Pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali – Nuove adesioni alle operazioni.

15 Marzo 2024
Titolo
PSR 2014-2022 – Misura 10 – Pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali – Nuove adesioni alle operazioni.
Ente finanziatore Regione Piemonte
Obiettivi ed impatto attesi  Ai sensi dall’art. 28 del reg. (UE) 1305/2013, la misura 10 del PSR 2014-2022 sostiene l’adozione di tecniche produttive compatibili con la tutela delle risorse naturali e del paesaggio, atte a mitigare i cambiamenti climatici o a favorire l’adattamento a questi ultimi. Essa pertanto concorre al conseguimento dell’obiettivo generale del PSR “Conservazione e promozione dei cambiamenti delle pratiche agricole che contribuiscono favorevolmente all’ambiente ed al clima”. Le finalità della misura sono indicate in dettaglio nella trattazione specifica delle operazioni e azioni interessate.

 

La Misura 10, attraverso le operazioni in cui è articolata, sostiene l’attuazione di impegni agro climatici-ambientali ad adesione volontaria. Gli aiuti annuali previsti sono calcolati per ettaro di superficie o per UBA (Unità di Bestiame Adulto) quale compensazione dei maggiori costi e dei minori ricavi connessi all’attuazione degli impegni. Il regolamento (UE) 1305/2013 (allegato II) indica gli importi annui massimi riconoscibili per ettaro, in riferimento ai rispettivi utilizzi del suolo, o per unità di bestiame adulto (UBA) 2 Per alcuni interventi il PSR prevede in via eccezionale, con l’assenso della Commissione europea, il superamento di tali massimali. Per operazioni/azioni della Misura 10 fra loro cumulabili, in caso di sovrapposizione sulla stessa superficie di impegni avviati anche in anni precedenti verrà operato l’abbattimento del premio al massimale.

 

La durata degli impegni agro-climatico-ambientali è, di norma, almeno quinquennale. Tuttavia, ai sensi del regolamento (UE) 2020/2220 per gli impegni assunti a partire dal 2021 gli Stati membri stabiliscono nei rispettivi programmi di sviluppo rurale un periodo più breve dei cinque anni, in particolare da uno a tre anni. Gli impegni relativi al presente bando, avviati dall’11 novembre 2023 o da avviare dal 15 maggio 2024 e relativi alla campagna 2024, hanno una durata annuale

Criteri di eleggibilità Possono presentare domanda agricoltori o allevatori, associazioni di agricoltori, di allevatori o associazioni miste di agricoltori o allevatori, che assumono volontariamente uno o più impegni agro-climatico-ambientali. Le imprese che hanno una domanda nello stato ammissibile e finanziabile a valere sull’intervento SRA-ACA14, di cui al bando n. 1 – anno 2023 approvato con D.D. 309 del 5 aprile 2023 e ss.mm.ii., non possono presentare domanda di sostegno/pagamento a valere sull’Operazione 10.1.8 attivata con il presente bando, con impegno di durata annuale.

 

La misura è applicabile all’intero territorio regionale. In funzione degli obiettivi ambientali e dei fabbisogni del territorio (aspetti critici da migliorare o situazioni di pregio da tutelare), alcune operazioni sono destinate a specifiche aree o colture. Non sono finanziabili superfici al di fuori del territorio regionale.

Contributo finanziario

 

In totale 16.574.165,00 € di spesa totale (di cui 2.828.215,52 € di quota regionale) per tutte le operazioni del bando.

Il sostegno è a carico del Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale (FEASR) per il 43,120% della spesa pubblica, per il 39,816 % dello Stato e per il 17,064% di fondi regionali. Viene corrisposto a seguito dell’esecuzione per 1 anno di attività ed impegni tecnici.

 

Scadenza

 

15/05/2024 – 23:59
Ulteriori informazioni Bando 10.1 2024 – D.D.167_2024.pdf (regione.piemonte.it)

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles