Microbiomes fighting food waste through applicable solutions in food processing, packaging and shelf life (Utilizzo dei) microbiomi per combattere lo spreco alimentare attraverso soluzioni applicabili alla lavorazione, al confezionamento e alla conservazione degli alimenti TOPIC ID: HORIZON-CL6-2023-FARM2FORK-01-16

14 Dicembre 2022
Titolo Microbiomes fighting food waste through applicable solutions in food processing, packaging and shelf life
(Utilizzo dei) microbiomi per combattere lo spreco alimentare attraverso soluzioni applicabili alla lavorazione, al confezionamento e alla conservazione degli alimentiTOPIC ID: HORIZON-CL6-2023-FARM2FORK-01-16
Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Agro Alimentare
Obiettivi ed impatto attesi Le proposte devono mirare a un approccio olistico per realizzare il pieno potenziale che l’innovazione del microbioma ha in termini di affrontare le sfide alimentari, sanitarie e ambientali e i relativi problemi e opportunità economiche, per estendere la durata di conservazione degli alimenti e fornire soluzioni sostenibili nella lavorazione e nel confezionamento degli alimenti.

 

Le proposte devono riguardare tutti i seguenti aspetti:

 

§  Sviluppare indicatori microbici di contaminanti inattesi o di cambiamenti ambientali negli alimenti (ad esempio, durante la lavorazione e il confezionamento) ed esplorare possibili percorsi microbici per prevenire il deterioramento degli alimenti e ridurre le perdite e gli sprechi alimentari.

§  Sviluppare soluzioni commerciali applicabili al microbioma per il confezionamento degli alimenti con l’obiettivo di ridurre/controllare/limitare i microrganismi di deterioramento negli alimenti deperibili per prolungarne la durata di conservazione.

§  Sviluppare, testare e valutare approcci che combinino dati (meta)genomici o indicatori alternativi del microbioma in un approccio inter- e transdisciplinare, per prevedere dinamicamente la durata di conservazione.

§  Sviluppare modelli e strumenti per il controllo e la previsione della conservabilità e del rischio di infezioni alimentari per migliorare il processo decisionale.

§  Dimostrare la sicurezza dell’approccio sviluppato, in conformità con i quadri normativi dell’UE, in relazione alla sua immissione sul mercato.

 

Le proposte devono implementare l'”approccio multi-attore” e garantire un adeguato coinvolgimento del mondo accademico, delle organizzazioni di ricerca-tecnologia, delle piccole-medie imprese (comprese le start-up), delle aziende alimentari e di altri attori rilevanti della catena del valore.

 

Per raggiungere i risultati attesi è fortemente incoraggiata la cooperazione internazionale, in particolare nell’ambito del Forum internazionale sulla bioeconomia.

 

Le proposte devono includere un compito dedicato, risorse adeguate e un piano di collaborazione con altri progetti finanziati nell’ambito di questo tema e di altri temi rilevanti. Dovranno partecipare ad attività congiunte, workshop, focus group o laboratori sociali, nonché organizzare attività comuni di comunicazione e divulgazione e mostrare un potenziale di upscaling. I candidati devono prevedere il budget necessario per coprire queste attività.

 

 

La proposta vincente dovrà essere in linea con le priorità del Green Deal europeo, con la strategia Farm to fork e con le priorità di Food 2030 per un sistema alimentare equo, sano e rispettoso dell’ambiente, nonché con le ambizioni dell’UE in materia di clima per il 2030 e il 2050. Il programma sosterrà l’innovazione per promuovere i progressi relativi ai microrganismi per ottenere alimenti più sicuri, più sani e più rispettosi dell’ambiente, riducendo così i rifiuti alimentari. Questo oltre a contribuire alla trasformazione dei sistemi alimentari per fornire co-benefici per il clima (mitigazione e adattamento), la biodiversità, la sostenibilità ambientale e la circolarità, il cambiamento della dieta, la nutrizione sana e sostenibile e gli alimenti sicuri, la riduzione della povertà alimentare e l’empowerment delle comunità e le imprese fiorenti.

 

I risultati dei progetti dovrebbero contribuire a sviluppare:

 

·      Soluzioni innovative e/o commerciali applicabili nel settore della lavorazione e del confezionamento degli alimenti e mirate ai microrganismi di deterioramento e/o patogeni negli alimenti deperibili per prolungare la durata di conservazione e affrontare la perdita e lo spreco di cibo.

·      Miglioramenti significativi e misurabili nello sviluppo di conservanti microbici per l’industria alimentare come alternativa a quelli chimici. Sviluppare un quadro politico solido e reattivo, basato su dati concreti, per il controllo del microbioma nel sistema alimentare.

·      Spiegare chiaramente come la proposta produrrà co-benefici per ciascuna delle priorità di Food 2030: nutrizione per diete sane e sostenibili, clima, biodiversità e ambiente, circolarità ed efficienza delle risorse, innovazione e responsabilizzazione delle comunità.

·      In questo tema l’integrazione della dimensione di genere (analisi del sesso e del genere) nei contenuti della ricerca e dell’innovazione non è un requisito obbligatorio.

 

Condizioni specifiche del tema:

Le attività dovrebbero raggiungere un TRL 6-7 entro la fine del progetto.

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

 

-essere soggetti giuridici (enti pubblici o privati) avere sede in uno dei Paesi ammissibili, ovvero Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)) Paesi non UE:

 

– Paesi SEE elencati

 

– Paesi in via di adesione,

 

I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà loro richiesto di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine.

 

Le condizioni sono descritte nell’Allegato generale B. Si applicano le seguenti eccezioni: Le organizzazioni internazionali con sede in uno Stato membro o in un Paese associato sono eccezionalmente ammissibili al finanziamento. Si applicano i seguenti criteri di ammissibilità aggiuntivi: le proposte devono applicare l’approccio multi-attore. Si veda la definizione di approccio multi-attore nell’introduzione a questa parte del programma di lavoro. Si prevede che le attività di livello di preparazione tecnologica raggiungano il TRL 6-7 entro la fine del progetto – si veda l’Allegato generale B.

Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE di circa 5 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 10,00 milioni di euro.

Tipo di azione Azioni di innovazione Condizioni di ammissibilità

Scadenza

 

12 Aprile 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni wp-9-food-bioeconomy-natural-resources-agriculture-and-environment_horizon-2023-2024_en.pdf (europa.eu)

 

pag.179

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles