Migliorare le competenze nel campo delle relazioni industriali (SOCPL-2022-IND-REL)

14 Dicembre 2022
Titolo Improving expertise in the field of industrial relations (SOCPL-2022-IND-REL)

Migliorare le competenze nel campo delle relazioni industriali (SOCPL-2022-IND-REL)

Ente finanziatore Commissione europea

 

Programma  Linee di Prerogative Sociali e Competenze Specifiche (SOCPL)

 

Settore di riferimento Occupazione e affari sociali
Obiettivi ed impatto attesi  

L’obiettivo di questo bando è quello di promuovere l’analisi e la ricerca sulle relazioni industriali, sia a livello dell’UE che in termini comparativi (identificando le convergenze e le differenze nei sistemi di relazioni industriali in vigore negli Stati membri dell’UE e nei Paesi candidati), contribuendo così a promuovere lo scambio di informazioni ed esperienze tra le parti attivamente coinvolte nelle relazioni industriali, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo e al rafforzamento delle strutture di relazioni industriali in Europa.

 

 

Sono previste le seguenti categorie di azioni:

 

Analisi e ricerca nel campo delle relazioni industriali, come ad esempio:

 

·      Attività di approfondimento dell’analisi su temi/risultati chiave esaminati dalla Commissione europea, ad esempio i capitoli sul dialogo sociale nelle relazioni sull’occupazione e gli sviluppi sociali in Europa (ESDE);

·      attività di ricerca sulle relazioni industriali e sul dialogo sociale, come studi, indagini e altre forme di raccolta dati, esercizi di monitoraggio, ricerche d’azione;

·      Misure per migliorare la raccolta e l’utilizzo di informazioni (comparative) sui sistemi di relazioni industriali negli Stati membri dell’UE e nei Paesi candidati e sugli sviluppi a livello europeo;

·      Iniziative per promuovere la consapevolezza delle pratiche efficaci di relazioni industriali, sia a livello nazionale che europeo, anche riunendo gli attori interessati, come il mondo accademico, le parti sociali e i responsabili politici.

·      scambio di informazioni ed esperienze tra le parti attivamente coinvolte nelle relazioni industriali, con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo e al rafforzamento delle strutture di relazioni industriali in Europa.

 

·      Misure per l’identificazione e lo scambio di informazioni nel settore delle relazioni industriali, anche attraverso le attività delle reti tra le parti coinvolte nelle relazioni industriali e/o gli esperti;

·      azioni per diffondere i risultati di cui sopra attraverso pubblicazioni, tavole rotonde, seminari, conferenze, misure di formazione e strumenti di formazione.

 

Le azioni contribuiscono alla futura analisi delle relazioni industriali da parte della Commissione, in particolare nel contesto del semestre europeo e delle relazioni sull’occupazione e lo sviluppo sociale in Europa (ESDE).

 

 

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari, enti affiliati e partner associati) devono:

-essere persone giuridiche (enti pubblici o privati) essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia: Stati membri dell’UE.

-Paesi non UE (non applicabile per i coordinatori e i richiedenti singoli): Paesi candidati: Albania, Moldavia, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia, Turchia, Ucraina.

-Il richiedente singolo deve essere un’organizzazione internazionale.

-Il coordinatore, gli altri beneficiari, gli enti affiliati e i partner associati devono rientrare in una delle seguenti categorie: organizzazioni senza scopo di lucro come università e istituti di ricerca; parti sociali; autorità pubbliche; organizzazioni internazionali, organizzazioni di livello europeo. Gli enti affiliati e i partner associati possono far parte di un’unica proposta o di consorzi.

I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine.

Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Composizione del consorzio

Le proposte presentate da un consorzio devono soddisfare le seguenti condizioni:

– Per essere ammissibili come consorzio, le azioni devono includere un coordinatore e almeno un altro beneficiario (beneficiari; non entità affiliate;)

– Il consorzio deve essere composto da almeno un’università o un istituto di ricerca senza scopo di lucro come coordinatore o altro beneficiario. Questo requisito non si applica se il coordinatore è un’organizzazione internazionale;

– se il coordinatore non è un’organizzazione di livello europeo o internazionale, deve far parte di un consorzio con almeno un’organizzazione (altro beneficiario) di un Paese ammissibile diverso da quello del coordinatore.

Durata I progetti dovrebbero normalmente avere una durata compresa tra i 12 e i 24 mesi (sono eccezionalmente possibili proroghe, se debitamente giustificate e attraverso una modifica).

 

Contributo finanziario

 

Budget dei progetti I budget dei progetti dovrebbero essere compresi tra 150.000 e 650.000 euro per progetto, ma ciò non preclude la presentazione/selezione di proposte che richiedano importi diversi.

sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto. La sovvenzione sarà una sovvenzione mista a costi effettivi basata sul bilancio (costi effettivi, con elementi di costo unitario e forfettario). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e SOLO i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati). I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento fissato nella Convenzione di sovvenzione (90%). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione (vedi art. 22.3). Inoltre, si ricorda che l’importo finale della sovvenzione può essere ridotto in caso di mancato rispetto della Convenzione di sovvenzione.

Scadenza

 

07 febbraio 2023 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni call-fiche_socpl-2022-ind-rel_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles