Ottimizzazione della rete multimodale e della gestione del traffico, sfruttamento dei dati provenienti dalle infrastrutture, mobilità dei passeggeri e trasporto merci

31 Gennaio 2024
TITOLO HORIZON-CL5-2024-D6-01-06

Ottimizzazione della rete multimodale e della gestione del traffico, sfruttamento dei dati provenienti dalle infrastrutture, mobilità dei passeggeri e trasporto merci

 

Optimising multimodal network and traffic management, harnessing data from infrastructures, mobility of passengers and freight transport

ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Programma Horizon Europe

SETTORE DI RIFERIMENTO Trasporto
OBIETTIVI ED IMPATTO I risultati del progetto dovrebbero contribuire ad almeno 4 dei seguenti risultati attesi:

·         Rete di trasporto multimodale e gestione del traffico ottimizzate, per un’efficiente mobilità porta a porta di passeggeri e merci (dai produttori alle consegne dell’ultimo miglio).

·         Soluzioni convalidate per uno scambio di dati efficace e sicuro tra tutte le modalità di trasporto, per una gestione dinamica e reattiva della rete multimodale e del traffico.

·         Sistemi convalidati per il rilevamento e la risoluzione accurati dei colli di bottiglia della rete, migliorando la sicurezza, la resilienza e le prestazioni complessive della rete di trasporto e consentendo una gestione proattiva della mobilità.

·         Nuovi strumenti e servizi per ottimizzare la mobilità di passeggeri e merci, nelle città e in altre aree, riducendo gli ingorghi e migliorando i flussi di traffico multimodale. Le soluzioni proposte devono dimostrare (ad esempio attraverso simulazioni e progetti pilota) il potenziale di riduzione di almeno il 30% del ritardo medio di viaggio, nonché del consumo energetico complessivo dei trasporti e delle emissioni di gas a effetto serra e di altre sostanze inquinanti nella rete.

·         Disposizioni di governance praticabili per la rete di trasporto multimodale e la gestione del traffico, in vista di ulteriori azioni normative e politiche di supporto.

Ambito di applicazione:

L’ottimizzazione della rete multimodale e della gestione del traffico è essenziale per una rete di trasporto efficiente e per una mobilità porta a porta di passeggeri e merci senza soluzione di continuità. Tali capacità avanzate devono essere supportate dallo sfruttamento dei dati provenienti dalle infrastrutture fisiche e digitali, nonché dalla mobilità di passeggeri e merci, coinvolgendo diversi tipi di veicoli, materiale rotabile, aeromobili e navi (compresi quelli a emissioni zero, connessi e automatizzati), tecnologie e l’uso di servizi innovativi. Allo stesso tempo, nuove forme di mobilità (ad esempio condivisa, micromobilità o addirittura hyperloop) e nuovi servizi (ad esempio Mobility as a Service) presentano nuove sfide, ma anche grandi opportunità per migliorare la gestione e l’ottimizzazione della rete di trasporto. Ciò include progressi per utilizzare appieno lo scambio di dati dinamico e interoperabile da parte di più attori e modalità di trasporto, per sistemi e operazioni ben testati e convalidati, con accordi di governance appropriati.

In questo contesto, sulla base delle migliori pratiche (tecnologiche, non tecnologiche e socio-economiche), dei progetti in corso sulla rete multimodale e sulla gestione del traffico, nonché di altre iniziative (ad esempio, il Forum sul trasporto e la logistica digitali e lo spazio comune europeo dei dati sulla mobilità), le azioni dovrebbero affrontare almeno 6 dei seguenti aspetti:

·         Sviluppare e testare sistemi di rete di trasporto e di gestione del traffico di nuova generazione, multimodali, flessibili, agili e adattabili, sicuri e resilienti, sfruttando tecnologie all’avanguardia (ad esempio intelligenza artificiale, big data, edge computing, internet delle cose, blockchain).

·         Valutare e simulare gli effetti sulla rete multimodale e sulla gestione del traffico di nuove forme di mobilità (ad esempio, veicoli e imbarcazioni a emissioni zero, connessi e automatizzati, car sharing/pooling, mobilità attiva/micromobilità, modalità di trasporto terrestre/aereo sostenibili e droni), nonché di servizi innovativi (ad esempio, Mobilità/Logistica come servizio), in diversi ambienti urbani e rurali, tenendo conto dell’accettabilità socio-economica e delle diverse esigenze degli utenti (compresi i gruppi vulnerabili e di genere).

·         Esecuzione di simulazioni per l’ottimizzazione dei modelli di traffico a livello di rete, con l’obiettivo di raggiungere un “optimum sociale” e una valutazione delle opzioni di mobilità per la mobilità multimodale e i flussi di merci (compreso l’ultimo miglio), consentendo un trasferimento modale verso modalità più sostenibili (sfruttando il trasporto pubblico), affrontando al contempo eventi pianificati e non pianificati dei sistemi di mobilità e di trasporto merci in condizioni di interruzione.

·         Dimostrare la raccolta, l’aggregazione, l’analisi e l’utilizzo di dati a livello di rete provenienti da infrastrutture, veicoli/navi e utenti (utilizzando le TIC e i sistemi satellitari dell’UE), da tutte le modalità di trasporto (dati modali e intermodali), dalle parti interessate e dai confini nazionali, preservando al contempo la privacy, la sicurezza e la riservatezza dei dati per i fornitori, consentendo così una gestione efficace e intelligente della rete e del traffico multimodale, e anche ulteriori scambi di dati con altri settori (ad esempio, energia e telecomunicazioni).

·         Esecuzione di prime attività pilota sulla rete multimodale e sulla gestione del traffico su scala limitata nei nodi di mobilità (ad esempio, nodi ferroviari, porti marittimi o interni), dove sono presenti interconnessioni intermodali o con l’entroterra per i flussi di traffico passeggeri e merci.

·         Progettare e testare servizi innovativi di gestione della rete e del traffico multimodale, offerti da soggetti pubblici e/o privati, che possono essere gestiti in centri di rete (ad esempio, città o hub) e/o a livello decentrato (ad esempio, dagli utenti o dai veicoli/navi stessi).

·         Sviluppare e mostrare modelli di governance e di incentivi dinamici per un coinvolgimento efficace degli stakeholder pubblici e privati nello scambio di dati interoperabili, nell’ottimizzazione della rete di trasporto e nella gestione del traffico e nella promozione di un migliore utilizzo dei sistemi di trasporto (pubblici).

·         Valutare l’impatto qualitativo e quantitativo delle misure proposte e dei risultati del progetto, anche per quanto riguarda la riduzione dei ritardi negli spostamenti, delle emissioni da trasporto e del consumo energetico, con una chiara base di riferimento per ogni caso d’uso.

Se i progetti utilizzano dati e servizi di osservazione della terra, posizionamento, navigazione e/o tempistica correlati basati su satelliti, i beneficiari devono descrivere se e come l’uso di Copernicus e/o Galileo/EGNOS sono incorporati nelle soluzioni proposte. Inoltre, le proposte devono descrivere la preparazione tecnologica e sociale dei sistemi e/o delle tecniche proposte per lo sviluppo e l’uso, in particolare nel caso di sistemi basati sull’intelligenza artificiale.

Gli aspetti multimodali sopra elencati sono complementari e in sinergia con le azioni previste in altre parti del Programma di lavoro, come ad esempio nelle aree dei C-ITS (nell’ambito della Mobilità connessa, cooperativa e automatizzata), della gestione del traffico ferroviario (nell’ambito dell’impresa comune UE-Rail), della gestione del traffico aereo (nell’ambito dell’impresa comune SESAR 3) e della gestione del traffico navale (nell’ambito del Trasporto marittimo a emissioni zero).

In linea con la strategia dell’Unione per la cooperazione internazionale nella ricerca e nell’innovazione, viene incoraggiata la cooperazione internazionale.

Condizioni specifiche dell’argomento:

Si prevede che le attività raggiungano il TRL 5 entro la fine del progetto – si veda l’Allegato generale B.

 

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Qualsiasi soggetto giuridico, indipendentemente dal suo luogo di stabilimento, compresi i soggetti giuridici di Paesi terzi non associati o di organizzazioni internazionali (comprese le organizzazioni internazionali di ricerca europee4 ) è ammesso a partecipare (indipendentemente dal fatto che sia ammissibile o meno al finanziamento), a condizione che siano state soddisfatte le condizioni stabilite dal regolamento Horizon Europe e qualsiasi altra condizione stabilita nel tema specifico del bando. Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica costituita e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto privo di personalità giuridica. I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la domanda, per ottenere un codice di identificazione dei partecipanti (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, durante la fase di preparazione della sovvenzione, verrà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrino il loro status giuridico e la loro origine. Un PIC convalidato non è un prerequisito per presentare una domanda.
CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE compreso tra 4 e 5 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 10,00 milioni di euro. Tipo di azione Azioni di ricerca e innovazione
SCADENZA

 

05 settembre 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI wp-8-clima-energia-e-mobilità_orizzonte-2023-2024_it.pdf (europa.eu)

 

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles