PROGETTO «NEXT – LABORATORIO DELLE IDEE PER LA PRODUZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLO SPETTACOLO LOMBARDO – EDIZIONE 2023/2024»

30 Gennaio 2024
Titolo AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI SOGGETTI NELL’AMBITO DEL PROGETTO «NEXT – LABORATORIO DELLE IDEE PER LA PRODUZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLO SPETTACOLO LOMBARDO – EDIZIONE 2023/2024» – LINEA D

 

Ente finanziatore REGIONE LOMBARDIA
Obiettivi ed impatto attesi Il progetto “Next – Laboratorio di idee per la produzione e programmazione dello spettacolo lombardo – edizione 2023/2024”, ideato e promosso da Regione Lombardia, è articolato in sei linee:

A. Vetrina delle produzioni di prosa, danza & multidisciplinare e circo contemporaneo, che si è svolta a Milano nelle giornate di lunedì 6 e martedì 7 novembre 2023;

B. Sostegno alla produzione del teatro per l’infanzia e la gioventù;

C. Circuitazione nazionale di spettacoli prodotti da giovani compagnie under 35 in collaborazione con i Teatri e Circuiti regionali multidisciplinari riconosciuti dal MIC, Festival, particolarmente attenti alla valorizzazione della nuova scena contemporanea;

D. Promozione degli spettacoli di prosa, teatro per l’infanzia e la gioventù, danza, circo contemporaneo e multidisciplinare per la programmazione sul territorio lombardo attraverso il sostegno alle sedi di spettacolo;

E. Schermi di classe;

F. Sostegno alle sale cinematografiche per la programmazione sul territorio lombardo. Con il progetto “Next – Laboratorio di idee per la produzione e programmazione dello spettacolo lombardo”, Regione intende sostenere la nuova edizione 2023/2024 con l’obiettivo di:

– sostenere la produzione di spettacoli dal vivo (prosa, teatro per l’infanzia e la gioventù, danza & multidisciplinare e circo contemporaneo);

– incentivare la distribuzione di produzioni di spettacoli dal vivo sul territorio lombardo, promuovendo occasioni di contatto tra le compagnie e i programmatori;

– dare visibilità alle produzioni di spettacolo sia attraverso l’organizzazione della vetrina dal vivo alla presenza di operatori regionali e nazionali, sia tramite lo sviluppo della piattaforma online che possa diventare un catalogo facilmente consultabile con tutti gli spettacoli finanziati negli anni da NEXT, pensato come strumento che metta in dialogo le compagnie e i soggetti programmatori;

– sostenere le sedi di spettacolo dal vivo e cinematografiche presenti sul territorio lombardo che offrono una programmazione di qualità e rivolta, in particolare, ai giovani e alle famiglie, riconoscendone il ruolo di presidio culturale;

– promuovere la programmazione di spettacoli dal vivo e cinematografiche sul territorio al fine di favorire il riavvicinamento del pubblico alla fruizione culturale e i processi di riaggregazione sociale;

– formare il pubblico giovanile in collaborazione con le scuole, attraverso l’educazione alla fruizione delle discipline cinematografiche e dello spettacolo dal vivo. Per la linea D saranno sostenute le sedi che programmeranno gli spettacoli nell’ambito del progetto Next.

 

Si intende incentivare la fruizione e la partecipazione delle comunità locali e favorire la promozione di territori svantaggiati sul versante dell’offerta culturale.

Criteri di eleggibilità: Per la linea D saranno individuate le sedi di spettacolo che programmeranno nel corso del 2024 gli spettacoli contenuti nei cataloghi di Next edizioni 2022/2023 e 2023/2024. Sono ammissibili i seguenti soggetti:

• Amministrazioni locali rientranti nell’elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato individuate ai sensi dell’articolo 1, comma 3 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e ss.mm. (Legge di contabilità e di finanza pubblica);

• Soggetti privati non ecclesiastici, comprese le ditte individuali;

• Enti e istituzioni ecclesiastiche. Non sono ammissibili i seguenti soggetti:

• enti partecipati da Regione Lombardia1;

• soggetti che ricevano contributi regionali sulla base di iniziative triennali che comprendano anche attività di programmazione di spettacolo (soggetti di produzione teatrale, festival di musica e danza di rilevanza regionale, Centro nazionale di produzione della danza lombardo Dance Haus Più)

 

Per la categoria delle imprese sono ammissibili le micro, piccole e medie imprese, mentre sono escluse le grandi imprese. Le domande potranno essere presentate in forma singola (da un unico soggetto) o in forma associata (da un ente capofila che coordina altri soggetti aderenti al progetto). In caso di presentazione della domanda in forma associata tutti i soggetti aderenti al progetto devono essere in possesso dei requisiti previsti del presente bando.

 

Unicamente nel caso in cui l’ente capofila sia un Comune, Città Metropolitana, Provincia o Comunità Montana, l’ente capofila può svolgere esclusivamente il ruolo di coordinamento istituzionale sul territorio, senza gestire la sale da spettacolo e programmare gli spettacoli direttamente. I requisiti sono i seguenti:

• essere organismi professionali legalmente costituiti (atto costitutivo e statuto) ed essere in possesso di Partita IVA;

• avere sede operativa in Lombardia;

• essere in possesso di agibilità fissa e con titolarità dei permessi SIAE;

• essere in regola con le contribuzioni fiscali e previdenziali e ottemperante gli obblighi dei CCNL; • documentata attività continuativa di gestione e programmazione di sala da spettacolo per almeno 2 anni; • avere la gestione o la disponibilità relativamente alla programmazione di una sala da spettacolo al chiuso (teatri, cinema, cineteatri, auditorium musicali, sale polivalenti con prevalente attività di spettacolo) da almeno 100 posti (come da capienza definita da licenza di agibilità) situata sul territorio lombardo. Si intende una sala in cui almeno il 50% delle giornate di apertura nel 2022 e nel 2023 è rivolto esclusivamente ad attività di spettacolo intesa come rappresentazione, gratuita o a pagamento, di espressioni artistiche e/o d’intrattenimento, eseguita dal vivo o riprodotta, svolta prevalentemente in ambiente circoscritto e facendo ricorso a allestimenti scenici. Comprende: manifestazioni teatrali, concertistiche, cinematografiche, di danza;

• per Soggetti privati non ecclesiastici, comprese le ditte individuali e gli Enti e istituzioni ecclesiastiche aver svolto nel 2022 e nel 2023 almeno 20 giornate di attività di spettacolo nella sala per la quale si presenta la domanda oppure complessivamente nelle sale per le quali si presenta la domanda, purché tutti i luoghi coinvolti ospitino abitualmente una proposta articolata di spettacolo dal vivo (si intendono le giornate in cui sono state effettuate attività di musica, danza e/o teatro svolte da compagnie di professionisti, in regola con le normative in materia di SIAE, aperte al pubblico. Sono quindi escluse le attività amatoriali, le prove, i saggi, le attività svolte da studenti, incontri, convegni, riunioni, mostre, dibattiti).

• Per le Amministrazioni locali rientranti nell’elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato individuate ai sensi dell’articolo 1, comma 3 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e ss.mm. (Legge di contabilità e di finanza pubblica) aver svolto nel 2022 e nel 2023 almeno 10 giornate di attività di spettacolo nella sala per la quale si presenta la domanda (si intendono le giornate in cui sono state effettuate attività di musica, danza e/o teatro svolte da compagnie di professionisti, in regola con le normative in materia di SIAE, aperte al pubblico. Sono quindi escluse le attività amatoriali, le prove, i saggi, le attività svolte da studenti, incontri, convegni, riunioni, mostre, dibattiti)

• non essere stati selezionati dal progetto Next edizioni 2023/2024 sulle Linee A, B o C. I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda È possibile presentare domanda di partecipazione sulla linea D (sedi di spettacolo dal vivo) anche se è stata presentata una domanda sulla linea F (sedi cinematografiche).

Contributo finanziario: La dotazione per la linea D è pari a € 160.000,00 di cui:

• € 50.000,00 sul cap. 5.02.104.12081 del Bilancio regionale del 2024

• € 30.000,00 sul cap. 5.02.104.12082 del Bilancio regionale del 2024

• € 46.500,00 sul cap. 5.02.104.12083 del Bilancio regionale del 2024

• € 33.500,00 sul cap. 5.02.104.10538 del Bilancio regionale del 2024

 

 

A seguito della valutazione di ammissibilità delle domande pervenute saranno effettuate le necessarie compensazioni relativamente al corretto stanziamento delle risorse in base al piano dei conti a seconda della natura giuridica dei beneficiari. Qualora si dovessero verificare rinunce, ovvero nel caso di ulteriori disponibilità di risorse, Regione Lombardia si riserva la facoltà di assegnare contributi a soggetti i cui progetti sono risultati ammissibili, ma non finanziati per iniziale esaurimento della dotazione finanziaria.

 

 

Regione Lombardia erogherà un contributo pari al massimo al 70% delle spese di cachet degli spettacoli programmati nell’ambito del catalogo del progetto Next edizione 2022/2023 e 2023/2024, di cui all’allegato B del decreto di approvazione del presente avviso, costituito dagli spettacoli in possesso dei requisiti minimi e ammissibili:

– di “Next 2023/2024 linee A, B e C” approvato con il d.d.s n. 11637 del 2 agosto 2023; – di “Next 2022/2023 linee A, B, C e D” di approvato con il d.d.s. n. 13972 del 30 settembre 2022 e successivamente aggiornato per la Linea C con decreto n. 14253 del 5 ottobre 2022. Per le sedi localizzate sul territorio del Comune di Milano il contributo erogabile sarà pari al massimo al 40% delle spese relative alla programmazione di spettacoli nell’ambito dei cataloghi del progetto Next edizione 2022/2023 e 2023/2024.

Le soglie minime e massime di contributo assegnabile per ciascuna sede sono:

– contributo massimo di euro 25.000;

– contributo minimo di euro 2.500.

 

In caso di proposta presentata in forma associata da più sedi il limite massimo del contributo complessivo sarà di euro 40.000. Lo stesso limite massimo si applica nel caso in cui la proposta sia presentata in forma singola da un soggetto su più sedi. Il contributo verrà attribuito con procedura a sportello, fino a esaurimento delle risorse disponibili. Le domande pervenute successivamente all’esaurimento della dotazione finanziaria iniziale non saranno ammissibili al contributo, salvo incremento del fondo per stanziamento di ulteriori risorse o rinuncia al contributo da parte di altri soggetti beneficiari. L’agevolazione è concessa da Regione Lombardia interamente a titolo di contributo a fondo perduto. Il contributo sarà erogato in un’unica tranche a saldo a seguito della rendicontazione finale del progetto finanziato. L’entità del contributo concesso potrà essere rideterminata – così come previsto dal successivo art. C4.c – esclusivamente in diminuzione sulla base dei titoli di spesa ammessi in sede di verifica della rendicontazione.

 

L’erogazione del contributo rimane subordinata all’esito delle verifiche in tema di pagamenti delle pubbliche amministrazioni in conformità a quanto disposto dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 40 del 18 aprile 2008 “Modalità di attuazione dell’articolo 48 bis del Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973 n. 602 e sue successive modifiche e integrazioni”. Qualora dalle verifiche effettuate dovesse risultare un inadempimento del Soggetto beneficiario nei confronti dell’Erario, il contributo sarà erogato nel rispetto delle disposizioni di cui all’art. 3 del predetto decreto ministeriale.

Scadenza: 04/06/2024, ore 16:00
Ulteriori informazioni: – ProUE (regione.lombardia.it)

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEI SOGGETTI NELL’AMBITO DEL PROGETTO «NEXT – LABORATORIO DELLE IDEE PER LA PRODUZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLO SPETTACOLO LOMBARDO – EDIZIONE 2023/2024» – LINEA D

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles