Premio Innovazione SOFT 2024 EURATOM

15 Ottobre 2023
Titolo Premio Innovazione SOFT 2024

EURATOM-2024-SOFT-Prize

 

 

SOFT Innovation Prize 2024

EURATOM-2024-SOFT-Prize

 

Ente finanziatore Commissione europea

Programma

Programma di ricerca e formazione Euratom (EURATOM)

 

 

Settore di riferimento Energia
Obiettivi ed impatto attesi Il SOFT Innovation Prize prende il nome dal Simposio biennale sulla tecnologia della fusione (SOFT), durante il quale vengono presentati i destinatari del premio. Il SOFT Innovation Prize evidenzia e premia l’eccellenza nell’innovazione della ricerca sulla fusione, nonché la qualità dei ricercatori e delle industrie coinvolte. Dopo il successo delle precedenti edizioni, la Commissione europea organizza nuovamente il concorso in associazione con il prossimo Symposium on Fusion Technology (SOFT) nel 2024. Non ci sono categorie specifiche per questo premio. I candidati sono liberi di presentare una domanda su qualsiasi innovazione fisica o tecnologica sviluppata nella ricerca sulla fusione a confinamento magnetico e che abbia un potenziale di mercato o sia stata adottata (o riconosciuta) dall’industria per essere ulteriormente sviluppata per il mercato.

 

Il SOFT Innovation Prize evidenzia e premia l’eccellenza nell’innovazione della ricerca sulla fusione, nonché la qualità dei ricercatori e delle industrie coinvolte. Dopo il successo dell’edizione del 2022, la Commissione europea ripropone il concorso in associazione al prossimo Simposio sulla tecnologia della fusione del 2024.

 

 

La ricerca sulla fusione comprende l’innovazione nei settori della fisica e della tecnologia in un’ampia gamma di specializzazioni. I ricercatori sulla fusione sfidano costantemente lo stato dell’arte scientifico e migliorano la tecnologia. Ciò crea a sua volta le condizioni per l’innovazione, che può essere sfruttata in altri settori scientifici e industriali a beneficio della società. La base fondamentale del programma Euratom è l’impulso e il sostegno all’innovazione lungo tutta la catena di sviluppo del prodotto, dalla ricerca al mercato. In questo contesto, il ricercatore svolge un ruolo fondamentale.

 

Non ci sono categorie specifiche per questo premio. I partecipanti sono liberi di presentare una domanda su qualsiasi innovazione fisica o tecnologica sviluppata nella ricerca sulla fusione a confinamento magnetico e che abbia un potenziale di mercato o sia stata adottata (o riconosciuta) dall’industria per essere ulteriormente sviluppata per il mercato.

La Commissione europea pubblicherà le regole specifiche del concorso nel 2023 e lancerà e gestirà il concorso, assegnando i premi sulla base della decisione di esperti indipendenti.

La domanda completa deve includere:

·         una descrizione tecnica dell’innovazione;

·         una valutazione dello stato dell’arte dell’innovazione;

·         un resoconto, in termini generali, del potenziale di mercato per lo sfruttamento dell’innovazione.

Il Portale dei finanziamenti e delle gare d’appalto contiene il modello di regolamento del concorso a premi.

Criteri essenziali di assegnazione: I premi saranno assegnati, dopo la chiusura del concorso, ai candidati che, a giudizio della giuria, rispondono meglio ai seguenti criteri cumulativi[3]:

  1. Originalità e replicabilità: La misura in cui l’idea è innovativa, originale e rappresenta una novità assoluta nell’uso della tecnologia nell’industria o nel settore di applicazione. La descrizione deve essere chiara, logica e ben illustrata.
  2. Eccellenza tecnica: La misura in cui l’innovazione è dimostrabilmente all’avanguardia e basata su scienza e ingegneria eccellenti.
  3. Impatto economico e sfruttamento dell’innovazione: La misura in cui il progetto dimostra la comprensione e la consapevolezza degli aspetti rilevanti dell’innovazione, compresi il potenziale di mercato, le esigenze e le opportunità commerciali.

Risultati attesi:

Con l’assegnazione del Premio Innovazione SOFT, la Commissione metterà in mostra le innovazioni nel settore della ricerca sulla fusione. Ciò darà visibilità ai ricercatori, ai gruppi di ricerca o ai partecipanti industriali più dinamici, lungimiranti e innovativi. Questa visibilità offrirà un maggiore potenziale di valorizzazione della ricerca sulla fusione. Inoltre, il concorso stimolerà l’UE e i partner internazionali a sviluppare una cultura innovativa e imprenditoriale più forte nella ricerca sulla fusione.

La Commissione applica una politica di pari opportunità. Al fine di promuovere l’equilibrio di genere nel settore nucleare, la Commissione accoglierebbe con particolare favore le candidature delle donne.

 

Criteri di eleggibilità Criteri di ammissibilità:

1. Il concorso è aperto a ricercatori, gruppi di ricerca o partecipanti industriali ammissibili ai finanziamenti nell’ambito del Programma di ricerca e formazione Euratom 2021-2025, a ricercatori o gruppi di ricerca che lavorano per un programma nazionale in un Paese partner di ITER  o in qualsiasi Paese non UE che abbia un accordo bilaterale di cooperazione in materia di fusione con Euratom in vigore e a partecipanti industriali che partecipano a ITER. Esempio di prova: documenti giustificativi come contratti, ecc.

2. Il ricercatore, il gruppo di ricerca o il partecipante industriale devono ottenere l’autorizzazione del titolare dei diritti di proprietà intellettuale per presentare una domanda e fornire la documentazione di supporto.

 

 

Contributo finanziario

 

Importi dei premi:

·         1° premio: 50 000 EUR,

·         2° premio: 30 000,

·         3° premio: 20 000 EUR.

 

Scadenza

 

16 gennaio 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni roc_euratom-2024-soft-prize_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles