Programma di accelerazione per le PMI della moda e del design

29 Febbraio 2024
Titolo Programma di accelerazione per le PMI della moda e del design – Fase 2
Ente finanziatore REGIONE LOMBARDIA
Obiettivi ed impatto attesi  L’intervento intende incentivare nuove modalità di collaborazione e la creazione di legami strutturati tra acceleratori e le realtà dei settori moda e design, che operano nelle filiere del Made in Italy e contribuiscono, con il loro patrimonio unico di conoscenze, tradizioni e sa peri allo sviluppo e all’attrattività del territorio lombardo. Il programma è strutturato in due fasi. Il presente “Bando Programma di accelerazione per le PMI della moda e del design” – Fase 2 (di seguito, per brevità, Bando) è rivolto alle PMI dei settori moda e design che vogliono presentare domanda di contributo per partecipare ad uno dei percorsi di accelerazione proposti da Regione Lombardia, selezionati nella fase 1 del programma stesso.
Criteri di eleggibilità Possono partecipare le PMI (ai sensi dell’allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014 e s.m.i.) in forma singola che alla data di presentazione della domanda di contributo:

− hanno una sede operativa attiva in Lombardia o dichiarano l’intenzione di costituirne una entro e non oltre la richiesta di erogazione del contributo;

− risultano regolarmente costituite, iscritte ed attive nel Registro delle Imprese (come risultante da visura camerale).

Sono esclusi i soggetti che:

− sono attivi nel settore della fabbricazione, trasformazione e commercializzazione del ta bacco e dei prodotti del tabacco, di cui all’art. 7 c. 1 del Reg. (UE) 1058/2021;

− rientrano, a livello di codice primario nella sezione A della classificazione delle attività economiche ISTAT ATECO 2007;

− non risultano in regola rispetto alla verifica della regolarità contributiva (DURC), come previsto all’articolo 31 del D.L. n. 69/2013 (convertito in Legge n. 98/2013), pena la non ammissibilità (ad esclusione di coloro che non sono obbligati a tale regolarità);

− risultano beneficiari nella procedura relativa alla fase 1, approvata con decreto 13953/2023.

Contributo finanziario

 

La dotazione finanziaria, per entrambe le fasi del Programma di accelerazione, è pari a euro 2.000.000,00 (duemilioni/00). Rispetto alla dotazione finanziaria complessiva, in abbinamento a ciascun progetto di accelerazione finanziato nella fase 1 del programma, sono riservate le risorse necessarie a finanziare, in questa fase 2, il percorso di accelerazione di un numero di PMI del settore moda e design non superiore al numero massimo indicato nel progetto di accelerazione stesso.

 

L’agevolazione regionale viene concessa sotto forma di sovvenzione a fondo perduto.

Il contributo è pari all’80% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 25.000,00. I contributi sono concessi ed erogati sulla base del Regolamento de minimis n. 2831/2023 del 13 dicembre2023, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis” e, in particolare, degli artt. 1 (Campo di applicazione), 2 (Definizione ed in particolare la nozione di impresa unica), 3 (Aiuti de minimis), 5 (Cumulo) e 6 (Controllo).

 

 

Sono ammissibili i costi per la partecipazione ad almeno 9 mesi del percorso di accelera zione come di seguito individuati:

a) costi diretti per la partecipazione al programma di accelerazione, al netto di IVA, fatturati dall’acceleratore a prezzi di mercato;

b) costi indiretti, pari al 2% dei costi sostenuti in relazione alla voce di costo a), attribuiti in modo forfettario al progetto, ai sensi dell’art. 54 lettera a) del Regolamento UE n. 1060/2021.

 

Non sono ammesse le spese relative ad auto-fatturazioni e spese effettuate e/o fatturate al soggetto beneficiario da società appartenenti all’impresa unica e/o con rapporti di controllo o collegamento, così definito ai sensi dell’articolo 2359 del c.c. o che abbiano in comune soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza ed inoltre le spese in cui vi siano elementi di vincolo o collusione tra le parti contraenti (ad esempio per motivi di affinità e parentela).

Scadenza

 

07/03/2024 , ore 12:00
Ulteriori informazioni Bandi | Bandi e Servizi (regione.lombardia.it)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles