Progetto pilota: Favorire la transizione energetica nel settore della pesca

31 Marzo 2024
TITOLO Progetto pilota: Favorire la transizione energetica nel settore della pesca (Dimostratore di un peschereccio)

PPPA-2024-PESCEVESSELDEMO

 

Pilot Project: Fostering energy transition in the fisheries sector (Demonstrator of a fishing vessel)

PPPA-2024-FISHVESSELDEMO

 

 

ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Programma

Progetti pilota e azioni di preparazione (PPPA)

 

SETTORE DI RIFERIMENTO Pesca
OBIETTIVI ED IMPATTO Questo bando mira a sostenere il retrofit di un peschereccio marino per dimostrare la fattibilità dell’utilizzo di tecnologie di propulsione alternative e di altre soluzioni per migliorare le prestazioni energetiche e le emissioni del peschereccio, e per colmare le lacune di informazioni e conoscenze sul potenziale e la compatibilità delle tecnologie per il settore della pesca.

 

Attività finanziabili (ambito)

Il progetto deve eseguire una valutazione della fattibilità e della portata del test, che deve identificare le caratteristiche del peschereccio (design dello scafo, tecnologie di propulsione ed energia utilizzata a bordo) e i diversi tipi di test necessari con il peschereccio riadattato. Sulla base della valutazione di fattibilità, il progetto deve effettuare test per determinare il risparmio energetico, la sicurezza e le prestazioni ambientali del peschereccio (compresa, se possibile, la riduzione del rumore) con diversi attrezzi da pesca e in diverse condizioni meteorologiche. Il progetto deve testare la compatibilità di uno o più mezzi di propulsione e sistemi/tecnologie di bordo alternativi, compresi gli strumenti digitali. Spetta ai candidati proporre le combinazioni più appropriate. Le proposte possono attingere alle innovazioni esistenti in altri settori (ad esempio, il trasporto per via d’acqua), nonché ai risultati pertinenti di precedenti iniziative dell’UE, in particolare quelle nell’ambito di Orizzonte 2020 e Orizzonte Europa che riguardano il trasporto per via d’acqua. Il progetto deve includere il maggior numero possibile delle attività elencate di seguito (NB: l’elenco non è esaustivo):

– Determinazione delle prestazioni di base e della capacità di pesca del peschereccio originale, per confrontare i risultati dopo il retrofit.

– Valutazione della fattibilità, della portata e del miglior rapporto costi-benefici delle opzioni tecnologiche per il retrofit dell’imbarcazione scelta con soluzioni per migliorare le prestazioni energetiche, ridurre le emissioni di gas serra e ridurre il rumore subacqueo.

– Sviluppo del concetto e della progettazione per il retrofit, che può includere la sostituzione/ammodernamento dei motori e/o l’integrazione di altre tecnologie per aumentare le prestazioni energetiche e ridurre le emissioni (come l’ottimizzazione idrodinamica, l’efficienza degli ingranaggi, gli strumenti digitali, i carburanti alternativi e i sistemi a ponte per il controllo dei motori).

– Retrofit di un peschereccio esistente, in linea con il concetto e il progetto.

– Definizione degli indicatori di monitoraggio e dei test da effettuare con il peschereccio riadattato per determinare il risparmio energetico, la sicurezza, le emissioni e le prestazioni ambientali (compresa la riduzione del rumore subacqueo) in condizioni operative reali.

– Conduzione di prove in mare del peschereccio riadattato in condizioni di pesca operative reali, in condizioni meteorologiche diverse e con attrezzi diversi.

– Utilizzando l’analisi dei risultati dell’adeguamento della nave dimostrativa, per fornire un feedback tecnico e proporre raccomandazioni per sostenere la transizione energetica della flotta peschereccia.

Ambito di applicazione:

Il tema di questo bando si concentra sull’adeguamento di un peschereccio dimostrativo per ridurre le emissioni e migliorare le prestazioni energetiche. Le attività possono comprendere la valutazione della fattibilità, i test, l’adeguamento, le prove in mare, la valutazione dei risultati e la comunicazione e promozione delle soluzioni dimostrate.

Per ulteriori informazioni sulle attività finanziabili, consultare la sezione 2 del bando.

Impatto previsto:

Gli impatti previsti comprendono:

·         Sviluppare e dimostrare soluzioni praticabili per i pescherecci che migliorino le prestazioni energetiche, riducendo anche le emissioni di gas serra e i costi.

·         Aumentare le conoscenze sulle sfide, i benefici e gli impatti (compresi quelli economici, ambientali e in termini di salute e sicurezza dei pescatori) delle diverse tecnologie volte a migliorare le prestazioni energetiche e le emissioni dei pescherecci.

·         Rafforzare la comprensione del potenziale di adattamento delle tecnologie esistenti al settore della pesca.

·         Sensibilizzare e ampliare le possibilità offerte ai pescatori per diventare più efficienti dal punto di vista energetico e avviare la transizione energetica dei pescherecci.

Gli impatti previsti a lungo termine includono:

·         Migliorare la resilienza e la redditività economica della flotta peschereccia dell’UE.

·         Migliorare la comprensione degli ostacoli tecnici, sociali, legali, normativi e politici alla transizione energetica nella pesca.

·         Riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di gas serra dei pescherecci e miglioramento dell’efficienza energetica delle loro attività.

·         Accelerare l’adozione di nuove tecnologie nel settore della pesca per favorire la transizione energetica.

·         Migliorare il contesto imprenditoriale e sensibilizzare gli investitori.

 

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Le domande saranno considerate ammissibili solo se il loro contenuto corrisponde interamente (o almeno in parte) alla descrizione del tema per cui sono state presentate.

 

Partecipanti ammissibili (Paesi ammissibili) Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono: – essere persone giuridiche (enti pubblici o privati) – essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili, ossia: – Stati membri dell’UE (compresi i Paesi e territori d’oltremare (PTOM)). – I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio centrale di convalida (REA Validation). Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine.

 

Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

Casi specifici Finanziamento eccezionale – Le entità di altri Paesi (non elencati sopra) sono eccezionalmente ammissibili se l’autorità concedente ritiene la loro partecipazione essenziale per l’attuazione dell’azione. Organizzazioni internazionali – Le organizzazioni internazionali sono ammissibili. Ad esse non si applicano le norme sui Paesi ammissibili. Enti privi di personalità giuridica – Gli enti privi di personalità giuridica ai sensi del diritto nazionale possono partecipare in via eccezionale, a condizione che i loro rappresentanti abbiano la capacità di assumere obblighi giuridici per loro conto e offrano garanzie per la tutela degli interessi finanziari dell’UE equivalenti a quelle offerte dalle persone giuridiche8. Organismi dell’UE – Gli organismi dell’UE (ad eccezione del Centro comune di ricerca della Commissione europea) NON possono far parte del consorzio.

 

Composizione del consorzio

Le proposte devono essere presentate da un consorzio di almeno due richiedenti (beneficiari; non entità affiliate) di almeno due Stati membri, che rispettino le seguenti condizioni: – Almeno un partner del settore della pesca (ad esempio, pescatore commerciale, associazione di pescatori, organizzazione di produttori) È incoraggiata la partecipazione di altre entità pertinenti, ad esempio, autorità portuali, ONG, sviluppo locale guidato dalla comunità (CLLD), produttori di componenti per imbarcazioni, centri di ricerca, PMI, fornitori e sviluppatori di tecnologia e di altre catene del valore, ecc.

 

Durata

Di norma, i progetti devono avere una durata compresa tra 24 e 36 mesi. Progetti di durata superiore possono essere accettati in casi debitamente giustificati. Sono possibili proroghe, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento.

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Budget disponibile Il budget disponibile stimato per il bando è di 2 200 000 EUR.

 

Bilancio del progetto I bilanci dei progetti (importo massimo della sovvenzione) dovrebbero essere al massimo di 2 200 000 euro per progetto. La sovvenzione concessa può essere inferiore all’importo richiesto.

 

La sovvenzione sarà un mix di sovvenzioni basate sul budget e sui costi effettivi (costi effettivi, con elementi di costo unitario e forfettario). Ciò significa che rimborserà SOLO alcuni tipi di costi (costi ammissibili) e i costi effettivamente sostenuti per il progetto (NON i costi preventivati). Per quanto riguarda i costi unitari e gli elementi forfettari, è possibile addebitare gli importi calcolati come spiegato nella Convenzione di sovvenzione (cfr. art. 6 e allegati 2 e 2a). I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento stabilito nella Convenzione di sovvenzione (80%). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione (vedi art. 22.3). Inoltre, si ricorda che l’importo finale della sovvenzione può essere ridotto in caso di mancato rispetto della Convenzione di sovvenzione.

 

SCADENZA

 

11 giugno 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI call-fiche_pppa-2024-fishvesseldemo_en.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles