Progetti a favore degli studenti attraverso interventi psicopedagogici

15 Ottobre 2023
Titolo Progetti a favore degli studenti con plusdotazioni e degli studenti a rischio ritiro sociale volontario (Hikikomori) attraverso interventi psicopedagogici – a.s. 2023-2024
Ente finanziatore Regione Piemonte
Obiettivi ed impatto attesi La Regione Piemonte ha recentemente approvato una legge di istituzione del servizio di psicologia scolastica e in attesa che ne venga data attuazione, nell’ambito dell’ampliamento dell’offerta formativa, intende promuovere negli istituti scolastici statali secondari di primo e secondo grado e negli istituti scolastici del primo ciclo del territorio piemontese, progetti sperimentali volti a creare spazi di ascolto e supporto psicologico per contrastare e prevenire fenomeni di disagio giovanile riconducibili alle seguenti due target di studenti:

A)Studenti ad alto potenziale cognitivo (Plusdotazioni): studenti degli istituti scolastici del primo ciclo

B) Studenti a rischio ritiro sociale : studenti degli istituti scolastici statali secondari di primo e secondo grado;

 

La finalità è quella di tutelare, attraverso un servizio di supporto psicopedagogico gli studenti che rientrano nelle suddette tipologie di Bisogni Educativi. Gli studenti ad alto potenziale cognitivo (plusdotati) sono studenti che hanno doti intellettive superiori alla norma, spesso per carenza di adeguate strategie educative e didattiche possono incorrere nell’insuccesso scolastico e abbandonare gli studi, per questi motivi è indispensabile promuovere degli interventi finalizzati a realizzare pienamente le loro potenzialità. A

volte, questi studenti possono presentare delle comorbilità, come il disturbo dell’iperattività e deficit di attenzione (ADHD), disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) o altri disturbi del neurosviluppo. Gli studenti a rischio di ritiro sociale sono dei preadolescenti e adolescenti che manifestano tale tipologia di disagio isolandosi dal resto della classe e talvolta da tutti i contesti relazionali e che necessitano pertanto di aiuto per ritrovare fiducia in se stessi, per superare eventuali traumi che hanno portato a forme di isolamento o solo per innescare forme e modalità nuove e positive di relazione con i pari.

Gli sportelli (psicologici o psicopedagogici) a seconda del target di studenti per il quale vengono istituiti prevedono i seguenti obiettivi specifici:

– Individuazione e definizione di azioni specifiche allo scopo di identificare precocemente i bisogni di studenti rientranti nel target e avviare azioni di supporto mirate

– supporto nella predisposizione di contesti educativi capaci di sostenere i loro peculiari bisogni, promuovendo così il loro “star bene a scuola”

– Supporto formativo rivolto ai docenti per attivare percorsi educativi personalizzati e sviluppo di attività didattiche e interventi di valorizzazione/inclusione di questo tipo di alunni

– Accompagnamento e sostegno per un adeguato inserimento/reinserimento a scuola, in famiglia e rispetto alla rete sociale di riferimento

– Supporto ai docenti nella gestione di situazioni di natura sanitaria (disturbi del neurosviluppo, disturbi psichici, ecc) al fine di favorire la connessione tra il mondo dell’istruzione e quello della sanità. La definizione delle finalità del bando è stato oggetto di confronto tra la Direzione regionale Politiche dell’Istruzione, la Direzione regionale della Sanità e l’Ufficio Scolastico Regionale, ed è stato messo in atto un approccio multiprofessionale e interdisciplinare per la costruzione di percorsi sperimentali e condivisi La Regione Piemonte (Direzione Politiche dell’Istruzione e la Direzione della Sanità) e l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, attiveranno una procedura condivisa di sostegno alle scuole e di monitoraggio finalizzata al confronto sui dati di contesto, alle procedure individuate e alla valutazione dell’efficacia dei percorsi avviati.

Criteri di eleggibilità Possono presentare le istanze le scuole sede di CTS (Centri Territoriali di supporto) di ciascun ambito provinciale del territorio regionale, previa concertazione con le scuole del relativo ambito territoriale interessate alla progettualità del bando. Le scuole sede di CTS potranno presentare un unica istanza per entrambe le linee di intervento, tenendo conto delle specifiche tipologie di scuola individuate per ciascuna linea: Linea A) intervento di supporto per gli studenti ad alto potenziale cognitivo (plusdotazioni), rivolto a studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado Linea B) interventi a supporto per gli studenti a rischio ritiro sociale, rivolto a studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado.
Contributo finanziario

 

Le risorse finanziarie complessivamente stanziate per l’iniziativa con D.G.R. 16 -7187 del 12/07/2023, sono pari a Euro 150.000,00 ripartiti in due linee di azione A (Plusdotazioni) e linea di azione B (Studenti a ritiro sociale), secondo l’articolazione di seguito descritta:

-Linea Azione A (Studenti ad alto potenziale cognitivo o Plusdotazioni) (studenti del primo ciclo) Euro 100.0000,00 per interventi a favore degli studenti ad alto potenziale cognitivo o con plusdotazioni.

Le risorse sono cosi destinate:

·       max 30.000 euro per il CTS dell’ambito provinciale di Torino

·       max 10.000 euro per ciascun CTS degli altri ambiti provinciali

 

– Linea Azione B (Studenti a Ritiro sociale) (studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado)

Euro 50.0000,00 per la realizzazioni di interventi a favore degli studenti a rischio ritiro sociale

 

Le risorse sono cosi destinate:

·       max 15.000 euro per il CTS dell’ambito provinciale di Torino

·       max 5.000 euro per ciascun CTS degli altri ambiti provinciali

 

Ogni scuola sede di CTS potrà presentare un unica istanza afferente una o entrambe le linee di intervento sopra indicate Le scuole con sede di Centri Territoriali si supporto (CTS) potranno far istanza di contributo fino a concorrenza del budget del proprio ambito territoriale, laddove vi fossero economie in alcuni ambiti territoriali e contestualmente maggiori richieste in altri, le relative economie saranno ridestinate agli ambiti che presentano maggiori necessità.

 

Spese ammissibili

Per “spese ammissibili del progetto” si intendono quelle riferibili all’arco temporale della sua realizzazione, direttamente imputabili alle attività contemplate dal progetto stesso, che in sede di rendiconto risultino sostenute dalla scuola sede di CTS, documentabili mediante documentazione fiscale intestata alla stessa e tracciabili. Sono ammissibili, in particolare, le spese strettamente connesse al progetto riferite a:

• spese per il personale (psicologi/psicopedagogisti/ educatori )

• spese connesse al materiale e allo svolgimento delle attività progettuali

Scadenza

 

L’istanza deve essere presentata alla Direzione regionale Istruzione Formazione e Lavoro, Settore Politiche dell’Istruzione, Programmazione e monitoraggio delle strutture scolastiche secondo le modalità di cui sopra, a pena di inammissibilità, a decorrere dalla data di pubblicazione del presente Avviso : all’indirizzo web https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/progetti-favore-studentiplusdotazioni-studenti-rischio-ritiro-sociale-volontario-hikikomori  fino alle ore 23.59 del 06/11/2023
Ulteriori informazioni bando ultimo ritiro sociale_plus.odt (regione.piemonte.it)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles