattutto in ingresso (quasi due punti, 7,3% invece che 5,4)”.

Il governo, ancora una volta, sta combattendo una battaglia ideologica che si sconterà con la realtà dei fatti. Purtroppo a danno dei cittadini…

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles