Networks of Towns Reti di città TOPIC ID: CERV-2023-CITIZENS-TOWN-NT

31 Gennaio 2023
Titolo Networks of Towns

Reti di città

TOPIC ID: CERV-2023-CITIZENS-TOWN-NT

Ente finanziatore Commissione europea

Programma CERV  Citizens, Equality, Rights and Values Programme 

Settore di riferimento Sviluppo Urbano
Obiettivi ed impatto attesi Le Reti di città daranno alle città e ai comuni la possibilità di approfondire e intensificare la cooperazione e il dibattito, sviluppare reti sostenibili e delineare la loro visione a lungo termine per il futuro dell’integrazione europea.

 

La Commissione si aspetta che i progetti svluppati in base al topic  riflettano su una narrazione olistica dell’Europa, orientata alle persone, lungimirante e costruttiva, che sia più coinvolgente soprattutto per le giovani generazioni. I progetti possono basarsi sui risultati delle consultazioni dei cittadini e possono portare a dibattiti su modi specifici per creare un’UE più democratica, incoraggiare i cittadini a impegnarsi nuovamente nell’UE e aiutarli a sviluppare un più forte senso di appartenenza al progetto europeo.

 

Risultati attesi

 

·      Opportunità per le città e i comuni di sviluppare progetti su scala più ampia con l’obiettivo di aumentare l’impatto e la sostenibilità dei progetti;

 

·      Possibilità per i beneficiari di sviluppare progetti più tematici e legati alle politiche;

 

·      Aumento dell’impegno dei cittadini nella società e, in ultima analisi, del loro coinvolgimento attivo nella vita democratica dell’Unione;

 

·      Sensibilizzazione e sviluppo delle conoscenze in occasione del 30° anniversario dell’entrata in vigore del Trattato di Maastricht e dell’adozione delle direttive elettorali, anche attraverso eventi ad alta visibilità;

 

·      legami duraturi con le organizzazioni partner;

 

·      Aumento della consapevolezza dei benefici della diversità e della lotta alla discriminazione e al razzismo;

 

·      Aumento e incoraggiamento della comprensione e dell’accettazione reciproca delle minoranze europee, come i Rom;

 

·      Migliore informazione sui diritti conferiti dalla cittadinanza dell’UE e migliore attuazione negli Stati membri;

 

·      Sensibilizzazione e migliore fornitura di informazioni ai cittadini dell’UE in mobilità e ai loro familiari sui loro diritti di cittadinanza dell’UE.

 

Attività che possono essere finanziate (ambito)

Le attività possono includere, tra l’altro:

– workshop, seminari, conferenze, attività di formazione, riunioni di esperti, webinar, attività di sensibilizzazione, eventi ad alta visibilità, raccolta e consultazione di dati (disaggregati per sesso), sviluppo, scambio e diffusione di buone pratiche tra le autorità pubbliche e le organizzazioni della società civile, sviluppo di strumenti di comunicazione e uso dei social media. La prospettiva dell’uguaglianza di genere deve essere presa in considerazione quando si progetta il “formato” delle attività, per garantire che sia accessibile a donne e uomini a parità di condizioni e che sia le donne che gli uomini siano in grado di partecipare alle attività.

La progettazione e l’attuazione dei progetti devono promuovere l’uguaglianza di genere e l’integrazione della non discriminazione. Ad esempio, i candidati potrebbero condurre e includere nella loro proposta un’analisi di genere, che tracci il diverso impatto che il progetto e le sue attività potrebbero potenzialmente avere su donne e uomini, nonché su ragazze e ragazzi in tutta la loro diversità.

A tal fine, i candidati sono incoraggiati a consultare le domande chiave elencate sul sito web dell’EIGE quando conducono la loro analisi di genere. Questa analisi potrebbe aiutare a evitare qualsiasi effetto negativo non intenzionale dell’intervento su entrambi i sessi. (approccio do no-harm). 8 I richiedenti devono progettare e realizzare le loro attività di comunicazione e divulgazione in modo sensibile al genere. Ciò include, in particolare, l’uso di un linguaggio sensibile al genere. Lo stesso vale per la progettazione e l’attuazione delle attività di monitoraggio e valutazione. Le proposte che integrano una prospettiva di genere in tutte le loro attività saranno considerate di qualità superiore.

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

-essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)  avere sede in uno dei paesi ammissibili, ovvero:  Stati membri dell’UE (compresi i paesi e territori d’oltremare (PTOM))  paesi non UE:  paesi associati al Programma CERV o paesi che hanno in corso negoziati per un accordo di associazione e in cui l’accordo di associazione entra in vigore prima della firma della sovvenzione (elenco dei paesi partecipanti)  altre condizioni di ammissibilità:

– per i candidati principali “coordinatori” e i co-richiedenti: essere città/municipalità senza scopo di lucro e/o altri livelli di autorità locali o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni senza scopo di lucro che rappresentano le autorità locali.

– le attività devono svolgersi in almeno due diversi Paesi ammissibili al programma.

– la domanda deve coinvolgere almeno quattro candidati (il candidato principale “coordinatore” e almeno tre co-richiedenti che non siano entità affiliate o partner associati) di almeno quattro diversi Paesi ammissibili, di cui almeno due siano Stati membri dell’UE.

– I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation).

Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

 

Composizione del consorzio Le proposte devono essere presentate da un consorzio di almeno 4 candidati (beneficiari; non entità affiliate o partner associati), che rispettino le seguenti condizioni: soggetti sono città/municipalità e/o altri livelli di autorità locali, i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni senza scopo di lucro che rappresentano le autorità locali; devono provenire da almeno 4 diversi Paesi ammissibili, di cui almeno 2 sono Stati membri dell’UE

Durata

I progetti dovrebbero normalmente avere una durata compresa tra 12 e 24 mesi (sono possibili estensioni, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento).

 

Capacità operativa I candidati devono possedere il know-how, le qualifiche e le risorse necessarie per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota (compresa una sufficiente esperienza in progetti di dimensioni e natura comparabili). Questa capacità sarà valutata insieme al criterio di assegnazione “Qualità”, sulla base della competenza e dell’esperienza dei richiedenti e dei loro team di progetto, comprese le risorse operative (umane, tecniche e di altro tipo) o, eccezionalmente, le misure proposte per ottenerle entro l’inizio dell’attuazione della missione. Se la valutazione del criterio di assegnazione è positiva, si ritiene che i richiedenti abbiano una capacità operativa sufficiente.

I candidati dovranno dimostrare la loro capacità attraverso le seguenti informazioni:

-profili generali (qualifiche ed esperienze) del personale responsabile della gestione e dell’attuazione del progetto  descrizione dei partecipanti al consorzio

–  elenco dei progetti precedenti (progetti chiave degli ultimi 4 anni) (n/a per le organizzazioni di nuova costituzione)

Potranno essere richiesti ulteriori documenti di supporto, se necessario, per confermare la capacità operativa di ogni richiedente. Gli enti pubblici, le organizzazioni degli Stati membri e le organizzazioni internazionali sono esentati dalla verifica della capacità operativa.

Contributo finanziario

 

Budget disponibile

Il budget disponibile per il bando è di 6.000.000 di euro.

 

I parametri della sovvenzione (importo massimo della sovvenzione, tasso di finanziamento, costi totali ammissibili, ecc.) saranno stabiliti nella Convenzione di sovvenzione (Scheda tecnica, punto 3 e art. 5). Budget del progetto (importo massimo della sovvenzione): nessun limite. La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto. La sovvenzione sarà una somma forfettaria. Ciò significa che rimborserà un importo fisso, basato su una somma forfettaria o su un finanziamento non legato ai costi. L’importo sarà fissato dall’autorità concedente sulla base degli importi variabili da essa prefissati e delle stime indicate dai beneficiari nel loro budget di progetto.

Scadenza

 

20 Aprile 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni call-fiche_cerv-2023-citizens-town-nt_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.

disclaimer:

Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles