OCM Vino – Intervento Investimenti

29 Febbraio 2024
Titolo OCM Vino – Intervento Investimenti. Campagna 2024/2025
Ente finanziatore Regione Piemonte
Obiettivi ed impatto attesi  L’intervento concede un sostegno per investimenti materiali o immateriali per la realizzazione di punti vendita aziendali adibiti prevalentemente alla commercializzazione dei prodotti vitivinicoli, localizzati all’interno o all’esterno delle unità produttive di trasformazione e conservazione, comprensivi di sale di degustazione.
Criteri di eleggibilità I requisiti di ammissibilità devono essere posseduti all’atto della presentazione della domanda, devono essere verificabili nel corso dell’istruttoria e devono permanere fino alla data dell’accertamento in loco da parte dei soggetti preposti al controllo.

 

Le imprese, per partecipare al presente bando, dovranno:

• risultare iscritte all’anagrafe agricola del Piemonte di cui all’art. 82 della l.r. n. 1/2019;

• aver validato e aggiornato il proprio fascicolo aziendale; • essere titolari di partita IVA;

• essere iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura; 2018/274

• essere in regola con la normativa vigente in materia di dichiarazioni obbligatorie di cui al regolamento delegato (UE) n. 2018/273 s.m.i. ed il regolamento di esecuzione (UE) n. s.m.i. (dichiarazione di giacenza e dichiarazione di vendemmia/produzione e rivendicazione D.O.);

• non essere soggetti all’esclusione dall’intervento investimenti (per rinuncia dopo il pagamento o mancata realizzazione, totale o parziale, delle opere nelle campagne precedenti);

• non essere soggetti all’esclusione dagli interventi di sostegno dell’OCM vitivinicola prevista dall’art. 69 della legge n. 238/2016 (mancato utilizzo di autorizzazioni di nuovo impianto)

 

 

Sono beneficiari del presente intervento, così come di seguito definiti:

• gli imprenditori agricoli professionali (di seguito IAP), titolari di azienda agricola con OTE – Orientamento Tecnico Economico Prevalente – con codice 351 o 352 o 354 alla voce “Orientamento Tecnico Economico Prevalente (OTE)” nella sezione “indicatori aziendali” dell’anagrafica;

• le persone fisiche o giuridiche cui compete l’onere finanziario degli investimenti nell’ambito di imprese agroindustriali; limitatamente alle seguenti categorie:

• microimprese, piccole e medie imprese così come definite ai sensi dell’articolo 2, paragrafo 1 del titolo I dell’allegato della raccomandazione 2003/361/CE della Commissione, del 6 maggio 2003; • imprese intermedie cui non si applica l’articolo 2, paragrafo 1 del titolo I dell’allegato della raccomandazione 2003/361/CE, che occupano meno di 750 dipendenti o il cui fatturato annuo non supera i 200 milioni di euro.

 

Gli IAP sono imprenditori come definiti dal decreto legislativo 29 marzo 2004 n. 99 e successive integrazioni e modificazioni che svolgono attività di trasformazione, in cui almeno il 51% delle uve fresche trasformate è di provenienza aziendale (ovvero uve di provenienza dei vigneti inseriti nel proprio fascicolo aziendale). Le imprese agroindustriali sono imprese che svolgono attività di trasformazione diverse dallo IAP.

 

Gli investimenti devono essere localizzati nel territorio della Regione Piemonte e dei paesi esteri aderenti all’UE, pena la non ammissibilità degli stessi. Per analoghi investimenti localizzati nel territorio nazionale, diverso dalla Regione Piemonte, occorre riferirsi ai bandi che vengono aperti in ciascuna Regione.

Contributo finanziario

 

La dotazione totale per l’intervento investimenti è pari a euro 3.788.115,00 e potrà essere aumentato qualora si rendessero disponibili ulteriori risorse derivanti da risparmi su altri interventi del settore vitivinicolo. La cifra necessaria per il pagamento delle domande di saldo dei progetti di durata biennale della campagna 2023/2024 è pari a euro 608.239,51. Sono pertanto disponibili per il finanziamento delle domande della campagna 2024/2025 euro 3.179.875,49.

 

 

I progetti, all’atto della ammissibilità a finanziamento, dovranno rispettare i seguenti limiti:

• spesa minima ammissibile: euro 20.000;

• spesa massima ammissibile: euro 350.000.

Per i progetti che complessivamente eccedono il limite massimo di spesa sarà in ogni caso possibile richiedere il contributo per una spesa di euro 350.000. I richiedenti dovranno perciò specificare in domanda di aiuto per quali acquisti o opere viene richiesto il contributo fino al raggiungimento del limite previsto.

 

Il sostegno per gli investimenti realizzati da micro, piccole o medie imprese è concesso nel limite massimo del 40% della spesa effettivamente sostenuta. Il sostegno per gli investimenti realizzati da imprese intermedie è concesso nel limite massimo del 20% della spesa effettivamente sostenuta.

 

La cumulabilità con altre agevolazione nazionali fiscali quali ad esempio il “credito d’imposta” può essere ammessa, ma nel rispetto della percentuale di aliquota UE con la quale viene calcolato il contributo UE spettante ovvero 40% (20% per le imprese intermedie).

Scadenza

 

30/04/2024 – 12:00
Ulteriori informazioni  

 

OCM Vino – Intervento Investimenti. Campagna 2024/2025 | Bandi Regione Piemonte

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles