MERCATI E RETI CREA-MEDIA-2024-MARKETNET

30 Settembre 2023
Titolo MERCATI E RETI

CREA-MEDIA-2024-MARKETNET

 

MARKETS & NETWORKING

CREA-MEDIA-2024-MARKETNET

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Europa Creativa (CREA)

Settore di riferimento SETTORE AUDIOVISIVO
Obiettivi ed impatto attesi Ambito di applicazione:

Obiettivi

L’obiettivo del bando Markets & Networking è quello di migliorare la promozione dei contenuti europei nel mercato globale e di favorire la cooperazione tra tutte le parti della catena del valore audiovisivo per la co-creazione e la promozione delle opere audiovisive europee.

Risultati attesi

-Migliorare l’aspetto innovativo dei mercati industriali europei esistenti e aumentare il loro impatto sistemico;

-Incoraggiare la creazione di reti di mercati;

-Incoraggiare lo sviluppo di reti tra professionisti europei con l’obiettivo di co-creare serie;

-Promuovere la sostenibilità e il processo di ecologizzazione dei mercati;

-Migliorare la competitività, la circolazione e la promozione delle opere audiovisive europee sui mercati internazionali.

-Migliorare la diversità e l’inclusione nei mercati e nelle reti;

-Assicurare che l’industria audiovisiva europea tragga pieno vantaggio dall’innovazione tecnologica e commerciale.

Descrizione delle attività da finanziare

Mercati:

  • Eventi di settore, fisici, digitali o ibridi, incentrati sugli scambi business-to-business tra i professionisti dell’audiovisivo europeo, che facilitano le coproduzioni e le vendite e che hanno un effetto strutturante sull’ecosistema audiovisivo europeo e un impatto sulla promozione e sulle vendite delle opere audiovisive europee sui mercati globali.

Le attività e gli eventi devono adattarsi alle attuali tendenze del mercato e includere contenuti innovativi (videogiochi, VR, XR, AI, cross-media), animazione o opere audiovisive di genere.

  • Le reti di mercati, organizzate su base tematica o geografica, dovrebbero aumentare il loro impatto sull’industria audiovisiva. Possono quindi riguardare, ad esempio, diversi mercati cinematografici di una regione specifica o, ad esempio, diversi mercati incentrati su tipi specifici di opere (ad esempio, contenuti per bambini, documentari, animazione, videogiochi, AR, VR) o entrambi.

Attività di networking lungo l’intera catena del valore

Queste attività di rete contribuiranno alla promozione delle opere europee e al consolidamento dell’ecosistema audiovisivo attraverso l’intera catena del valore.

Queste reti possono proporre sia:

– attività relative ai diversi mercati esistenti all’interno e all’esterno dei Paesi partecipanti alla sezione MEDIA. Tali attività comprenderanno attività promozionali business-to-business, compreso il sostegno finanziario a terzi, volte a facilitare la distribuzione di opere audiovisive europee o lo scambio di buone pratiche, con particolare attenzione alle tecnologie e alle pratiche commerciali innovative, oppure

– attività legate alla co-creazione di serie, che portino a serie europee commerciabili e competitive.

 

Il sostegno finanziario a terzi sarà accettato in attività di networking lungo l’intera catena del valore organizzate da reti paneuropee, volte a facilitare la distribuzione e la circolazione di opere A/V e/o cinematografiche europee e la messa in rete di professionisti europei. Per tutti i tipi di attività, le candidature devono presentare strategie adeguate per garantire un’industria più sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Quando le attività includono eventi fisici, il processo di acquisizione di un certificato di sostenibilità deve essere avviato entro il periodo del progetto. Dovranno essere incluse anche misure per garantire l’equilibrio di genere, l’inclusione, la diversità e la rappresentatività. Non sono considerate ammissibili le attività relative ai seguenti tipi di opere: livebroadcasting, video musicali, opere artistiche non narrative (inclusi, ma non limitati a, video artistici, video sperimentali, ecc.), opere commerciali e promozionali (inclusi, ma non limitati a, pubblicità), reality TV e talk show. Le domande devono presentare attività da realizzare nell’arco di 2 anni.

 

Criteri di eleggibilità Le domande saranno considerate ammissibili solo se il loro contenuto corrisponde interamente (o almeno in parte) alla descrizione del tema per cui sono state presentate. Partecipanti ammissibili (Paesi ammissibili)

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono: – essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

– essere stabilito in uno dei paesi ammissibili, ossia:

– Paesi partecipanti a Europa Creativa:

– Stati membri dell’UE (compresi i paesi e territori d’oltremare (PTOM))

– Paesi non appartenenti all’UE:

– i paesi SEE elencati e i paesi associati al Programma Europa Creativa o i paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti)

I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei Partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation).

Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Associazioni e gruppi di interesse – Le entità composte da membri possono partecipare come “beneficiari unici” o “beneficiari senza personalità giuridica “4 . Si noti che se l’azione sarà attuata dai membri, anche questi dovranno partecipare (come beneficiari o come entità affiliate, altrimenti i loro costi NON saranno ammissibili).

Data la natura di questa azione e il suo carattere internazionale, compresa l’agevolazione di co-creazioni e co-produzioni internazionali, è necessario che, in linea con l’articolo 17 (3) e 17 (4) dell’atto di base, gli enti dei settori culturali e creativi stabiliti nei Paesi terzi possano partecipare ai progetti che essa sostiene anche se tali Paesi non partecipano al programma o alla sua sezione MEDIA.

In questi casi, tali enti sosterranno i costi della loro partecipazione.

 

Creative Europe Desks (CED) – Le organizzazioni ospitanti dei Creative Europe Desks sono ammissibili come coordinatore o beneficiario nei bandi aperti, se dispongono di procedure per la separazione delle funzioni di gestione del progetto e di fornitura delle informazioni e se sono in grado di dimostrare la separazione dei costi (cioè che le sovvenzioni per i progetti non coprono costi che sono coperti da altre sovvenzioni).

Ciò richiede quanto segue: – l’uso di una contabilità analitica che consenta una gestione dei costi con chiavi di allocazione e codici di contabilità dei costi E l’applicazione di queste chiavi e codici per identificare e separare i costi (cioè per assegnarli a una delle due sovvenzioni) – la registrazione di tutti i costi reali sostenuti per le attività coperte dalle due sovvenzioni (compresi i costi indiretti) – l’allocazione dei costi in modo da ottenere un risultato equo, obiettivo e realistico.

Paesi che stanno negoziando accordi di associazione – I beneficiari dei paesi con negoziati in corso (vedi elenco sopra) possono partecipare all’invito e possono firmare le sovvenzioni se i negoziati si concludono prima della firma della sovvenzione (con effetto retroattivo, se previsto dall’accordo).

 

Capacità operativa

I candidati devono possedere il know-how, le qualifiche e le risorse necessarie per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota (compresa una sufficiente esperienza in progetti di dimensioni e natura comparabili). Questa capacità sarà valutata insieme al criterio di assegnazione “Gestione del progetto”, sulla base della competenza e dell’esperienza dei richiedenti e dei loro team di progetto, comprese le risorse operative (umane, tecniche e di altro tipo) o, eccezionalmente, le misure proposte per ottenerle entro l’inizio dell’attuazione della missione. Se la valutazione del criterio di assegnazione è positiva, si ritiene che i richiedenti abbiano una capacità operativa sufficiente.

 

Composizione del consorzio

Sono ammesse le candidature di singoli richiedenti (singoli beneficiari; se necessario, sono ammessi anche enti affiliati e altri partecipanti) e le proposte presentate da un consorzio di almeno 2 richiedenti (beneficiari; non enti affiliati).

 

Durata I progetti non devono di norma superare i 24 mesi.

Sono possibili estensioni, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento.

Contributo finanziario

 

Il budget disponibile per l’invito è stimato a 16 500 000 EUR.

 

I parametri della sovvenzione (importo massimo della sovvenzione, tasso di finanziamento, costi totali ammissibili, ecc.

Budget del progetto (importo massimo della sovvenzione): Nessun limite.

 

La sovvenzione sarà basata sul budget (costi effettivi, con costi unitari ed elementi forfettari). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati).

Per i costi unitari e le tariffe forfettarie, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione.

I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento fissato nella Convenzione di sovvenzione (70%). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza dei ricavi + sovvenzione UE rispetto ai costi).

Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le proprie entrate e, in caso di profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione (cfr. art. 22.3). Inoltre, si tenga presente che l’importo finale della sovvenzione può essere ridotto in caso di mancato rispetto della Convenzione di sovvenzione (ad esempio, attuazione impropria, violazione degli obblighi, ecc.)

 

Il sostegno finanziario a terzi è consentito per le sovvenzioni alle seguenti condizioni:

– i bandi devono essere aperti, ampiamente pubblicati e conformi agli standard dell’UE in materia di trasparenza, parità di trattamento, conflitto di interessi e riservatezza

– i bandi devono rimanere aperti per almeno due mesi

– l’esito del bando deve essere pubblicato sui siti web dei partecipanti, compresa una descrizione dei progetti selezionati, le date di assegnazione, la durata dei progetti e i nomi legali e i Paesi dei beneficiari finali – i bandi devono avere una chiara dimensione europea.

 

Il sostegno finanziario a terzi sarà accettato in attività di rete attraverso l’intera catena del valore organizzate da reti paneuropee, volte a facilitare la distribuzione e la circolazione di opere A/V e/o cinematografiche europee e la messa in rete di professionisti europei.

 

Capacità finanziaria I candidati devono disporre di risorse stabili e sufficienti per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota. Le organizzazioni che partecipano a più progetti devono avere una capacità sufficiente per realizzarli tutti.

La verifica della capacità finanziaria sarà effettuata sulla base dei documenti che vi sarà richiesto di caricare nel Registro dei Partecipanti durante la preparazione della sovvenzione (ad esempio, conto economico e bilancio, business plan, relazione di revisione contabile prodotta da un revisore esterno approvato, che certifichi i conti dell’ultimo esercizio finanziario chiuso, ecc).

L’analisi si baserà su indicatori finanziari neutri, ma terrà conto anche di altri aspetti, come la dipendenza dai finanziamenti dell’UE e il deficit e le entrate degli anni precedenti. La verifica sarà effettuata di norma per tutti i coordinatori, ad eccezione di:

– enti pubblici (entità istituite come enti pubblici ai sensi della legislazione nazionale, comprese le autorità locali, regionali o nazionali) o organizzazioni internazionali – entità attive nei settori culturali e creativi che hanno ricevuto più del 50% delle loro entrate annuali da fonti pubbliche negli ultimi due anni

– se l’importo della sovvenzione richiesta per il progetto non è superiore a 60 000 euro

Scadenza

 

Data di scadenza

18 gennaio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles

Ulteriori informazioni call-fiche_crea-media-2024-marketnet_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles