Prevenzione personalizzata nei servizi sanitari e assistenziali

29 Febbraio 2024
TITOLO Innovare per prevenire: Prevenzione personalizzata nei servizi sanitari e assistenziali

THCS

 

Innovate to Prevent: Personalised Prevention in Health and Care Services

THCS

 

ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Finanziamento Cascade

Acronimo del progetto

THCS

Nome completo del progetto finanziato dall’UE

Partenariato europeo per la trasformazione dei sistemi sanitari e assistenziali

Numero della convenzione di sovvenzione

101095654

Argomento

HORIZON-HLTH-2022-CARE-10-01 – Partenariato europeo per la trasformazione dei sistemi sanitari e assistenziali

 

SETTORE DI RIFERIMENTO Salute
OBIETTIVI ED IMPATTO Il Partenariato europeo per la trasformazione dei sistemi sanitari e assistenziali (THCS) offre l’opportunità di coordinare e ottimizzare gli sforzi di ricerca e innovazione in Europa e nei Paesi partner a sostegno della necessaria trasformazione dei sistemi sanitari e assistenziali.

In questo contesto, il secondo invito transnazionale congiunto a presentare proposte “Innovare per prevenire: Personalized Prevention in Health and Care Services” ha l’ambizione di migliorare l’attuazione di strategie di prevenzione personalizzate nei servizi sanitari e assistenziali, anche per renderle centrate sulla persona e meglio adattate alle esigenze delle persone, sostenendo un uso efficace e appropriato delle tecnologie informatiche e digitali esistenti a supporto delle strategie di prevenzione nei servizi sanitari e assistenziali.

In particolare, l’invito mira a sostenere l’implementazione di modelli innovativi di salute e assistenza incentrati sulla persona e che affrontino strategie di prevenzione, con l’aiuto fondamentale delle tecnologie e dei servizi informatici e digitali esistenti, nonché dei dati esistenti ed emergenti. L’obiettivo finale è quello di migliorare le dimensioni del sistema sanitario e assistenziale come la qualità, l’efficienza, l’equità e la sostenibilità. Il miglioramento della qualità dei servizi di prevenzione porterà a un miglioramento della qualità della vita dei cittadini e dei pazienti, oltre a ridurre l’onere e i costi dell’insieme dei servizi sanitari e assistenziali.

 

Obiettivo del bando Il presente bando mira a sostenere l’implementazione di modelli innovativi di salute e assistenza incentrati sulla persona e che affrontino strategie di prevenzione, con l’aiuto fondamentale delle tecnologie e dei servizi informatici e digitali esistenti, nonché dei dati esistenti ed emergenti. L’obiettivo finale è quello di migliorare le dimensioni del sistema sanitario e assistenziale come la qualità, l’efficienza, l’equità e la sostenibilità. Il miglioramento della qualità dei servizi di prevenzione porterà a un miglioramento della qualità della vita dei cittadini e dei pazienti, oltre a ridurre l’onere e i costi dell’insieme dei servizi sanitari e di assistenza. Le proposte devono sfruttare la diversità delle modalità di erogazione dei servizi di prevenzione delle malattie in Europa e fornire una chiara visione della scalabilità delle innovazioni nei diversi Paesi e contesti sanitari e assistenziali. Ciò comporta opportunità di apprendimento reciproco, considerando che, sebbene le crescenti sfide affrontate dai sistemi sanitari e assistenziali siano comuni nell’UE e oltre, i modelli innovativi di prevenzione potrebbero essere organizzati in modo diverso e avere approcci diversi all’integrazione delle tecnologie informatiche e digitali. Le proposte devono considerare gli ostacoli e i facilitatori contestuali legati ai diversi ruoli, compiti, formazione e competenze degli operatori sanitari e assistenziali, al coinvolgimento di cittadini, pazienti e caregiver e al contributo di altri soggetti chiave. Le potenziali proposte dovrebbero anche affrontare le sfide nell’adozione di strumenti informatici e tecnologie digitali negli ecosistemi sanitari e assistenziali, in particolare le necessità contingenti di superare le barriere legali, finanziarie, culturali, tecnologiche ed educative, nonché gli ostacoli all’adattamento al contesto locale da parte degli stakeholder. Il bando intende affrontare il processo di trasformazione che aiuta a integrare strategie preventive personalizzate in modelli organizzativi innovativi che hanno un impatto diretto sui sistemi sanitari e assistenziali. Per questo motivo, le azioni di prevenzione primaria non rientrano nell’ambito di questo bando.

Elementi essenziali

·         Le attività di ricerca e innovazione dei progetti presentati devono fornire un’ampia gamma di conoscenze e soluzioni pronte per l’implementazione dell’uso dei dati nella prevenzione.

·         Le proposte devono riguardare l’impatto economico e sociale dei modelli, delle soluzioni o degli approcci proposti.

·         Le proposte devono affrontare le barriere legali, finanziarie, tecnologiche ed educative che ostacolano l’attuazione dei risultati del progetto, nonché le barriere all’adattamento al contesto locale da parte degli stakeholder. Le proposte devono delineare una strategia chiara e una tabella di marcia per la realizzazione del progetto.

·         Le proposte devono riguardare le competenze necessarie a tutti i soggetti interessati, compresi gli operatori sanitari e assistenziali e gli utenti finali. Le proposte devono indicare come gli utenti finali saranno coinvolti nel progetto. Gli utenti finali possono essere il pubblico in generale, i pazienti, gli operatori clinici, i responsabili delle politiche, ecc.

·         Le proposte devono mostrare come il progetto sarà collegato al contesto politico e agli ecosistemi più ampi.

·         Ciò include la cooperazione e il coordinamento tra le parti interessate, al di là dei confini dei settori tradizionali della salute e dell’assistenza, a livello locale o regionale, coinvolgendo gli utenti finali, i professionisti della salute e dell’assistenza e/o altre parti interessate, ad esempio i proprietari dei sistemi sanitari e di assistenza, se pertinenti. Soprattutto per quanto riguarda gli approcci di implementazione, le organizzazioni di settore e di utenti finali interessate

Durata dei progetti

La durata minima del progetto è di 12 mesi e i progetti devono essere concepiti in modo da poter essere realizzati in un periodo di finanziamento massimo di 36 mesi.

 

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Ammissibilità

Le proposte congiunte transnazionali di ricerca e innovazione possono essere presentate a questo bando da gruppi di lavoro che operano presso diverse entità, quali università (o altri istituti di istruzione superiore) organizzazioni di ricerca e diffusione della conoscenza, organizzazioni di ricerca e/o innovazione pubbliche o private non universitarie, ospedali o fondazioni o qualsiasi fornitore di assistenza sanitaria, stakeholder operativi (ad esempio cittadini e/o rappresentanti dei cittadini, comunità locali, scuole, comuni, ONG locali/nazionali, organizzazioni di consumatori), nonché aziende, in particolare piccole e medie imprese. L’ammissibilità delle suddette istituzioni, organizzazioni e aziende, insieme ai dettagli dei costi ammissibili (ad esempio, personale, materiali, materiali di consumo, spese di viaggio, spese) sono soggetti ai requisiti amministrativi delle singole organizzazioni finanziatrici che partecipano a questo bando. Si raccomanda vivamente di leggere attentamente le informazioni specifiche per Paese/regione riguardanti l’ammissibilità e il finanziamento e di contattare le rispettive organizzazioni di finanziamento, poiché potrebbero essere obbligatorie ulteriori procedure regionali/nazionali (Allegato I). I singoli rappresentanti dei membri del Consiglio direttivo del partenariato THCS, i membri dell’Assemblea generale del partenariato THCS o i membri del Consiglio dell’agenzia di finanziamento non possono presentare proposte ai bandi congiunti THCS.

 

Le regole di ammissibilità per i consorzi sono:

-Il consorzio deve comprendere un minimo di tre (3) partner ammissibili che richiedono il finanziamento da tre (3) diversi Stati membri dell’UE o Paesi associati le cui organizzazioni di finanziamento partecipano al bando. Ciascuno di questi partner deve essere idoneo e richiedere il finanziamento alla rispettiva organizzazione di finanziamento. I tre soggetti giuridici devono essere indipendenti l’uno dall’altro.

-Il numero massimo di partner è nove (9).

-Massimo tre (3) partner idonei dello stesso Paese.

-Per alcune organizzazioni di finanziamento, il numero massimo di partner ammissibili che possono essere finanziati in un progetto è limitato a uno (vedere anche “Linee guida per i candidati” per le regole di finanziamento individuali).

-Il coordinatore del progetto deve essere idoneo al finanziamento da parte di un’organizzazione di finanziamento regionale/nazionale che partecipa al bando.

-Sono ammessi al massimo due (2) collaboratori per consorzio. I collaboratori sono partner autofinanziati, cioè partner che non richiedono fondi in questo JTC forniti da una delle organizzazioni di finanziamento partecipanti (cioè partner di Paesi non finanziatori o partner che non sono ammissibili secondo le normative nazionali/regionali delle organizzazioni di finanziamento partecipanti).

-Eccezione: Per facilitare l’integrazione delle organizzazioni di pazienti e delle aziende nei consorzi, queste possono essere aggiunte a un consorzio come partner aggiuntivi. Le organizzazioni di pazienti e le aziende possono essere aggiunte come partner aggiuntivi con fondi propri o richiedendo un finanziamento, se ammissibile, alle rispettive organizzazioni di finanziamento. I consorzi devono seguire tutte le regole di cui sopra per quanto riguarda la composizione dei consorzi senza contare le organizzazioni di pazienti o le aziende, ad eccezione della seguente regola: all’interno di un consorzio, non più di due (2) partner possono richiedere finanziamenti dalla stessa organizzazione di finanziamento, comprese le organizzazioni di pazienti e le aziende. Per alcune organizzazioni di finanziamento, il numero massimo di partner ammissibili che possono essere finanziati in un progetto è uno.

Ogni consorzio deve nominare un coordinatore del progetto tra i partner ammissibili partecipanti (NON un collaboratore). Il coordinatore del progetto rappresenterà il consorzio all’esterno, agirà come persona di contatto per il Segretariato del bando congiunto (JCS) e sarà responsabile durante l’intero processo della gestione scientifica interna, come la procedura di candidatura, il coordinamento della stesura dell’accordo consortile, il piano di gestione dei dati, il piano per la parità di genere, la rendicontazione.

Ogni ricercatore principale può presentare fino a due proposte come semplice partner, di cui una come coordinatore (cioè il coordinatore di una proposta può essere partner solo di un’altra proposta). Per alcune organizzazioni di finanziamento, il numero massimo di partner ammissibili che possono essere finanziati in un progetto è limitato a uno (vedere anche le “Linee guida per i candidati” per le regole di finanziamento individuali). I candidati sono pertanto caldamente invitati a contattare i propri punti di contatto nazionali/regionali per verificare le norme di ammissibilità nazionali/regionali prima della presentazione della proposta (cfr. Allegato I).

Per i collaboratori valgono le seguenti condizioni:

-Assicurare un finanziamento proprio per la partecipazione, dimostrando chiaramente nella proposta che tale finanziamento è già in atto.

-Una lettera di impegno dei collaboratori deve essere allegata alla proposta.

-Un collaboratore non può essere coordinatore di un consorzio né leader di un pacchetto di lavoro.

 

L’invito è organizzato in un’unica fase con un documento di Intent to apply (ItA) e un documento di proposta completo. Il processo di revisione delle proposte complete sarà integrato da una fase di confutazione.

Solo i consorzi che hanno già presentato un Intent to apply (ItA), inviato attraverso il THCS Partnership Online Submission System, potranno presentare una proposta completa.

Per entrambe le proposte, ItA e full-proposal, i partner di una proposta transnazionale congiunta devono preparare un documento congiunto (in inglese) da presentare al JCS attraverso il THCS Partnership Online Submission System.

Sia l’Intent to apply (ItA) che le proposte complete devono essere caricate dal coordinatore del progetto sul THCS Partnership Online Submission System.

 

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

 

Totale finanziamenti disponibili

€34,790,000.00

I partner del progetto saranno finanziati dalle rispettive organizzazioni di finanziamento regionali/nazionali. I costi ammissibili, le regole di finanziamento e il tipo di studi consentiti variano tra le rispettive organizzazioni di finanziamento (vedi Allegato I). Ogni partner di progetto deve essere coinvolto nella definizione del budget per le attività previste. Per informazioni sulle regole di finanziamento specifiche e sui criteri di ammissibilità dell’organizzazione di finanziamento regionale/nazionale – Leggere attentamente l’Allegato I e gli annunci regionali/nazionali del bando. Inoltre, si consiglia vivamente ai candidati di contattare il referente dell’organizzazione di finanziamento di riferimento prima di presentare una proposta; si prega di notare che per alcuni Paesi/regioni potrebbe essere obbligatorio. Si prega di notare che se un partner risulta non ammissibile in una qualsiasi fase del processo da parte di una delle organizzazioni finanziatrici, l’intera proposta sarà respinta senza ulteriori revisioni.

SCADENZA

 

La scadenza per la presentazione dell’Intent to apply (ItA) è il 16 aprile 2024 (14:00 CEST).

La scadenza per la presentazione della proposta completa è il 14 maggio 2024 (14:00 CEST).

 

ULTERIORI INFORMAZIONI Annuncio del secondo bando transnazionale congiunto (thcspartnership.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles