Public sector as Galileo and/or Copernicus user Settore pubblico come utente dei programmi Galileo e/o Copernicus TOPIC ID: HORIZON-EUSPA-2022-SPACE-02-52

14 Dicembre 2022
Titolo Public sector as Galileo and/or Copernicus user

Settore pubblico come utente dei programmi  Galileo e/o Copernicus

TOPIC ID: HORIZON-EUSPA-2022-SPACE-02-52

Ente finanziatore Commissione europea

Programma Horizon Europe

Settore di riferimento Spazio
Obiettivi ed impatto attesi I progetti dovrebbero contribuire ai seguenti risultati:

– Stimolare il settore pubblico in Europa a utilizzare i prodotti spaziali a valle, coinvolgendo le PMI e le midcap.

– Sostenere le parti interessate pubbliche attraverso strumenti di finanziamento specifici, per sviluppare, tramite appalti pre-commerciali (PCP), soluzioni innovative basate su EGNSS e/o Copernicus

– Incoraggiare il settore pubblico a essere il “primo cliente” per le applicazioni spaziali innovative e contribuire ad accelerare la modernizzazione del settore pubblico.

– Consentire ai committenti pubblici di attuare collettivamente PCP per colmare il divario tra domanda e offerta di soluzioni innovative che richiedono, ad esempio, capacità di localizzazione precisa (da EGNOS/Galileo), dati spaziali e monitoraggio della terra (da Copernicus).

– Migliorare radicalmente la qualità e l’efficienza dei servizi pubblici incoraggiando lo sviluppo, la convalida e la certificazione (se del caso) di soluzioni spaziali innovative

– Preparare le soluzioni basate su Galileo e/o Copernicus per un approccio integrato che sostenga le autorità pubbliche nazionali ad adottare concretamente i prodotti Galileo e/o Copernicus e a utilizzarli nell’ambito del loro mandato e dei loro compiti normativi, aiutandole in particolare a integrare Galileo e/o Copernicus nei loro sistemi normativi, nelle loro procedure operative e nel loro processo decisionale.

– Diminuzione dei prezzi dei prodotti/servizi basati su EGNSS e Copernicus, uso intelligente del budget per gli appalti per eliminare il blocco dei fornitori e ottenere soluzioni più aperte e standardizzate, tempi di commercializzazione più brevi che facilitino l’accesso delle PMI e delle midcap al mercato degli appalti e un maggiore sfruttamento dei DPI e dei risultati della R&S.

Ambito di applicazione: Questo tema è aperto a proposte di azioni PCP in tutte le aree di interesse del settore pubblico che richiedono soluzioni innovative in diversi segmenti di mercato che sfruttano i dati spaziali. È aperto sia a proposte che richiedono miglioramenti basati principalmente su una specifica tecnologia spaziale a valle (ad esempio Galileo, Copernicus, GOVSATCOM), sia a proposte che richiedono soluzioni end-to-end che necessitano di combinazioni di diversi componenti spaziali.

 

 

 

Il tema è dedicato alla pubblica amministrazione per l’approvvigionamento di ricerca e sviluppo sperimentale che sfrutti i dati e i servizi spaziali (ad esempio Galileo e/o Copernicus) e che soddisfi le loro esigenze. Inoltre, le proposte devono basarsi sulle esigenze di approvvigionamento delle organizzazioni partecipanti al programma sostenendo l’adozione del mercato di EGNSS, Galileo e/o Copernicus in tutta Europa e dimostrando la sostenibilità delle soluzioni oltre la durata del progetto proposto. I progetti devono concentrarsi su applicazioni e segmenti di mercato molto specifici e più maturi, sulla base di esigenze chiaramente identificate.

Le aree di attività promettenti sono le seguenti, tuttavia la scelta del segmento di mercato e dell’applicazione è lasciata al proponente:

– EGNSS e/o Copernicus per la mobilità come servizio, gli ITS cooperativi, il trasporto pubblico, le città intelligenti e il monitoraggio e la previsione della qualità dell’aria, compreso il supporto alle nuove politiche verdi,

– Integrazione di EGNSS nel concetto di U-Space per i droni,

– Monitoraggio delle infrastrutture con EGNSS e/o Copernicus (ferrovie, strade, infrastrutture critiche)

– Copernicus e/o EGNSS per la gestione delle emergenze in caso di crisi, anche in relazione a eventi estremi (ad esempio, tempeste, mareggiate, infrastrutture costiere). Copernicus e/o EGNSS per applicazioni di sicurezza civile e gestione delle frontiere

– Copernicus e/o EGNSS per lo sviluppo sostenibile, l’adattamento ai cambiamenti climatici, la mitigazione e i servizi di resilienza

– Copernicus e/o EGNSS per il monitoraggio e la modellazione delle aree costiere, anche in relazione alla pianificazione e alle operazioni costiere.

Le attività previste dovrebbero rafforzare i quadri politici nazionali e mobilitare sostanziali budget nazionali aggiuntivi, nonché sensibilizzare, fornire assistenza tecnica e/o sviluppare capacità ad altri committenti al di là del progetto per integrare l’implementazione della PCP e rimuovere gli ostacoli all’introduzione sul mercato delle soluzioni innovative da acquistare.

Le soluzioni richieste devono essere convalidate attraverso test sul campo da parte dei committenti partecipanti in almeno due diversi Paesi europei. I candidati devono prestare particolare attenzione a garantire un tempo sufficiente per le diverse fasi del PCP.

Criteri di eleggibilità Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari ed entità affiliate) devono:

– essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)

– essere stabiliti in uno dei paesi ammissibili,

– Per “soggetto giuridico” si intende qualsiasi persona fisica o giuridica creata e riconosciuta come tale ai sensi del diritto nazionale, del diritto dell’UE o del diritto internazionale, dotata di personalità giuridica e che può, agendo in nome proprio, esercitare diritti ed essere soggetta a obblighi, oppure un soggetto senza personalità giuridica . I beneficiari e gli enti affiliati devono registrarsi nel Registro dei Partecipanti prima di presentare la loro domanda, al fine di ottenere un codice di identificazione del partecipante (PIC) ed essere convalidati dal Servizio Centrale di Convalida (REA Validation) prima di firmare la convenzione di sovvenzione. Per la convalida, sarà chiesto loro di caricare i documenti necessari che dimostrano il loro status giuridico e la loro origine durante la fase di preparazione della sovvenzione

 

Contributo finanziario

 

Contributo UE previsto per progetto La Commissione ritiene che un contributo UE compreso tra 2,6 e 5,2 milioni di euro consentirebbe di affrontare adeguatamente questi risultati. Tuttavia, ciò non preclude la presentazione e la selezione di una proposta che richieda importi diversi. Budget indicativo Il budget totale indicativo per il tema è di 5,20 milioni di euro.

Tipo di azione Pre-commercial Procurement

Scadenza

 

02 marzo 2023 17:00:00 ora di Bruxelles
Ulteriori informazioni wp-7-digital-industry-and-space_horizon-2021-2022_en.pdf (europa.eu) pag. 496

Servizio offerto da Tiziana Beghin, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.
disclaimer:
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

Hai bisogno di qualche informazione?

https://www.tizianabeghin.it/wp-content/uploads/2022/02/logo-320x145.png
© Copyright 2022 - Tiziana Beghin
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles