Organizzazione di master o corsi post-laurea in interpretariato di conferenza

15 Marzo 2023
Titolo Organisation of master or post graduate courses in conference interpreting

Organizzazione di master o corsi post-laurea in interpretariato di conferenza

TOPIC ID: EP-LINC-SUBV-2023-CONF-INT-01

Ente finanziatore Parlamento europeo

Direzione generale della logistica

e interpretariato per le Conferenze

Settore di riferimento Istruzione e formazione
Obiettivi ed impatto attesi In qualità di fornitore di servizi di interpretazione al Parlamento europeo e, in misura crescente, ad altre istituzioni e organi dell’UE, la Direzione generale della logistica e dell’interpretazione di conferenza ha il compito di garantire la disponibilità di un numero sufficiente di interpreti di conferenza qualificati per consentire alle istituzioni e agli organi dell’UE di funzionare correttamente in un contesto di diversità linguistica, anche in occasione di eventi regolari, in tutto il mondo, in cui è richiesta un’ampia copertura linguistica.

 

In base al principio di sussidiarietà, gli Stati membri hanno l’obbligo di fornire la formazione necessaria. Il Parlamento europeo individua le combinazioni linguistiche e le competenze che meglio rispondono alle sue esigenze e assiste le università nella formazione di interpreti di conferenza di alta qualità nell’ambito di queste combinazioni prioritarie.

 

Il programma contribuisce a questa missione sostenendo le seguenti azioni nel campo dell’interpretazione:

 

·      La promozione della qualità e della diversità linguistica nell’insegnamento dell’interpretazione di conferenza nelle lingue ufficiali dell’UE, dei Paesi candidati e dei Paesi che sono i principali partner politici dell’Unione;

·      L’istituzione di centri di eccellenza post-laurea;

·      cooperazione tra corsi post-laurea di diversi Paesi europei, candidati e terzi che offrono combinazioni linguistiche pertinenti;

·      cooperazione regionale tra università con regimi linguistici complementari;

 

 

Risultato atteso:

Per garantire la disponibilità di un numero sufficiente di interpreti di conferenza qualificati, la Direzione generale della logistica e dell’interpretazione per le conferenze sostiene e assiste il rafforzamento dei programmi di formazione fornendo assistenza professionale e finanziaria. L’obiettivo di queste attività è quello di contribuire alla creazione di nuove generazioni di interpreti di conferenza qualificati che possano, in seguito, essere assunti dalle istituzioni dell’UE, e in particolare dal Parlamento europeo, come funzionari o come interpreti di conferenza accreditati.

Criteri di eleggibilità Candidati ammissibili

– Istituti di istruzione superiore, università, istituti universitari, consorzi e associazioni di università o istituti che offrono o coordinano corsi post-laurea specializzati in interpretazione di conferenza.

– Associazioni, consorzi ed enti la cui missione principale è sostenere la cooperazione e diffondere le migliori pratiche nel campo della formazione degli interpreti di conferenza a livello mondiale.

Gli istituti di insegnamento devono essere approvati dalle rispettive autorità nazionali come enti pubblici o privati incaricati di svolgere un compito pubblico di insegnamento e organizzazione di corsi a livello di master o post-laurea nel campo dell’interpretazione di conferenza.

 

Se il candidato non è un istituto di insegnamento, la sua missione deve comunque essere correlata agli obiettivi di questo programma ed essere riconosciuta dalle autorità nazionali in cui è stabilito.

 

I richiedenti devono essere legalmente stabiliti in uno degli Stati membri dell’Unione europea, in uno dei Paesi EFTA o in un Paese candidato alla futura adesione all’Unione europea

 

. I richiedenti devono garantire che nessuno dei soggetti coinvolti sia soggetto a misure restrittive dell’UE adottate ai sensi dell’articolo 29 del Trattato sull’Unione europea (TUE) o dell’articolo 215 del Trattato sul funzionamento dell’UE (TFUE)

Il divieto si applica per tutta la durata della Convenzione di sovvenzione.

 

 

 

Capacità finanziaria

– I candidati devono disporre di risorse finanziarie stabili e adeguate per mantenere le loro attività durante il periodo di attuazione del tema.

– La capacità finanziaria delle associazioni e dei consorzi deve essere commisurata alla portata, alla durata e all’esecuzione prevista delle spese nell’ambito del tema proposto. La capacità finanziaria sarà valutata sulla base delle informazioni fornite nell’Allegato V (capacità finanziaria) del modulo di domanda. Capacità operativa I candidati devono possedere le competenze e le qualifiche professionali necessarie per fornire una formazione specializzata al livello professionale richiesto.

 

Devono disporre di:

– risorse umane adeguate, compresi formatori professionali qualificati e comprovate capacità di gestione del progetto; e

– l’infrastruttura logistica necessaria per portare a termine il progetto, compresi i necessari controlli finanziari. Inoltre, le associazioni o i consorzi devono dimostrare di avere la capacità organizzativa adeguata o l’esperienza pertinente per gestire progetti che coinvolgono più partner.

 

La capacità operativa sarà valutata sulla base delle informazioni fornite dal candidato nel modulo di candidatura alla Sezione II.7 a) e b) per i corsi post-laurea o alla Sezione II.3 h) per gli altri argomenti, e all’Allegato IV (Curriculum Vitae).

Contributo finanziario

 

·      Bilancio totale indicativo previsto per le proposte presentate per questo tema: 400.000 euro.

·      Un tema può ricevere una sola sovvenzione dal bilancio dell’UE (assegnazione non cumulativa). –

·      La sovvenzione è una forma di finanziamento complementare, per promuovere gli obiettivi dell’Unione europea, basata sul principio del cofinanziamento e non può finanziare il costo totale dell’argomento o generare profitti.

·      Le entrate e le uscite del bilancio proposto devono essere dettagliate e in equilibrio e non possono avere lo scopo o l’effetto di generare un profitto per il beneficiario.

·      Se l’importo totale versato come prefinanziamento dal Parlamento europeo supera l’importo finale della sovvenzione determinato alla fine del tema, gli importi versati in eccesso dal Parlamento europeo devono essere rimborsati dal beneficiario interessato.

·      Possono essere cofinanziati solo i costi direttamente correlati e necessari al tema.

·      Il tasso massimo di finanziamento del Parlamento europeo è pari al 75% dei costi totali ammissibili.

·      Non possono essere concesse sovvenzioni retroattive per temi già iniziati o completati. Tuttavia, in caso di concessione di una sovvenzione, alcuni costi concordati sostenuti dal beneficiario prima della firma dell’accordo sono ammissibili al cofinanziamento (ad esempio, test attitudinali, preparazione del corso), se sono collegati al ciclo di programma dell’anno di studio a cui si riferisce la sovvenzione, a condizione che siano inclusi e accettati nell’accordo di sovvenzione.

·      I costi sostenuti prima della data di presentazione della domanda non sono ammissibili al cofinanziamento.

Scadenza

 

11 Maggio 2023 17:00:00 Brussels time
Ulteriori informazioni 2-call-for-proposals-2023-2024.pdf (europa.eu)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles