Programma di partenariato cluster UE-Ucraina

31 Marzo 2024
TITOLO Programma di partenariato cluster UE-Ucraina

SMP-COSME-2024-CLUSTERUA-01

 

EU-Ukraine Cluster Partnership Programme

SMP-COSME-2024-CLUSTERUA-01

 

 

ENTE FINANZIATORE Commissione europea

Programma per il mercato unico (SMP)

SETTORE DI RIFERIMENTO Cooperazione
OBIETTIVI ED IMPATTO L’integrazione dell’Ucraina nel mercato unico è una priorità fondamentale dell’UE, parallelamente al rafforzamento del processo di adesione. È essenziale incentivare la collaborazione commerciale tra l’UE e l’Ucraina, promuovendo la crescita e lo sviluppo economico regionale e avvicinando le persone e gli attori economici. L’azione sosterrà l’integrazione delle imprese ucraine nelle catene del valore dell’UE e lo sviluppo di progetti di cooperazione e partenariati tra cluster europei e ucraini e organizzazioni di reti di imprese. L’azione si basa sulla consapevolezza che la promozione dei cluster e il rafforzamento e la creazione di nuove organizzazioni di cluster in Ucraina sono modi molto efficaci per facilitare la competitività economica e la transizione industriale a vantaggio dell’intera catena del valore. Inoltre, si prevede che il sostegno alla cooperazione tra i cluster porterà a un aumento degli scambi commerciali, degli investimenti e dei progetti di partenariato tra i partecipanti. In linea con la strategia industriale dell’UE e con le raccomandazioni del Gruppo di esperti per i cluster dell’UE, le partnership dovrebbero promuovere la transizione delle aziende ucraine verso una maggiore sostenibilità.

 

Specifici ecosistemi industriali sono stati significativamente colpiti dall’invasione russa dell’Ucraina5 . Questi ecosistemi sono di particolare importanza per la ricostruzione dell’Ucraina e presentano un notevole potenziale di collaborazione tra organizzazioni e imprese europee e ucraine. Pertanto, le proposte devono concentrarsi su uno solo degli ecosistemi industriali elencati di seguito:

 

– Aerospaziale e difesa,

– Agroalimentare,

– Costruzione,

– Digitale,

– Elettronica,

– Salute,

– Mobilità-Trasporti-Automotive,

– Energia rinnovabile.

 

Il termine “Partenariati Cluster” (denominati Partenariati) utilizzato nel presente invito a presentare proposte si riferisce ai consorzi di organizzazioni cluster o di reti di imprese che gestiscono attività congiunte, facilitano la creazione di reti e forniscono o canalizzano servizi specializzati e personalizzati di sostegno alle imprese ai loro membri e agli attori correlati. In pratica, le attività saranno realizzate da consorzi di organizzazioni interessate a creare e gestire un partenariato cluster (denominati partenariati). I partenariati saranno costituiti attraverso questo invito a presentare proposte che riunirà organizzazioni di cluster e altre organizzazioni di reti di imprese degli Stati membri dell’UE o di altri Paesi che partecipano al pilastro PMI del Programma per il mercato unico (SMP) e dell’Ucraina, interessate a fare squadra.

 

La proposta deve riguardare entrambi gli obiettivi specifici:

1.    Sviluppare le interconnessioni delle catene del valore tra le aziende dell’UE e dell’Ucraina (networking).

L’obiettivo è quello di mettere in contatto le imprese dell’UE e dell’Ucraina per rafforzare la capacità delle “catene del valore” di far fronte alle sfide e di affrontare transizioni verdi, digitali e resilienti. Ciò sarà possibile grazie all’integrazione di diversi attori, competenze e soluzioni. I partenariati contribuiranno a costruire la resilienza mobilitando diversi attori che possiedono risorse e talenti complementari e correlati provenienti dall’UE e dall’Ucraina. Questi partenariati dovrebbero creare una forte rete orientata ai risultati per garantire, ad esempio: la diversificazione degli input di produzione nei diversi Stati membri dell’UE e in Ucraina; l’aumento della base di clienti delle aziende dell’UE e dell’Ucraina all’interno degli ecosistemi e al di là di essi; la messa in comune dell’offerta o della domanda; la mobilitazione di investimenti e impianti di produzione comuni; lo sviluppo di tecnologie, in particolare per aumentare la resilienza e l’autonomia strategica delle economie dell’UE e dell’Ucraina; l’aggiornamento della forza lavoro e la collaborazione per raggiungere i mercati internazionali, ove possibile.

2.    Promuovere lo sviluppo delle capacità dei cluster e la professionalizzazione del sostegno alle PMI europee e ucraine.

L’obiettivo è favorire lo sviluppo delle capacità delle organizzazioni di cluster dell’UE e dell’Ucraina e promuovere l’apprendimento inter-cluster per aiutare i manager dei cluster, le organizzazioni di cluster e i loro membri ad acquisire le competenze necessarie e a intraprendere azioni per esplorare e adottare nuove soluzioni. Ciò dovrebbe includere formazioni lungo la catena del valore che rafforzino le competenze dei manager dei cluster, lo sviluppo e l’implementazione di un portafoglio completo di nuovi servizi per le aziende, l’organizzazione di attività di gemellaggio e di apprendimento e la fornitura di un supporto adeguato per l’eventuale implementazione per promuovere l’apprendimento inter-cluster. I partner europei del partenariato dovranno condividere la loro esperienza nell’analisi, nella progettazione e nella realizzazione di una strategia comune e/o di una roadmap di implementazione delle competenze per i cluster. I partner ucraini dovranno sviluppare il loro portafoglio di servizi e attuare azioni di collaborazione per costruire le loro infrastrutture di formazione, le loro conoscenze e le loro capacità per facilitare l’aggiornamento e la riqualificazione della forza lavoro, per migliorare i servizi relativi alle competenze che possono fornire ai loro membri, per impegnarsi in ecosistemi di competenze nazionali e regionali e per cooperare con le organizzazioni di formazione professionale. Promuoverà lo sviluppo delle capacità dei cluster, la professionalizzazione del sostegno alle imprese, in particolare alle PMI, e rafforzerà i legami economici tra ecosistemi, regioni e città europee e ucraine.

CRITERI DI ELEGGIBILITÀ

 

 

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed enti affiliati) devono:

– essere soggetti giuridici (enti pubblici o privati) – essere stabiliti in uno dei paesi ammissibili, vale a dire:

– Stati membri dell’UE (compresi i paesi e territori d’oltremare (PTOM)) – Paesi non UE: – paesi SEE elencati e paesi associati al Programma per il Mercato Unico (elenco dei paesi partecipanti)

– essere o avere il diritto di rappresentare:

o un’organizzazione di cluster (si veda la definizione di seguito) o organizzazioni di reti di imprese che gestiscono attività comuni, facilitano la creazione di reti e forniscono o canalizzano servizi di supporto alle imprese specializzati e personalizzati ai loro membri e agli attori correlati

o altri tipi di “organizzazioni di supporto” che sostengono le transizioni verdi e digitali e costruiscono la resilienza dell’UE dal Paese ammissibile nell’ambito del Programma per il mercato unico.

Queste organizzazioni di supporto possono includere centri tecnologici, istituti di ricerca, fab lab, hub di innovazione (digitale), hub creativi, fornitori di servizi per l’efficienza delle risorse, incubatori e acceleratori, nonché autorità pubbliche a livello regionale o di città/amministrazione e agenzie per l’innovazione. Ai fini del presente invito a presentare proposte, le organizzazioni di cluster devono essere intese come soggetti giuridici che sostengono il rafforzamento della collaborazione, del networking e dell’apprendimento nei cluster di innovazione e agiscono come fornitori di supporto all’innovazione fornendo o convogliando servizi di supporto alle imprese specializzati e personalizzati per stimolare le attività di innovazione, in particolare nelle PMI.

 

 

 

Le organizzazioni di cluster o le reti di cluster devono essere registrate o aver presentato una registrazione sulla European Cluster Collaboration Platform (ECCP) entro il termine di presentazione del presente Invito a presentare proposte e fornire il link al profilo dell’organizzazione di cluster compilato per ogni candidato registrato sulla piattaforma (la prova deve essere fornita attraverso l’Allegato 5 alla Parte B – Lista di controllo di ammissibilità e selezione dell’ecosistema).

 

Inoltre: I candidati non possono partecipare a più partenariati nell’ambito del presente invito a presentare proposte. Se un caso del genere viene rilevato dall’ente finanziatore, comporterà l’inammissibilità e l’esclusione dell’organizzazione interessata.

 

I rispettivi consorzi interessati dall’esclusione di uno o più partner devono comunque soddisfare tutti i criteri di ammissibilità stabiliti nella presente sezione 6.

I beneficiari e gli enti affiliati devono iscriversi al Registro dei Partecipanti – prima di presentare la proposta – e dovranno essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation).

 

Per la convalida, sarà richiesto loro di caricare documenti che dimostrino lo status giuridico e l’origine. Altre entità possono partecipare in altri ruoli del consorzio, come partner associati, subappaltatori, terze parti che forniscono contributi in natura, ecc.

 

 

Composizione del consorzio

 

Le proposte devono essere presentate da un consorzio (partenariato) di almeno 3 candidati (beneficiari; non entità affiliate), che soddisfino tutte le seguenti condizioni:

– minimo 3 soggetti giuridici indipendenti di 3 diversi paesi ammissibili

– almeno un beneficiario deve essere un’organizzazione cluster stabilita nel territorio sotto il controllo del governo ucraino, al momento della presentazione della proposta.

– almeno una deve essere un’organizzazione cluster con sede in uno Stato membro dell’UE.

 

 

Durata

Di norma, i progetti devono avere una durata compresa tra i 18 e i 24 mesi. Sono possibili proroghe, se debitamente giustificate e attraverso un emendamento.

CONTRIBUTO FINANZIARIO

 

 

Il budget disponibile per il bando è stimato a 3 000 000 di euro. Si prevede di finanziare 6 progetti.

 

Bilancio del progetto

I budget dei progetti (importo massimo della sovvenzione) dovrebbero essere di 500 000 euro per progetto. Ciò non preclude tuttavia la presentazione/selezione di proposte che richiedano importi diversi. La sovvenzione assegnata può essere inferiore all’importo richiesto per rispettare la condizione dell’importo massimo della sovvenzione.

 

I costi saranno rimborsati al tasso di finanziamento fissato nella Convenzione di sovvenzione (90%). Le sovvenzioni NON possono produrre un profitto (cioè un’eccedenza delle entrate + sovvenzione UE rispetto ai costi). Le organizzazioni a scopo di lucro devono dichiarare le loro entrate e, se c’è un profitto, lo dedurremo dall’importo finale della sovvenzione.

SCADENZA

 

04 giugno 2024 17:00:00 ora di Bruxelles
ULTERIORI INFORMAZIONI call-fiche_smp-cosme-2024-clusterua_it.pdf (europa.eu)

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputato al Parlamento europeo, membro non iscritto.

Disclaimer: Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles